Archivio per la tag 'web application'

Liveworksheets: web app utile per la Didattica a Distanza per trasformare documenti di carta o digitali in schede ed esercizi interattivi online

 

Liveworksheets è una web app utile per la Didattica a Distanza per creare esercizi e libri interattivi a partire da schede DOC e PDF, immagini JPEG e PNG, fogli di lavoro stampabili.

In pratica il tool trasforma fogli di carta digitalizzati sotto forma di foto e documenti in esercizi interattivi online.

L’insegnante pertanto può realizzare esercizi da somministrare ai propri allievi che si possono anche correggere sempre via internet.

Gli esercizi, di diversa tipologia, sono facilmente condivisibili e si possono fruire in tutti i tipi di device: computer, tablet e smartphone.

Si possono inserire contenuti video, audio, link ed è possibile impostare l’autocorrezione in modo da offrire un feedback immediato agli alunni, i quali hanno la possibilità di inviare risposte.

Gli esercizi, o addirittura i libri digitali che li contengono, possono essere resi pubblici, mantenuti privati e condivisi nei canali social.

Il libri, che non sono altro che contenitori di esercizi, veri e propri quaderni operativi ed eserciziari online che permettono di avere a disposizione un archivio di attività ben strutturato, sono anch’essi del tutto personalizzabili.

Liveworksheets necessita di registrazione gratuita per essere usato dagli insegnanti, ma anche gli studenti possono creare account ed accedere alla classe virtuale del docente. Anch’essi possono aggiungere contenuti per la correzione e addirittura registrazioni audio.

Lo username usato per l’account sarà anche il nome dell’autore e non può essere modificato.

Una volta caricato un file nel sistema può essere reso interattivo tramite l’inserimento di box, griglie e caselle al suo interno, con domande ed altri contenuti.

Il worksheet può anche essere titolato e modificato nella grafica per renderlo più accattivante e fruibile.

I materiali possono anche essere modificati in qualsiasi momento e si possono usare anche quelli  realizzati da altri utenti.

Live Worksheets già dispone di contenuti in tutte le discipline, anche in Italiano.

Come detto gli esercizi permettono l’auto correzione degli alunni, i quali possono, dopo la compilazione delle schede, inviare le risposte all’insegnante e verificare la correttezza delle risposte. Il tutto all’interno del sistema senza usare mail e dati sensibili.

Alcune delle tipologie degli esercizi che si possono creare sono le seguenti:

  • esercizi di completamento testi
  • quiz a risposta multipla 
  • quiz di abbinamento di immagino e testi
  • esercizi di ricerca di parole
  • ricerca di parole e domande a risposta aperta
  • esercizi di unione tramite linee di testi e immagini
  • strumenti di ascolto e di dettatura vocale (utili per i DSA e BES in particolare, ma non solo)

Lo strumento, pertanto, è adattabile a tutti gli ordini e gradi di scuola e la versione gratuita di Live Worksheet consente di creare un massimo di 30 schede interattive.

Pagina Facebook Liveworksheets: https://www.facebook.com/liveworksheets/

Video tutorial in Italiano di Simona Ilot:

Video tutorial in Italiano di Gianna Molina

 

Video tutorial in Italiano di Gisella Cossano:

Video tutorial in Italiano di Teacher Carmen:

Aggiungo il link alla registrazione del webinar gratuito: di Aretè Formazione (1.37oreh di durata) webinar gratuito: Crea esercizi interattivi con Live Worksheets

whiteboard.fi: lavagna virtuale online interattiva per insegnanti e classi di studenti

whiteboard.fi è una ottima lavagna virtuale online interattiva per insegnanti e classi di studenti.

Si tratta di uno strumento completo ed efficiente che può risultare comodo nella Didattica a Distanza.

Permette infatti di creare al volo una classe virtuale senza nemmeno accreditarsi e creare un account.

Il maestro o il professore che inizia la lezione genera in automatico un link da condividere con gli alunni di tutta la classe tramite il quale possono accedere alla sessione tramite il browser del computer o attraverso i loro dispositivi mobili, tablet e smartphone.

Ci sono solo due pulsanti nella home: il primo, “new class“, dedicato ai docenti, consente di creare il link alla lavagna condivisa di classe; il secondo, “join class“, permette agli studenti di accedere tramite un apposito codice che sarà appunto fornito dall’insegnate.

Una volta creata la stanza, il docente avrà la possibilità di riprendere la lezione in un secondo momento utilizzando lo stesso URL con il pulsante “resume class“.

Il link è come questo https://whiteboard.fi/xyz dove gli ultimi caratteri sono il codice della stanza condivisa e l’insegnante, a questo punto, potrà fare lo switch tra la sua lavagna e le attività mostrate dagli studenti in tempo reale tramite i loro device e vedrà tante piccole lavagne quanti sono gli alunni che partecipano.

whiteboard.fi offre tutti gli strumenti di base per il disegno, l’inserimento di forme, linee e colori la scrittura. Ovviamente sarebbe preferibile usarla con dispositivi touch screen.

L’utilizzo della web app in definitiva può risultare molto interessante anche e soprattutto per i bambini più piccoli nella DaD.

Da notare che il creatore della stanza ha il controllo di tutte le lavagne degli alunni e può cancellarle  con un solo click, nascondere i loro nomi e chiudere la stanza della sessione di lavoro e di studio.

L’aspetto davvero utile è che il bambino o il ragazzo per seguire la lezione accede senza inserire nessuno dei suoi dati sensibili, ma semplicemente tramite il codice generato dal sistema fornito dal docente.

Vedi il mini video tutorial introduttivo:

Si tratta di un software basato sul web ancora in fase di sviluppo e nuove funzionalità verranno aggiunte in futuro, come la possibilità di creare account premium dedicati agli insegnanti in grado di gestire URL di stanze permanenti, il caricamento di immagini di sfondo della lavagna, il salvataggio delle lavagne di classe in formato immagine e la possibilità di mandare risposte alle attività degli studenti.

whiteboard.fi è uno strumento gratuito e di libero accesso senza alcuna limitazione.

Open Peeps: immagini di disegni a mano di libero utilizzo per creare scene di persone e progetti di qualsiasi tipo

Open Peeps è un sito che ospita immagini di disegni a mano di libero utilizzo per qualsiasi tipo di progetto, distribuiti sotto licenza Creative Commons di pubblico dominio.

Il sito offre tantissime risorse da usare anche in progetti educativi e non solo personali o commerciali pronti per essere scaricati e utilizzati a costo zero, sebbene sia possibile anche effettuare donazioni.

Per ottenerli gratis è necessario accedere, immettere la cifra 0 e procedere al download fornendo un indirizzo mail.

Open Peeps offre una galleria riguardante i seguenti argomenti: 

  • Espressioni del viso
  • Capi di abbigliamento
  • Pose in piedi
  • Pose da seduti
  • Accessori
  • Acconciature ed espressioni del viso

La libreria delle illustrazioni disegnate a mano, pertanto, è pensata per creare scene di persone.

I disegni possono essere usati nel marketing, per realizzare fumetti, cartelli, avvisi, per lo storytelling o in qualsiasi altro modo la nostra immaginazione suggerisca.

I formati file ottenibili sono adatti a vari software di editing immagine come per Sketch, Figma, Studio e XD ( ossia .fig, .sketch, .studio e .xd). Tuttavia sono disponibili i ben più diffusi file SVG e PNG.

Con essi sarà anche possibile realizzare il remix degli elementi e cambiare i colori di vestiti, pelle, capelli e tutto il resto e, dal momento che si dispone degli elementi separatamente, possiamo costruire personaggi unici combinando i diversi componenti.

Alcuni file, tuttavia, possono essere scaricati direttamente e singolarmente in formato vettoriale SVG e immagini PNG.

Presto saranno aggiunte altre categorie di disegni come animali, nuove espressioni del viso, pose del corpo, ecc.

Open Peeps: è un sito davvero superlativo e ricco di risorse creato da Pablo Stanley il cui profilo Instagram è @pablostanley, il quale meriterebbe di sicuro una donazione.

Oshi: condividere file in modo anonimo con data di scadenza

Oshi  è uno strumento gratuito che permette di condividere file in modo anonimo con data di scadenza.

Si tratta di un servizio di file sharing estremamente semplice da usare che non richiede la creazione di un account e che consente di trasferire fino a un giga alla volta.

