Archivio per la tag 'sharing'

Vocaroo: registrare audio via internet e condividere al volo il messaggio vocale con un link o codice QR

Vocaroo è una semplice applicazione web che consente di registrare audio via internet e condividere al volo il messaggio vocale con un link nei social, via mail, tramite codice QR da scansionare con lo smartphone o in in qualsiasi altro modo immaginabile.

Non esiste nulla di più semplice: basta concedere l’accesso al microfono del device che stiamo usando, computer, notebook, tablet o smartphone, cliccare sull’apposito pulsante e procedere alla registrazione.

È anche possibile caricare un file audio già pronto che vogliamo condividere, ad esempio un mp3.

Conclusa l’operazione lo strumento fornisce il link da copiare e i pulsanti per condividere il messaggio direttamente su Reddit, Twitter, Facebook, WhatsApp e via email.

L’audio può anche essere incorporato in una pagina web tramite codice embed e cancellato (ciò è possibile utilizzando lo stesso browser web in cui è stato creato).

Vocaroo è un servizio che esiste ormai da tanto tempo, tant’è che lo avevo già recensito nel 2008.

Tuttavia ad oggi si è rinnovato inserendo pubblicità solo nel link condiviso e non più nella sua homepage.

Da tenere presente che Vocaroo cancella automaticamente i messaggi dai suoi server se non vi si accede per un periodo di alcuni mesi. Gli audio quindi andranno persi e dunque non è il caso di usare questa applicazione per qualcosa di importante e duraturo.

Lo strumento pertanto può tornare molto utile nella Didattica a Distanza e se una scuola intende usarlo per esempio all’interno di Gsuite, per averlo completamente privo di pubblicità, una possibile soluzione è che l’amministratore del cloud blocchi tutte le richieste al dominio pubblicitario di Google: pagead2.googlesyndication.com.

Inoltre, poiché Vocaroo non collega in alcun modo le registrazioni a informazioni di identificazione personale, non è possibile richiedere la cancellazione di tutte le registrazioni relative a un individuo.

Infine, se ci sono registrazioni specifiche che desideriamo rimuovere, possiamo inviare una richiesta di cancellazione direttamente a alla mail del sito. Tali richieste associate a un indirizzo di posta elettronica della scuola o istituzione hanno massima priorità.

Vocaroo è un servizio del tutto gratuito che non richiede registrazione.

Oshi: condividere file in modo anonimo con data di scadenza

Oshi  è uno strumento gratuito che permette di condividere file in modo anonimo con data di scadenza.

Si tratta di un servizio di file sharing estremamente semplice da usare che non richiede la creazione di un account e che consente di trasferire fino a un giga alla volta.

Con Oshi è possibile impostare una data di scadenza per i file condivisi, addirittura dopo una sola ora, un giorno, tre giorni, sette giorni, trenta giorni o novanta giorni.

È inoltre possibile impostare la scadenza del link ottenuto per la condivisione dei file appena dopo che qualcuno lo ha scaricato.

I file condivisi possono essere cancellati in qualsiasi momento oppure si può prolungare il periodo di condivisione usando persino un captcha di sicurezza affinché il mittente sia sicuro che ad effettuare il download siano soltanto i riceventi desiderati.


Oshi potrebbe essere utile per condividere file sensibili a determinati vincoli di privacy, come per esempio foto e video di eventi che contengono immagini di  minori, tipo recite o gite scolastiche, da mettere a disposizione delle famiglie in modo rapido e sicuro senza lasciarli  online a tempo indeterminato.

Aggie.io: potente app collaborativa per disegnare online

Aggie.io è un’applicazione completa e potente per disegnare online anche in forma collaborativa tra più persone via internet.

Si può per esempio disegnare insieme ad amici o colleghi in tempo reale direttamente nel  browser invitandoli tramite un link condiviso a creare una nuova opera e iniziare a lavorare insieme, oppure condividendo un disegno già svolto.

Aggie.io può essere usata in forma collaborativa per esempio per  un progetto di brainstorming che richiede un aiuto visivo ma anche semplicemente in forma individuale.

L’applicazione è ancora in fase di sviluppo e alcune funzionalità verranno aggiunte in futuro.

Lo strumento è programmato in TypeScript, un derivato di JavaScript e utilizza gli standard HTML5,  funziona senza bisogno di flash o altri plugin del browser.

Ovviamente rende al meglio in dispositivi touch dotati di penne capacitive.

Si tratta di un servizio gratuito che non richiede registrazione obbligatoria e potrebbe essere usato anche per progetti didattici o educativi.

YDNW: strumento per creare un sito web con Google Docs

YDNW è un interessantissimo strumento per creare un sito web con Google Docs, ossia con l’applicazione web di Google che consente di editare testi in stile Microsoft Word.

Il nome stesso è tutto un programma. YDNW, infatti, indica il nome esteso del tool, You Don’t Need WordPress, ossia non c’è bisogno di WordPress.

Come si sa WorPress è la piattaforma per il blogging più completa, più famosa e più diffusa al mondo con cui è anche editato questo blog per esempio (più del 30% dei siti internet esistenti sono costruiti con questo CMS).

YDNW si rivolge a chi ha bisogno di editare un blog in modo semplice e a costo zero:. Il tool si integra facilmente con Google Drive che quindi funziona come servizio di hosting dei file online con un conseguente risparmio dei costi per acquistare uno uno spazio di archiviazione e di pubblicazione di contenuti web.

In pratica, tramite un account Google e i suoi strumenti, possiamo realizzare un sito internet completo ed immediato: basta creare un documento con Google Docs per ogni pagina del nostro blog e archiviarlo in una cartella online.

Esattamente come con Documenti di Google si possono usare gli strumenti di formattazione del testo, cambiare i colori, inserire tabelle ed elenchi e via dicendo. Ma l’aspetto più interessante è la collaborazione e la condivisione dei contenuti con altri utenti, proprio come permette di fare Google Documenti.

YDNW è uno strumento open source gratuito per tutti ma che potrebbe tornare comodo specificamente anche agli insegnanti in alternativa a Google Sites, lo strumento per la creazione di siti aziendali ed educativi o di classe incluso in Google Suite For Education.

LiveBoard: lavagna interattiva per registrare filmati didattici e creare video lezioni

LiveBoard è una lavagna interattiva con cui registrare filmati didattici e creare video lezioni da condividere online con i propri studenti (mediante un apposito codice) formando classi virtuali oppure con colleghi insegnanti.

Ovviamente le lavagne possono essere condivise anche nei social, via email e salvate all’interno di LiveBoard e sul proprio dispositivo.

Si tratta di un’applicazione collaborativa multi piattaforma che può essere usata tramite browser o come app per tablet iOS e Android.

Consente di scrivere, disegnare, inserire pagine, griglie, righe, link, forme geometriche, immagini, video, annotazioni e altro ancora.

La condivisione di concetti, idee, argomenti e pensieri può avvenire in tempo reale (funzione broadcast) in modo efficiente e produttivo come se fosse una vera e propria lezione a distanza.

Insomma si possono produrre facilmente attività didattiche da soli o con altre persone usando la chat integrata.

LiveBoard usa i colori, riconosce la scrittura a mano, offre le comode funzioni annulla e ripeti e l’archiviazione via cloud delle lavagne.

La sua utilità a scuola o nel lavoro risulta evidente visto le caratteristiche uniche che offre per questo genere di servizio.

Le video spiegazioni potrebbero avvenire direttamente in classe nella lavagna elettronica o, in assenza di LIM, raggiungendo gli studenti nei loro tablet o smatphone, anche quelli assenti.

Lo strumento è gratuito e richiede registrazione nella sua versione online.

 

I video tutorial di questo post sono realizzati da Andrea Maiello.

Realtime Board: lavagna interattiva e strumento di collaborazione online

Realtime Board è una super completa lavagna interattiva basata sul web e contemporaneamente un valido strumento di collaborazione remota online.

Pensata come tool di lavoro per team aziendali può benissimo essere usata anche in ambito didattico ed educativo.

Una volta accreditati gratuitamente anche tramite account Google, Office 365, Slack e Facebook, si può accedere ad un ambiente ricco di strumenti molto semplici, personalizzabili e flessibili ma allo stesso tempo potenti e produttivi.

Si può disegnare, scrivere, inserire immagini, video prelevati dal web, link, annotazioni in stile post-it, elementi prelevati dal cloud, grafici, sticker e molto altro ancora.

Ovviamente si possono invitare amici e colleghi a collaborare in tempo reale e a contribuire al progetto.

Realtime Board registra tutte le attività in una sorta di linea del tempo e così potremo rivedere tutte le fasi dello svolgimento del nostro progetto.

Un altro importante funzione è la possibilità di votare e valutare da parte degli utenti le board create.

Realtime Board è sostanzialmente uno strumento di brainstorming ma che può essere usato anche come muro in sostituzione di Padlet.

Seguimi

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

Maestro Alberto Scuola Primaria

Maestro Alberto albertopiccini.it
Se cerchi notizie sulla Scuola Primaria clicca sopra