Archivio per la tag 'web2.0'

Cinque modi per guardare i video di YouTube senza distrazioni, pubblicità e pericoli

Ecco una rassegna di 5 web app e tool per guardare video di YouTube (e altri portali) senza distrazioni e pericoli.

Gli  strumento, infatti, sono in grado di rimuovere gran parte degli elementi di deconcentrazione dai filmati, inclusi i collegamenti ai video correlati, gli annunci pubblicitari inappropriati e le annotazioni, fornendo così un’esperienza di visione più sicura.

Si tratta, pertanto, di valide risorse da utilizzare in classe con gli studenti che con pochi click possono generare contenuti video puliti che gli studenti (e chiunque altro) possono guardare in un ambiente protetto.

Tutto questo preserva dalla visione di contenuti osceni, offensivi ed inappropriati, soprattutto quando si tratta di bambini piccoli e di minori in genere e facalizza i contenuti sullo studio.

Di solito basta copiare l’URL di un video originale ed incollalo nella casella di ricerca delle app per ottenere un filmato che viene riprodotto su una interfaccia ordinata e pulita.

–  WhatchKin, non limita il numero di link che si possono creare e non mostra pubblicità o link fastidiosi, è gratuito e non richiede registrazione.

SafeShare.tv, app gratuita ma è necessario registrare un account. In questo modo si ottiene anche il pieno controllo sulle impostazioni di video e playlist. I video generati tramite SafeShare possono essere condivisi utilizzando un URL univoco o un codice QR e possono anche essere condivisi direttamente su Google Classroom.

– ViewPure , vecchio filtro per YouTube (risale al 2010), obsoleto come interfaccia grafica ma ancora funzionale.

– QuieTube , si tratta di un bookmarklet da trascinare sulla toolbar del vostro browser per guardare i video di YouTube senza distrazioni. Quando si raggiunge il video che interessa basta cliccare sul bottone, tutto il contorno sarà eliminato e lo vedrete in una pagina bianca senza alcun orpello.

– DF Tube, una comoda estensione per il browser Chrome.

Cerificates by Graphy: web app per creare facilmente diplomi, attestati e certificati eleganti e professionali in serie

Cerificates by Graphy è una web app per creare facilmente diplomi, attestati e certificati eleganti e professionali in serie con pochi clic.

Lo strumento consente per esempio di realizzare e condividere attestati personalizzati con tutti gli studenti di una classe o di una scuola contemporaneamente.

Basta scegliere un modello, caricare un file CSV con i nominativi e i dati degli allievi e inviare a tutti i diplomi al volo.

Gli studenti riceveranno un PDF e la possibilità di aggiungerlo al proprio profilo LinkedIn con al volo.

Certificates by Graphy può tornare utile anche per le persone che gestiscono corsi, workshop, webinar o eventi in cui si rilascia un attestato.

In pratica con questo tool non è più necessario creare un diploma singolo per ogni studente e inviarlo individualmente, ma si può generare certificati in serie senza sforzo e questo è un grande vantaggio.

Possiamo scegliere e personalizzare un modello da una una raccolta, aggiungere una firma e logo e inviare automaticamente i diplomi.

Come detto, un altro interessante aspetto di Cerificates by Graphy è l’integrazione in LinkedIn in modo che chi riceve il diploma possa aggiungerlo direttamente  al proprio profilo.

Gli attestati sono ospitati sui loro loro server e ad ognuno corrisponde un link permanente in modo che gli studenti o i corsisti possano condividere questo collegamento verificato a loro piacimento.

Le pagine dei diplomi sono ottimizzate anche per essere visualizzate sui dispositivi mobili.

Si tratta di uno strumento gratuito che richiede la registrazione di un account.

Un esempio di diploma qui.

Letsfind: uno strumento per creare facilmente sondaggi tra amici e colleghi senza doversi registrare

Letsfind è uno strumento per creare facilmente sondaggi senza doversi registrare e creare un account.

La web app si presta ad essere usata soprattutto tra amici e colleghi a distanza per decidere qualcosa insieme evitando di inviare decine di messaggi via chat o mail.

Dopo aver inserito una domanda, dobbiamo decidere se le risposte saranno di tipo testuale o in base alla data.

I sondaggi richiedono alcune semplici opzioni e gli intervistati dovranno scegliere una risposta.

Le date sono ideali per far stabilire per esempio a un gruppo di persone quando si terrà un evento specifico.

Una volta concluso il sondaggio, otteniamo un link da condividere tramite email o chat e i partecipanti dovranno solo cliccarci e fornire le loro scelte.

Sarà necessario solamente inserire un nome o un nickname in modo che l’autore del sondaggio sappia cosa ha votato ciascuno.

In questo modo si otterrà una pagina con tutti i risultati raggruppati, ideale per prendere decisioni di gruppo in modo rapido e senza troppe rotture.

Letsfind è al momento uno strumento del tutto gratuito, senza pubblicità che non raccoglie dati personali.

MindMup 2.0: strumento per creare mappe mentali integrato con Google Drive e Google WorkSpace

MindMup è uno strumento per creare mappe mentali che funziona via browser solido e funzionale, dal momento che è presente online da alcuni anni.

La versione MindMup 2.0 si integra alla perfezione con Google Drive, tanto è vero che viene fornita anche una estensione per Google WorkSpace for EDU che può essere usata nel cloud della scuola anche a livello di dominio.

MindMup consente agli utenti di creare mappe mentali online, salvarle e sincronizzarle nel cloud per accedervi da qualsiasi postazione e device, collaborare in tempo reale e condividerle con colleghi e amici.

Il tool consente di inserire allegati di vari formati, testo e immagini e si presta a una vasta gamma di scopi educativi come prendere appunti, mappare i concetti, pianificare eventi, realizzare schemi di sintesi, mappe concettuali e per l’apprendimento cooperativo.

Si tratta di uno strumento online che offre una versione completa gratuita, che permette di realizzare un numero illimitato di mappe, di salvare ed esportare mappe grandi fino a 100 KB nello spazio di archiviazione di MindMup, per un massimo di sei mesi, salvare le mappe più grandi su Google Drive.

Si può iniziare ad usare MindMup, inoltre, senza la necessità di creare un account.

Per quanto riguarda l’integrazione su Google Drive, queste sono le principali funzioni:

  • Supporto per i flussi di lavoro tipici di Google Drive
  • Rinominare e modificare le cartelle dall’app o creare una mappa all’interno di una cartella per ereditare le autorizzazioni di condivisione in modo da poter gestire le mappe più facilmente
  • Layout dello schermo e opzioni organizzate in modo simile ad altre app di Google Drive per poter iniziare a lavorare più facilmente
  • Supporto per più account Google connessi contemporaneamente
  • Anteprime  visibili direttamente in Drive in modo da condividere e ritrovare le mappe più facilmente
  • File allegati da Google Drive per mappare i nodi
  • Aggiunta di immagini da Google Foto per mappare i nodi
  • Visualizzazione degli argomenti, modalità di produttività e diversi temi visivi

Ecco un video tutorial in Italiano sul suo utilizzo:

Sotto un altro tutorial in Italiano che mostra la sua integrazione nel cloud di Google Drive:

Come eliminare facilmente persone e oggetti dalle foto con CleanUp.Picture

CleanUp.Picture è una web app che permette di eliminare facilmente persone e oggetti dalle foto.

Lo strumento funziona bene online, senza dover installare alcun software.

Per utilizzare CleanUp.Pictures basta andare sul sito, caricare l’immagine che si desidera modificare e utilizzare l’apposito strumento pennello per selezionare gli oggetti e le imperfezioni che vogliamo rimuovere (guarda il mini video sotto).

CleanUp.Pictures potrebbe essere usato per nascondere i dettagli di dati sensibili incidentalmente fotografati nelle immagini o i volti delle persone che non vogliano mostrare.

Lo strumento non è di tipo professionale, ma è gratuito e non richiede registrazione.

Carrd: creare eleganti mini siti di una sola pagina navigabili da qualsiasi dispositivo

Carrd è un servizio che permette di creare eleganti mini siti di una sola pagina navigabili da qualsiasi dispositivo.

I mini siti costruiti con Carrd, infatti, sono di tipo responsitive, vale a dire che si adattano alla dimensione dello schermo con cui sono aperti, dai telefoni, ai tablet ai computer desktop.

Sebbene si possa partire da un canvas vuoto, esistono tanti ottimi modelli da cui iniziare che consentono di realizzare siti per qualsiasi necessità e di qualsiasi tipo: un profilo personale, un portfolio immagini, un form da compilare, una landing page o anche qualcosa di un po’ più elaborato.

Carrd richiede registrazione, è molto semplice dea utilizzare, non richiede conoscenze di programmazione web,  è totalmente gratuito e fornisce una versione pro a prezzi contenuti con funzionalità aggiuntive.

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

Maestro Alberto Scuola Primaria

Maestro Alberto albertopiccini.it
Se cerchi notizie sulla Scuola Primaria clicca sopra

Seguimi nei social e metti un like :)