Archivio per la tag 'storage'

DivShare: il meglio del meglio dell’hosting online



Nel fitto panorama dei servizi di web hosting e storage si staglia alla grande DivShare, come ho avuto già modo più volte di scrivere.

Le continue migliorie che DivShare ha proposto di recente mi “costringono” a parlarne ancora una volta in termini entusiastici.

Oltre alle caratteristiche già note (gratuità, storage illimitato, permanenza online dei files senza scadenza temporale, pagina personale con logo, facilità d’uso, velocità, sicurezza) di recente sono state implementate alcune features ed incluse di nuove.

I files possono essere organizzati in cartelle al volo molto agevolmente, ci sono popups per l’anteprima delle immagini caricate e per gli strumenti di condivisione.

Una novità importante è la possibiltà di creare e accedere a gruppi di interesse e di lavoro per condividere files e media (io ho creato il gruppo degli utenti italiani, se qualcuno vuol seguirmi lo faccia pure).

Un’altra novità, al momento ancora in fase sperimentale, è DivShare Video. Ogni video caricato da un utente (fino a 200 mb) sarà convertito automaticamente in un filmato in Flash, rapido e comodo da visualizzare e da inserire al volo in una pagina web o in un blog.

Non dimentichiamoci del fantastico plugin per WordPress che consente di sostituire l’uploader classico integrato in WP con quello per DivShare, consentendo di risparmiare spazio presso l’hosting provider che ospita un blog e di inserire agevolmente immagini in un post.

Cosa volere di più? Sono sicuro che in futuro DivShare riuscirà a sorprenderci con ulteriori migliorie e mi auguro che possa rimanere gratuito.

Al momento, a mio avviso, DivShare è senza dubbio il miglior servizio di web hosting in rete.

Chi fa uso delle applicazioni web 2.0 non può assolutamente fare a meno di includerlo tra i propri preferiti. Indispensabile.


Rassegna di siti web n° 4




Quarto appuntamento con Web Links, rubrica del blog dove segnalo le notizie e siti più interessanti di cui vengo a conoscenza che non riesco (o non voglio) segnalare in un post.

Chi è interessato a tutti i miei links può consultarli sul mio del.icio.us e magari sottoscriverli.

  • Stellarium, software opensource che mostra un affascinante planetario 3d;
  • Wikisky, planetario online, una sorta di Gogle Maps dell’universo;
  • Guruger, condivisione di musica direttamente da desktop;
  • Musotik, notizie musicali e immagini da Last.fm, video da YouTube, radio da Pandora, motore di ricerca torrents e molto altro in un posto solo;
  • DwarfURL, accorcia URL che funziona anche tramite estensione per Firefox;
  • Yoh, altro accorcia URL spagnolo;
  • Useamap, creare e condividere mappe personalizzate;
  • Myatabus, 5 giga gratuiti di storage online;
  • Nireblog, piattaforma blogging multilingue;
  • Picupine, albums di massimo 10 immagini online che espirano dopo una settimana;
  • Whoissick, community per convidere i problemi di chi soffre malattie;
  • Afrigator, blogosfera africana;
  • Authorati, widget che integra i voti dei lettori dei post di un blog;
  • iStalkr, aggregatore RSS che mostra in una linea del tempo le attività dei servizi feeds usati;
  • Alpha, il motore di ricerca personalizzato di Yahoo;
  • Breeze, creazione campagne tramite email;
  • Weblin, rete sociale di identità personali nel web sotto forma di avatar;
  • MyCyberTwin, chat di personalità virtuali via web;
  • VirusTotal, scanner online gratuito che usa i motori di alcuni famosi antivirus;
  • Fonts500, pacchetto di belle fonts gratuite da scaricare.



Storage a go-go




Spuntano come funghi i servizi di storage, ossia quei siti che che consentono l’immagazzinamento online di dati gratuitamente. Il motivo è molto semplice: il drastico calo dei prezzi dell’hardware dedicato.

Questo consente a molti di tentare l’avvetura a costi piuttosto ridotti, a rischio e pericolo dell’utente che da un giorno all’altro rischia di vedere svanire i propri contenuti online, se non consegnati in buone mani. Vale la pena di provare, senza lasciarsi influenzare dalle facili lusinghe, le migliori proposte.

Ultimamente ho provato TinyLoad (300 mb di hosting gratuito, senza limitazione di banda e mantenimento online del file senza limiti di tempo) e MediaMaster (sistema dove immagazzinare la propria musica per ascoltarla in streaming da qualsiasi computer collegato alla rete).

Picasa, il servizio per foto e immagini di Google, ha aumentato lo storage a un giga, Zoomr, il principale concorrente di Flickr, proprio da oggi promette nessun limite all’immagazzinamento.