Con Oshi è possibile impostare una data di scadenza per i file condivisi, addirittura dopo una sola ora, un giorno, tre giorni, sette giorni, trenta giorni o novanta giorni.

È inoltre possibile impostare la scadenza del link ottenuto per la condivisione dei file appena dopo che qualcuno lo ha scaricato.

I file condivisi possono essere cancellati in qualsiasi momento oppure si può prolungare il periodo di condivisione usando persino un captcha di sicurezza affinché il mittente sia sicuro che ad effettuare il download siano soltanto i riceventi desiderati.


Oshi potrebbe essere utile per condividere file sensibili a determinati vincoli di privacy, come per esempio foto e video di eventi che contengono immagini di  minori, tipo recite o gite scolastiche, da mettere a disposizione delle famiglie in modo rapido e sicuro senza lasciarli  online a tempo indeterminato.

Web App per unire facilmente file immagine JPG, PNG, GIF, TIFF, BMP, PSD, SVG

Può succedere di aver bisogno per i nostri progetti professionali, di svago o per attività didattiche di dover unire due o più immagini o foto in una sola.

A questo link https://www.aconvert.com/image/merge/  è possibile farlo in pochi semplici passi senza dover usare complicati programmi di grafica digitale alla Photoshop.

Si tratta di uno strumento messo a disposizione da Aconvert che funziona egregiamente con una serie infinita di tipi di file immagine come JPG, PNG, TIFF, GIF, BMP, PS, PSD, WEBP, TGA, DDS, EXR, J2K, PNM, SVG o XWD

Basta scegliere i file da unire selezionandone alcuni file dal computer, oppure sceglierli online da URL, Google Drive o Dropbox. 

Successivamente è necessario scegliere le opzioni Verticale oppure Orizzontale a seconda del tipo di lavoro che vogliamo ottenere e infine cliccare sul pulsante submit per far iniziare l’elaborazione.

Otterremo un nuovo file immagine che sarà composto dalle  nostre immagini messe nell’ordine in cui sono state caricate.

Per scaricare l’immagine ottenuta dobbiamo scorrere verso il basso schivando la pubblicità, arrivare su Output Results e cliccare sui pulsanti appositi (vedi immagine sotto):

Accederemo a una nuova pagina da dove potremo scaricare il file in vari modi, aggiungerlo a Drive o Dropox, in un archivio ZIP compresso, raggiungere l’URL dove è ubicato (anche tramite codice QR). Potremo anche cancellare il file.

L’opzione più semplice per il download è cliccare sul link del file ottenuto (vedi sotto):

Si aprirà un’altra scheda del browser contenente il nostro collage e da computer basterà cliccarci sopra con il tasto destro del mouse e salvare l’immagine sfruttando il menù che si aprirà.

Con smartphone o dispositivi mobili sfrutteremo le opzioni con cui sono programmati, di solito bisogna fare una pressione prolungata sopra la foto.

Se le immagini avranno le stesse dimensioni in pixel otterremo un risultato perfetto, altrimenti saranno adattate dall’app automaticamente.

Questo è un esempio di quello che si può ottenere:

Sotto le immagini separate. La prima immagine

e la seconda:

Il sito principale Aconvert offre una miriade di altri strumenti gratuiti per modificare immagini, audio, video, file, documenti, PDF, pagine web eBook direttamente online e in  modo gratuito.

Remark: un’app in grado di riassumere testi scritti usando l’intelligenza artificiale

Remark, o remarkapp.io che dir si voglia, è un’applicazione web in grado di riassumere testi scritti usando l’intelligenza artificiale

Il suo funzionamento è  molto semplice, basta incollare un testo lungo nell’apposito campo ed ottenere il riassunto in un singolo paragrafo.

Il programma è stato sviluppato dai professionisti di Machine Learning con molti anni di esperienza sul campo e  sperimentando una lunga serie di tecnologie non solo basate sull’AI.

Sono riusciti così a creare un un modello di machine learning che può ricavare il significato di un lungo paragrafo e ridurlo in una o due frasi mantenendone il significato,.

Remark al momento funziona solo in Inglese, dal momento che è stato testato in quella lingua, ma si può provare anche in altre lingue.

Il servizio è gratuito e i risultati possono essere votati in modo da aiutare a migliorare il progetto.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: