Archivio per la tag 'video'

Infectiousvideos: il meglio del meglio dei video online

L’obiettivo di Infectiousvideos è raccogliere i migliori video dei servizi di hosting come YouTube o Google Video.

Gli utenti possono usare il servizio anche come vlog (blog di soli video) nel quale commentano e condivividono quelli che ritengono i migliori.

Possono anche essere inseriti annunci pubblicitari di Google Adsense, che appariranno nei video caricati nella metà delle pagine visitate, per guadagnare denaro.

Visto su wwwhatsnew

Twango: condividere media

Twango è un servizio ormai collaudato che permette di condividere immagini, video, audio e documenti. Copyright permettendo i contenuti possono essere ripubblicati in blogs e siti web.

I media sono suddivisi in canali e posssono essere organizzati tramite filtri. Si possono esercitare numerose azioni con i nostri files: condivisione tramite email, links diretti, slideshows, pubblicazione sulle piattaforme di social networking (funzione embed, un esempio sopra). Ogni utente ha un suo profilo personale che corrisponde ad una pagina web.

Lo storage è illimitato ma si possono caricare fino a 250 mb al mese di contenuti. C’è chi l’ha definito lo “YouTube per tutto“. Devo dire che il servizio è semplice, rapido ed affidabile.

Spot commerciali e scelte musicali (opinabili) dei pubblicitari

Ogni tanto, guardando la tv, mi accorgo delle scelte particolari fatte dai pubblicitari riguardo le musiche di alcuni spot. Shell ha scelto un mitico pezzo dei Buffalo Springfield, For What It’s Worth (1967), che fu un altentico inno delle rivolte studentesche dei colleges universitari americani, preludio del ’68 europeo.
La canzone in particolare è stata ispirata a Stephen Stills (poi convogliato insieme a Neil Young nei nel celeberrimo quartetto Crosby, Stills, Nash & Young) dagli scontri di piazza avvenuti nel 1967 intorno alla università di Berkeley.
Mi chiedo, che c’incastra con la pubblicità di un carburante? Per fortuna si sentono solo le magnifiche note d’inizio e non il testo.

Scelta azzeccatissima quella del Tè Lipton, Something To Talk About di Badly Drawn Boy, colonna sonora del film About A Boy. Un brano molto british, del più inglese dei musicisti inglesi, un artista che amo molto. Perfetto per la reclame di un tè.

Nota: su YouTube ci sono varie versoni del pezzo dei Buffalo, ho scelto quella che mi sembrava la più rappresentativa dell’epoca in cui è stata registrata, dove oltre a Stills staglia un allampanato Neil Young con tanto di tipico cappello. Da menzionare la simpatica cover fatta dal musicista brasiliano Sergio Mendes alcuni anni fa in versione dance.

Considerazione:fin quando YouTube ci lascerà assaporare queste chicche?

Web 2.0 (video)


Web 2.0
Caricato da CrazyCat

L’autore, Leo Bridle, con questo video è risultato vincitore di un concorso pubblicitario.

Divertente ed esplicativo.

Google CSE arruola adepti ovunque tranne che in Italia

Google CSE continua a fare adepti, ovviamente, perché le sue potenzialità sono enormi. Ora è la volta di VDoogle, un motore di ricerca che consente le ricerche in 14 siti di alloggiamento e condivisione video.

Senza fronzoli e miniature proprio perché basato sul motore di ricerca personalizzato di Google.

Italia, se ci sei batti un colpo! Cosa si aspetta anche noi a sfruttare questa magnifica tecnologia?

Vedi anche Gcoop’s

Gameklip: video di giochi

Gameklip segue la tendenza di raccogliere video tematici in un unico servizio web specifico. Gameklip raccoglie video di giochi delle le principali consolle.

E’ una sorta di YouTube a tema (è simile anche nell’interfaccia) dove si trovano trailers, trucchi, previews e tutto quello che ha a che fare con il mondo dei video giochi. Naturalmente le clips possono essere inserite in blogs o siti web.

Viso in Dotpod

Seguimi

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

Maestro Alberto Scuola Primaria

Maestro Alberto albertopiccini.it
Se cerchi notizie sulla Scuola Primaria clicca sopra