Se DivShare è stata la prposta recente decisamente migliore, in questi giorni assisto al lancio di WooFiles (storage gratuito di un giga al volo), GigaSize (1,5 giga, ma con limite di tempo di 90 gg) e di Wik.Is, un servizio che offre la possibilità della condivisione, oltre all’immagazzinamento dei dati.

C’è chi si specializza e punta sulla specificità , come OurMedia, podcasts sotto licenza Creative Commons, o Blip.Tv, storage audio e video con facile integrazione nelle piattaforme blogging.

Ne vedremo ancora delle belle. Uno su dieci ce la farà…


TinyLoad: hosting fino a 300 mb gratuito




Avete bisogno di caricare un file in internet per voi stessi o per condividerlo con gli amici e i colleghi? Allora TinyLoad porebbe essere utile al vostro caso.

TinyLoad offre 300 mb di hosting gratuito, senza limitazione di banda e garantisce il mantenimento online del file senza limiti di tempo. Non c’è limite al dowload ed è totalmente gratuito.

Una volta caricato un file, esso può essere condiviso tramite email o attraverso un link diretto per scaricarlo. Per le immagini TinyLoad genera anche il classico codice HTML (vedi il logo sopra inserito proprio in questo modo), quello del thumb e quello per i Forum.

Peccato che non sia possibile registrarsi e tenere traccia dei propri files. Il servizio è semplicissimo, veloce ed immediato.

Mi chiedo se le offerte di questo genere, ormai a decine, un domani dovessero chiudere o subire un guasto, cosa accadrebbe ai nostri contenuti?

Meglio sempre conservare una copia dei files in locale ed essere consapevoli che non esiste nessuna garanzia per quanto ospitato in rete attraverso sistemi di questo genere.

Via Digg


MediaMaster: il jukebox personale online



Un po’ player, un po’ servizio di storage, Mediamaster è uno strumento che piacerà molto agli amanti della musica.

Si tratta di un sistema dove immagazzinare la propria musica per ascoltarla in streaming da qualsiasi computer collegato alla rete

Basta creare un account e cominciare l’upload dei propri files mp3 (e wma). Facile da usare e piuttosto rapido, io sono riuscito a caricare 110 mb di musica in un ora e 50 minuti (un mb al minuto preciso).

Si possono creare playlist, album e oraganizzare le canzoni a piacimento. I nostri brani non solo possono essere ascoltati, ma anche condivisi in un blog tramite un widget come quello sopra.

Personalmente sono legato ancora a sevizi analoghi come IJigg e Imeem, per le loro caratteristiche più spiccatamente di social network.

I brani possono essere acoltati soltato accedendo come utente a MediaMaster.


Rassegna di siti web (gli articoli che non ho scritto)

Nella navigazione in Rete, nel lavoro, attraverso la posta elettronica, attraverso le centinaia di notizie che leggo tarmite feeds Rss, vengo a conoscenza di una quantità industriale di siti.

Mi ripropongo di dedicare ad alcuni di loro, i più interessanti, un post in maestroalberto, ma mi accorgo che non ce la faccio a stare dietro a tutto. Per compensare alla mancanza segnalo qualche link al volo:

  • Mediamaster, un servizio dove immagazzinare la propria musica per ascoltarla in streaming da qualsiasi computer collegato alla rete;
  • Instacomment, servizio che permette di inserire un widget nel proprio blog con in commenti istantanei degli utenti;
  • Helphee, servizio web che consente di pubblicare al volo contenuti online (documenti di aiuto), di editarli come in una piattaforma di blogging attraverso un editor e di organizzarli in una directory (la mia pagina d’esempio);
  • Stop Disasters, un gioco online a sfondo ecologico educativo che simula eventi catastrofici (tsunami, terremoti, incendi… ) ed insegna e aiuta a prevenirli. Ne ha parlato anche il TG1 in prima serata. Purtroppo ancora solo in inglese;
  • Line Game, un gioco passatempo online divertentissimo;
  • Share2me, estensione per Firefox e IE che consente di condividere pagine web con i propri contatti, inviando il link della pagina per posta elettronica;
  • Izimi, applicazione che consente di conividere al volo ogni sorta di file e dove si può ricercare e commentare i contenuti condivisi dall’intera community;
  • Gregarius, aggregatore gratuito di feeds in php che si utilizza come un cms, installandolo su un web server;
  • Vidconverter, applicazione per scaricare e convertire video da YouTube nel proprio computer;
  • Spaml, email temporanea aleatoria.

Provate a dare un’occhiata, non ve ne perntirete di certo!


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: