Archivio per la tag 'cloud'

Google Apps For Education: una grande risorsa per la scuola

Google Apps for education è un pacchetto di applicazioni gratuite pensate da Google specificamente per scuole e università.

Esse consentono di far comunicare tra loro via cloud studenti, insegnanti e tutto il personale della scuola.

Le Google Apps consentono di ottimizzare, attraverso tecnologie collaborative di rete, la circolazione di informazioni interne tra il personale della scuola (comunicazioni, documenti, agenda degli impegni) .

Ogni istituto scolastico può così gestire in modo produttivo ed immediato il flusso di informazioni di tutta la scuola. Le applicazioni sono accessibili via web e non è necessario installare alcun software sui computer personali: possono anche essere raggiungibili dal sito web istituzionale della scuola.

Il risultato è che email, documenti, calendari, moduli, fogli di calcolo e presentazioni sono accessibili e modificabili sempre e da qualsiasi postazione tramite qualsiasi  dispositivo fisso e mobile.

Facilità di utilizzo e collaborazione tra  utenti, pertanto, sono le caratteristiche che rendono estremamente produttive le Google Apps.

Gli strumenti per la creazione dei documenti, per esempio,  forniscono funzioni di modifica in tempo reale, efficienti metodi di condivisione e di integrazione  Sono in buona sostanza  un ambiente ideale per lo studio, l’insegnamento e la professione. 

Studenti, insegnanti e personale amministrativo possono sempre accedere ad un ambiente strutturato e sicuro continuamente aggiornato da Google. Inoltre non c’è bisogno di acquistare software, spazi presso provider internet,  sistemi di file hosting e di gestire complicati server. Il tutto è completamente gratuito ed è controllato da utenti ed amministratori attraverso un’unica semplice interfaccia.

Le Google Apps permettono di favorire la circolazione delle informazioni interne (comunicazioni, avvisi e circolari), la documentazione (modulistica, progetti, lezioni, unità didattiche, programmazioni) e la gestione degli impegni (convocazioni, scadenze, eventi in agenda).

Le applicazioni Google Education sono raggiungibili anche tramite Google Drive e nello specifico sono formate da:  Documenti, Moduli, Fogli di calcolo, Presentazioni, Calendario, Gmail, Sites, Google Drive. Sono accessibili via browser tramite una semplice connessione internet e  sono diffuse per tutti i sistemi mobili (iOS, Android, Windows Mobile).

Il sistema di posta elettronica, in particolare, è il centro operativo tramite il quale vengono fornite le comunicazioni scolastiche.

Ogni docente, studente e addetto di segreteria può disporre di una casella postale del tipo nomepersona@nomesitodellascuola.it che può essere gestita come web mail o perfettamente integrata in un altro account Gmail personale.

La casella postale personale e l’accesso alle  altre app, in caso di trasferimento di un docente ad altra scuola, può essere sospeso e riattivato in caso di ritorno.

I calendari condivisi possono essere costantemente aggiornati per pianificare la gestione del personale, resi pubblici o mantenuti privati se si tratta delle agende personali di docenti e studenti ed è necessario mantenere la privacy.

Persino il sito scolastico può essere gestito senza spese aggiuntive per la scuola e lo spazio di archiviazione è praticamente illimitato per tutti e per sempre. Drive, di fatto, può essere utilizzato come archivio digitale dei documenti scolatici, della modulistica e perfino della biblioteca della scuola attraverso vari dipartimenti strutturati per gruppi di lavoro, gradi di scuola, mansioni interne ed interessi disciplinari.

Google Sites, infine, offre la possibilità di creare siti e pagine web in modo intuitivo, senza il bisogno di conoscere i linguaggi di programmazione, utilizzando un’interfaccia visuale simile a quella dei classici software di videoscrittura. Può essere usato pertanto per realizzare pagine web per progetti, formazione interna, blog di classe e tanto altro.

symbaloo e edu.symbaloo: condivisione sociale di siti preferiti per insegnanti e per tutti

symbaloo è un sito di condivisione sociale di siti preferiti per tutti, edu.symbaloo è la versione pensata specificamente per gli insegnanti e il mondo della scuola.

Si tratta di uno strumento che permette di gestire, organizzare e condividere i siti preferiti nel cloud e quindi di ritrovarseli in qualsiasi device connesso ad internet da qualsiasi postazione si acceda.

symbaloo  fornisce anche app per tablet e smartphone Android e iOS e quindi è gestibile anche in mobilità. 

Ci si può registrare in modo classico o entrare connettendosi tramite account Facebook e Google.

L’organizzazione dei bookmark avviene in modo visuale ed intuitivo attraverso una startpage (pagina iniziale) organizzata in un reticolo di bottoni a icona.

Si possono creare gruppi di link in base a categorie e nominare il risultato a piacere.

Vi si possono aggiungere anche flussi di notizie da siti web attraverso la gestione di feed RSS.

Il tutto è altamente personalizzabile anche e soprattutto da un punto di vista grafico.

L’aspetto più interessante del servizio, tuttavia, è la condivisione dei cosiddetti webmix, ossia delle bacheche di siti preferiti pubblicate da altri utenti. Ciò significa che possiamo sfruttare il lavoro fatto da altri per scoprire siti interessanti e utili.

La versione per insegnanti è particolarmente efficace ed interessante perché i contenuti proposti e condivisi sono organizzati in argomenti: didattica, discipline, gradi di istruzione, ecc.

Gli insegnanti per esempio possono creare webmix per i loro studenti o colleghi ed ottenere addirittura una certificazione EDU.

Vedi il mio vecchio post: organizzare e accedere ai propri siti favoriti ovunque da computer tablet e smartphone

Hive: cloud storage illimitato gratuito

hive

Hive è un nuovo servizio di cloud storage illimitato gratuito.

Non ci sono infatti limiti all’uploud e in pratica si può conservare nella nuvola il contenuto di un capiente hard disk. Ipoteticamente non è neppure necessario selezionare i file per il backup online, contrariamente a quanto si può ottenere con i servizi simili alla Dropbox, Copy, OneDrive, Box o Google Drive che invece pongono dei limiti nelle opzioni gratuite.

Vi si può caricare e condividere con amici e colleghi una quantità infinita di documenti, immagini, foto, musica e video, creando, se lo desideriamo, un enorme archivio virtuale online.

La domanda allora sorge spontanea: su quale modello di business si sorregge Hive.im? Esiste la possibilità di pagare account premium che offrono la possibilità di rimuovere i messaggi pubblicitari e che forniscono lo streaming online di musica e video in alta qualità.

 Hive offre applicazioni desktop di upload e gestione dei file e app per tablet e smartphone.

Spotbros: un tera di spazio cloud gratuito

Spotbros è un servizio che offe un tera di spazio cloud gratuito, vale a dire la bellezza di 1000 giga, praticamente quanto un hard disk dei più capienti computer.

La promozione è valida per un mese e si può inviare e condividere qualsiasi tipo di file (documenti, immagini, video) anche e soprattutto via app.

Sono disponibli infatti anche app gratuite per iOS e Android.

Flickstagram: applicazione web per trasferire foto da Instagram a Flickr

Flickstagram è una comoda applicazione web che permette di trasferire foto da Instagram a Flickr facilmente.

Considerato il terabyte di storage cloud gratuito che il nuovo Flickr mette a disposizione anche agli account gratuiti è un’occasione da non perdere per effettuare un backup.

Per avviare il processo di importazione basta accreditarsi ai due social network, decidere se mantenere le immagini pubbliche o private e attendere. Le foto importate conterranno caption, hashtag, localizzazione, data dello scatto e addirittura i commenti.

Flickstagram è u sevizio del tutto gratuito.

Attachments.me, Cloudy e Kloudless: salvare gli allegati delle email sui servizi cloud alla Dropbox

Kloudless è un’estensione per Chrome che consente di salvare gli allegati delle email sui servizi cloud alla Dropbox.

Si integra con Dropbox, Google Drive, Box e si connette con Gmail.

Per farla funzionare basta installarla ed accreditare gli account dei vari servizi.

Un altro plugin che funziona praticamente allo stesso modo in Chrome è Cloudy per Gmail.

Questa valida estensione funziona con Facebook, Google Drive, Dropbox, Box, Picasa, Instagram, Flickr, Github, Evernote e Alfresco.

Attachments.me, infine, è un plugin per Firefox e Chrome che come gli altri consente di salvare facilmente file da Gmail in Dropbox, Google Drive, Box, liberando spazio sulla nostra casella di posta elettronica.

Fornisce anche una comoda app per iPhone e iPad con cui gestire i file.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: