Archivio per la tag 'informazione'

Una Barca(mp) di idee

marcamp

La mia prima esperienza al BarCamp è stata positiva. Il MarCamp di ieri ad Ancona è stato un momento d’incontro e di scambio proficuo. Ho vissuto l’evento un po’ in disparte e in questo forse ho sbagliato. Più di una persona mi ha invitato a parlare e a raccontare la mia esperienza con Ricerche Maestre, ma ho voluto trascorrere una tranquilla giornata da attento osservatore.

Mi è comunque rimasto molto: lo spirito di accoglenza dei ragazzi marchigiani, la naturale simpatia del nutrito gruppo pugliese, l’improvvisata chiacchierata con chi mi ha riconosciuto e rivolto la parola, l’incontro diretto con alcune persone che da tempo conosco solo tramite posta elettronica, chat o i commenti nei blog.

Un sacco di idee al MarCamp. Per chi, come me, è abituato alle formazioni scolastiche, spesso noiose ed obbligate, l’evento è risultato essere sorprendentemente collaborativo, creativo ed estemporaneo, nell’accezione migliore del termine.

Non penso di fare torto a nessuno se dico che i momenti salienti dell’evento sono stati il “comizio” di Antonio Tombolini su “cosa e come vendere online, e anche un po’ il perché“, le cui idee sul Web sono una spanna avanti (direbbe il Giacomo del famoso trio comico) rispetto alla media degli addetti ai lavori, e la presentazione di Robin Good.

Quest’ultimo (foto) è stato la vera stella del MarCamp. Un personaggio veramente fuori dalle righe, con la sua trascinate carica taeatrale, che ricorda quella di un Beppe Grillo (spero non si offenda anche perché non sono l’unico ad averlo pensato), una vera e propria bomba di energia e di entusiasmo contagiante.

Ci ha travolto con il suo imperdibile slideshow (e che show!) “Diventa Boss Di Te Stesso” sulle strategie e i trucchi “su come usare un blog per aumentare la propria credibilità e per creare una propria fonte di guadagno alternativa“. Alla fine era tutto sudato e l’ovazione del pubblico è stata supermeritata e molto spontanea.

Troppo bravo. Mi chiedo: come si fa ad intervenire dopo un talento così? C’è solo un modo, offrire un buon bicchiere di vino come ha fatto Giovy

Un’esperienza da ripetere, anche se difficilmente potrò sentirmi a casa mia come nelle Marche, regione che amo e che ormai considero come una seconda patria in quanto vi trascorro gran parte del periodo primaverile ed estivo.

Links: MarCamp, le foto su Flickr


MarCamp: il BarCamp Marche ad Ancona

marcamp

Ci sarò, per una volta non da maestro ma come attento discepolo. Spero di stringere mani e dare pacche sulla spalle. Sono un po’ emozionato.

Link: MarCamp


Falso sito porno per denunciare sfruttamento sessuale

Idea intelligente e decisamente forte di questa ragazza, Sofia, che attraverso un falso sito porno usato come specchio, denuncia lo sfruttamento sessuale e la cruda realtà nascosta dietro il mondo della prostituzione.

Cliccando su un link qualsiasi si ottengono informazioni (in spagnolo) sulle violenze che soffrono le ragazze come Sofia, donna e prostituta che non ha un supporto legale e sociale per uscire dalla situazione in cui si è trovata.

Mi ha offerto un profondo spunto di meditazione.

Bufala di Time, il vero personaggio dell’anno è Hugo Chávez! Ecco le prove

Il personaggio dell’anno non è l’internauta! Pare che la rivista Time abbia deciso di fare questo quando si è resa conto che il vero viincitore del sondaggio proposto era Hugo Chávez con il 35% dei voti. Gli internauti come personaggio dell’anno sono dunque un’autentica invenzione…

Il chistesito merita giustizia!

Visto su Alt1040 e Tecnorantes.

Update 20 dicembre. Ho parlato via chat con Luca Conti del fatto e lui mi dice: “Time sceglie il personaggio dell’anno tra il suo staff editoriale e non con sondaggi sottoposti ai lettori, quel sondaggio, se ho capito bene, è per avere l’opinione dei lettori… poi sinceramente non vedo proprio perché Chavez dovrebbe essere uomo dell’anno… la mia opinione è sicuramente deformata dal fatto che sui media italiani di Chávez non se ne è quasi mai parlato salvo forse quando Berlusconi l’ha fatto salutare dalla Yespica a Palazzo Chigi, se ricordo bene.”

Prendo atto e lo ringrazio pubblicamente per la precisazione, ma sottolineo il fatto di come gli americanissimi lettori dell’autorevole Time abbiano scelto ai primi due posti quelli che sono considerati dagli americani stessi i loro principali nemici.
Inoltre non mi meraviglio che i media italiani non parlino mai di personaggi come Chávez, troppo asserviti al potere e allineati alle tendenze dei grandi networks statunitensi per farlo…

Se il web fosse una città… ci sarebbe molta spazzatura

www

Se il web fosse una città ci sarebbero palazzi di lusso e molta spazzatura…

Metafora significativa: la quantità non equivale alla qualità.

Via Irony

Guida per bloggers e cyber-dissidenti

cover

Da Reporters senza frontiere, una guida molto particolare sul blogging politico anonimo.

Pagina download

guida


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: