Archivio per la tag 'opensource'

Deskreen: trasformare un tablet o uno smartphone in un secondo schermo senza cavi via Wi-Fi

Deskreen è un software gratuito in grado di trasformare un tablet o uno smartphone in un secondo schermo senza cavi via Wi-Fi e browser internet in modo semplicissimo.

Si tratta di un’applicazione open source multi piattaforma disponibile per Windows, Mac e Linux

Lo strumento è in grado di trasformare qualsiasi dispositivo in un secondo schermo in pochi click, non solo tablet e smartphone ma anche un altro computer o addirittura una smart tv.

Una volta installato sul computer Deskreen fornirà un codice QR che possiamo scansionare e il secondo device si connetterà in pochi secondi al principale dopo aver autorizzato il collegamento tra dispositivi.

Il tutto funziona molto bene senza lag e la rapidità di esecuzione dipende anche dalla velocità della connessione.

È possibile addirittura connettere più dispositivi contemporaneamente come display virtuali.

Vedi il breve video tutorial sotto sul suo funzionamento:

Perfetto per la produttività in generale ed ottimo nella didattica a distanza quando spesso gli insegnanti hanno bisogno di un display secondario nelle video lezioni.

Peer2School: aula virtuale con lavagna digitale interattiva e video chat integrata gratuita molto semplice da usare

Peer2School è un’aula virtuale con lavagna digitale interattiva e video chat integrata gratuita molto semplice da usare che, soprattutto, non richiede registrazione e l’inserimento di dati sensibili dell’utente.

Si tratta di uno strumento open source basato sul web molto scarno, con gli strumenti minimi di disegno, adatto a tutti i livelli di scuola a partire dalla Primaria.

Peer2School consente di generare aule virtuali in un modo molto intuitivo, basta cliccare sul’apposito bottone (enter new classroom) ed ottenere il link con le funzioni di lavagna virtuale di base, chat di testo, chat vocale e videoconferenza.

Quando si crea un’aula virtuale, l’insegnante ha la possibilità di condividere l’URL associato oppure di inviare un codice QR corrispondente all’aula in modo che gli studenti possano scansionarlo dai propri dispositivi, che siano tablet o smartphone, e accedere facilmente.

In questo modo gli studenti si uniranno all’aula virtuale, anch’essi senza doversi registrare ed inserire dati sensibili.

Essendo uno strumento responsive basato sul web, offre un’interfaccia adattabile a qualsiasi dimensione dello schermo e pertanto può essere usato con efficacia su cellulari, tablet, computer desktop, Smart TV, ecc. attraverso un semplice browser web.

Peer2School, inoltre, per i motivi descritti, funziona con qualsiasi sistema operativo ed è uno strumento ideale sia per la didattica in presenza, sia per la didattica a distanza.

Personas: un generatore di avatar molto semplice da usare

Personas è un generatore di avatar molto semplice da usare.

Si tratta di un progetto open source curato da Drafbit, una  piattaforma per lo sviluppo di applicazioni mobili, che offre anche questa applicazione web.

Si tratta di un’app molto intuitiva con cui chiunque può creare il proprio avatar da utilizzare nelle reti sociali ma anche in contesti e progetti diversi.

Per esempio per realizzare le figure del profilo degli studenti di una classe mantenendo la loro privacy senza pubblicare foto personali e via dicendo.

Lo strumento fornisce otto diverse funzionalità per creare l’avatar personalizzato: pelle, capelli, viso, corpo, occhi, bocca, naso e colore di sfondo dell’immagine della nostra reincarnazione immaginaria.

Una volta terminata la scelta di ciascun elemento e siamo soddisfatti del risultato, possiamo scaricare l’avatar in formato immagine PNG per utilizzarlo nei nostri progetti, nei social o in qualsiasi altro modo in cui abbiamo bisogno.

Molto comoda è la funzione randomize che permette di generare avatar a caso.

Su Github è anche possibile scaricare il codice per utilizzarlo all’interno di un sito web.

OpenBoard: il software gratuito universale per le LIM che sostituisce Open Sankoré

OpenBoard è un software gratuito universale per LIM pensato per scuole e università. 

Si tratta di un programma multi piattaforma, ossia in grado di funzionare in tutti i sistemi operativi, non solo Windows, ma anche Linux e Mac.

Nasce come sviluppo da parte di un team dell’Amministrazione Didattica di Ginevra in Svizzera di un altro celebre software open source gratuito per lavagne interattive, vale a dire Open Sankoré, il cui progetto è purtroppo fermo da qualche anno.

Chi è già avvezzo all’uso di Open Sankoré dunque non avrà alcuna difficoltà ad usare anche OpenBoard la cui interfaccia grafica e le cui funzionalità sono molto simili.

Il programma può essere scaricato ed installato senza alcuna registrazione e limitazione d’uso.

Sebbene offra un ambiente semplice da usare ed intuitivo, OpenBoard è comunque ricco di funzionalità.

È possibile importare ed inserire disegni, animazioni, file audio e video ed esportare le lezioni in PDF. Offre widget ed add-on in grado di includere al volo contenuti di Wikipedia e Google Maps, è possibile prendere annotazioni con scrittura a mano libera, fornisce le funzioni calcolatrice e dizionario, integra un browser interno che permette di visualizzare pagine web senza dover uscire dal programma.

Sotto un video tutorial in Italiano su come usarlo a cura di Francesco Fusillo.

Si sa che le case produttrici di LIM offrono software proprietari a pagamento diversi e non integrabili l’uno con l’altro.

Le scuole o le università però spesso usano marche diverse di lavagne con il conseguente problema dell’esportazione e della condivisione di lezioni e contenuti. In pratica ciò che funziona in una LIM SmartBoard per esempio non funziona su Promethean o StarBoard, soltanto per citare alcune marche tra le più diffuse.

L’uso di questo software per lavagne interattive multimediali in sostituzione dei software proprietari consente di salvare contenuti in un unico formato che l’insegnante potrà trasportare da una classe all’altra o da una scuola all’altra senza dovesi adeguare alle varie marche di LIM.

Il programma, ovviamente, può anche essere usato anche su schermi touch con una penna digitale, magari abbinati ad un proiettore.

OpenBoard in buona sostanza facilita il lavoro dell’insegnante che usa la LIM in classe e viene incontro alle esigenze degli istituti scolastici che possono uniformare il software d’uso delle LIM che hanno in dotazione.

In definitiva OpenBorad ha davanti a sé un futuro roseo. Infatti come si legge sul sito

L’interesse su questo programma sta crescendo velocemente in Svizzera ma anche in Europa e in Nord America. Verrà creata un’organizzazione legale svizzera senza scopo di lucro. Questa organizzazione promuoverà OpenBoard ed il suo sviluppo open source favorendo la collaborazione tra le parti interessate. Tutto questo nel pieno rispetto dei principi cardine che hanno portato alla creazione di questo fork, che si sta rifocalizzando sul lavoro dell’insegnante in classe, privilegiando la facilità d’uso.

YDNW: strumento per creare un sito web con Google Docs

YDNW è un interessantissimo strumento per creare un sito web con Google Docs, ossia con l’applicazione web di Google che consente di editare testi in stile Microsoft Word.

Il nome stesso è tutto un programma. YDNW, infatti, indica il nome esteso del tool, You Don’t Need WordPress, ossia non c’è bisogno di WordPress.

Come si sa WorPress è la piattaforma per il blogging più completa, più famosa e più diffusa al mondo con cui è anche editato questo blog per esempio (più del 30% dei siti internet esistenti sono costruiti con questo CMS).

YDNW si rivolge a chi ha bisogno di editare un blog in modo semplice e a costo zero:. Il tool si integra facilmente con Google Drive che quindi funziona come servizio di hosting dei file online con un conseguente risparmio dei costi per acquistare uno uno spazio di archiviazione e di pubblicazione di contenuti web.

In pratica, tramite un account Google e i suoi strumenti, possiamo realizzare un sito internet completo ed immediato: basta creare un documento con Google Docs per ogni pagina del nostro blog e archiviarlo in una cartella online.

Esattamente come con Documenti di Google si possono usare gli strumenti di formattazione del testo, cambiare i colori, inserire tabelle ed elenchi e via dicendo. Ma l’aspetto più interessante è la collaborazione e la condivisione dei contenuti con altri utenti, proprio come permette di fare Google Documenti.

YDNW è uno strumento open source gratuito per tutti ma che potrebbe tornare comodo specificamente anche agli insegnanti in alternativa a Google Sites, lo strumento per la creazione di siti aziendali ed educativi o di classe incluso in Google Suite For Education.

Shrink Me: ridurre il peso delle immagini online in modo semplicissimo senza perdere qualità

Shrink Me è un’applicazione web che consente ridurre il peso delle immagini online in modo semplicissimo, intuitivo e divertente, senza perdere qualità e senza dover usare complicati software di grafica digitale o di foto editing.

Capita infatti, soprattutto a chi ha bisogno di pubblicare o condividere immagini e foto via internet, di dover comprimere file per non compromettere per esempio la velocita di caricamenteo di una pagina web o per limitare il consumo di spazio nei vari servizi di cloud storage.

ShrinkMe.app consente di “alleggerire” i file in modo rapidissimo e funzionale semplicemente trascinando un’immagine all’interno della sua pagina web per poi scaricare il file compresso.

In pratica è un’app che funziona via browser internet usando programmi di compressione open source.

Supporta i formati JPG e PNG e il livello di compressione può raggiungere l’80%, anche se nei miei test si è fermato a un comunque ottimo 30-40%.

Consente anche la compressione di file in batch, ossia in serie, selezionandoli e trascinandoli sulla sua interfaccia web.

Lo strumento è gratuito, senza pubblicità, senza limitazioni d’uso, veloce e funziona anche offline nei moderni navigatori internet.

Seguimi

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

Maestro Alberto Scuola Primaria

Maestro Alberto albertopiccini.it
Se cerchi notizie sulla Scuola Primaria clicca sopra