Archivio per la tag 'stat'

Wikio Backlink Factory: ovvero come nasce la classifica dei blog


Wikio Backlink Factory

Wikio Backlink Factory è lo strumento sperimentale dei laboratori di Wikio che è in grado di farci capire come come nascono le sue autorevoli classifiche della blogosfera basate sul tasso di “linkosità” dei blog.

Inserendo l’URL di un blog, infatti, mostra ed indicizza i backlink ricevuti da quel sito in un periodo determinato di tempo.

L’algoritmo è in grado di monitorare i link in entrata e in uscita dell’intero blog o di un singolo post.

I risultati sono mostrati in ordine decrescente in base al numero dei link.

Uno strumento valido anche per monitorare anche chi ci linka o addirittura chi ci copia.


Grafico interattivo degli amici di Twitter: Top Twitter Friends


twitter_friend_map

Attraverso Top Twitter Friends è possibile creare facilmente un grafico interattivo degli amici di Twitter.

Senza doversi registrare s’inserisce un qualsiasi username per produrre al volo la mappa visuale. Essa si basa sui messaggi diretti ricevuti ed inviati agli amici.

Cliccando sull’icona di un contatto all’interno del grafico sarà creato il relativo reticolo dei rapporti di quella persona.

Il grafico puù essere ingrandito, rideimensionato e salvato come file XML.

In homepage il servizio pubblica una classifica degli utenti più famosi di Twitter. Appunto i Top Twitter Friends.

Via | wwwhatsnew


Confrontare il traffico dei siti web con GraphBuzz


graphbuzz

GraphBuzz è un semplicissimo strumento web con cui paragonare il traffico dei siti web in forma grafica.

Si possono confrontare fino a cinque siti inserendo l’indirizzo in base al ranking Alexa, Compete, Quantcast e Technorati.

Dispone di un comodo bookmarklet per mostrare al volo il grafico del traffico del sito che stiamo visitando.

Via | feedmyapp


La mappa mondiale dei cognomi: World Name Profiler


bubblecaption

Molti di voi conosceranno sicuramente la mappa dei cognomi italiani di Gens Italia.

Un servizio simile, molto interessante, è anche quello fornito da World Name Profiler.

Si tratta di un sito creato dai ricercatori dell’University College di Londra (UCL) che consente di ricercare l’origine e la distribuzione di un cognome nel mondo.

Contiene un database di 300 milioni di persone distribuite su 26 paesi, in particolare in Europa (Italia inclusa), Nord America, Australia, Nuova Zelanda, Giappone e India.

E’ possibile ricercare un cognome nell’intero database o soltanto all’interno di una nazione.

La ricerca renderà una mappa geografica della distribuzione del cognome in base alla densità e tutta una serie di dati statistici.

Il servizio è gratuito e non richiede registrazione.

Via | makeuseof


Simator: strumento per calcolare il valore economico di un sito web


stimator

Stimator è uno strumento per calcolare online il valore economico di un sito web.

Basta inserire una URL e il servizio, attraverso il calcolo di alcune variabili, fornisce l’ipotetico valore in denaro del sito in questione.

Stimator fornisce un rapporto della stima effettuata che può essere condiviso tramite un bottone inserendo una porzione di codice in una pagina web.

A mio avviso le applicazioni di questo genere lasciano il tempo che trovano perché, oltre ad alcuni rank noti, non possono conoscere la vera sostanza che spesso si nasconde dietro un un blog o un sito web.

Mi pare inoltre che Stimator si basi su valori particolarmente adatti al pubblico statunitense.

Via | go2web20


Colabrodo FeedBurner


feedburner_down

Sono sempre più deluso da FeedBurner, soprattutto da quando è passato in mano a Google.

Ci sono stati e continuano ad esserci un sacco di problemi. Almeno per quanto riguarda la mia esperienza personale.

La migrazione verso il nuovo feed non è stata per nulla indolore. Anzi è stata lenta e complicata. Il supporto quasi del tutto inesistente.

Alcuni lettori mi segnalano problemi per la sottoscrizione della newslwetter. Ho avuto qualche rogna anche per la gestione del FeedFlare sia nel feed, sia nell’integrazione con il mio template.

strainer_feedburner

Ma quello che mi fa arrabbiare di più è l’improvviso ed ingiustificato calo dei sottoscrittori.

In un giorno sono scesi da 2808 a 1591. Un calo di più del 40%.

Un fatto simile era accaduto con la migrazione, tuttavia nel giro di qualche settimana tutto si era sistemato.

Siamo tutti abituati d una certa fluttuazione, ma nell’ordine del 10-15%, non di più.

Ora il numero di readers comincia a risalire ma con lentezza.

Il blog di FeedBurner, inoltre, si aggiorna con una totale mancanza di regolarità, a distanza di mesi.

Per il blogger le ricadute di questo disservizio sono negative persino da un punto di vista professionale poiché, si sa, ormai l’indice di popolarità di un blog è misurato anche dal suo numero di sottoscrittori.

Non riesco proprio a comprendere queste gravi lacune e perché Google non punti a migliorare un servizio che è ormai diventato uno strumento indispensabile per affermare la presenza di un blog nella blogosfera.

UPDATE: spero che dopo il post di TechCrunch che ha avuto lo stesso problema e che perso 2 milioni di reader in un colpo solo, FeedBurner si degni di dare spiegazioni dettagliate su ciò che sta avvenendo.



Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: