Archivio per la tag 'online'

Quarta puntata della podcast rassegna stampa Web Docet: c’è anche Maesrto Alberto!

EduPodcast

E’ on line la quarta puntata della rassegna stampa su scuola, formazione e tecnologie Web Docet, su EduPodcast, dal titolo Alla ricerca del tempo (di studio) perduto.

Questo il sommario:

  • Generazione copia&incolla con i compiti a casa? Chi di tecnologia ferisce, di tecnologia perisce
    [Paolo Mastrolilli, “Copia&incolla addio. Nasce il programma che svela i plagi”, La Stampa, 23 settembre 2006]
  • Forse l’importante è che tutti abbiano la stessa (democratica?) possibilità di copiare
    [Stefania Miretti, “Costretti a macinare la farina del sacco altrui”, La Stampa, 23 Settembre 2006]
  • Gennaro Gattuso: chi studia ha un cervello pazzesco
    [Sandra Petrignani, “Ringhio Ferroni e il prof. Gattuso”, Panorama, 29 Settembre 2006]
  • Troppi compiti a casa possono fare male (specie per i più piccoli)
    [Emily Bazelon, “Forget Homework. It’s a waste of time for elementary-school students”, Slate, 14 settembre 2006]
  • Usare YouTube per la didattica. Tra rischi e divertimenti condivisi
    [Chris O’Neal,”A Teacher’s Tour of YoutTube“, Edutopia, 25 settembre 2006]
  • Wiki didattico, quale servizio usare?
    [Christopher Craft, “Up to my ears in Wikis”, 26 settembre 2006 e “Part 2 of the Wiki Experiment”, 27 Settembre 2006]
  • Wikiversity, università diversa in salsa wiki, con materiali liberamente usabili
    [Wikiversity]
  • WikiBooks, libri di testo a contenuto aperto
    [Alberto Piccini, “Wikibooks: libri di testo, manuali, testi educativi, gratis e a contenuto aperto”, 27 settembre 2006 e WikiBooks]

E’ un privilegio e un onore per me far parte di questa rassegna stampa. Sono d’accordo soprattutto sul quarto punto, quello che riguarda i compiti a casa per i più piccoli. Interessante anche il tema dei wiki didattici.

Ascolta la quarta puntata.

Link diretto alla pagina.

Xdrive: 5 giga di storage online gratuiti e molto di più

Xdrive è un servizio di storage online di AOL gratuito le cui principali caratteristiche sono:

  • uno spazio da 5 giga con trasferimento dei file criptato
  • semplice upload o multiplo
  • upload tramite email
  • upload di files direttamente dal web, senza scaricarli direttamente sul proprio computer tramite un comodo plugin
  • upload tramite la funzione drag and drop nel disco virtuale attraverso Risorse del Computer (necessita di software apposito)
  • archiviazione di dati personali (i posts del proprio blog, profili personali, ecc) attraverso un solo bottone
  • condividivisione di files con persone autorizzate
  • caricare, organizzare e modificare foto, condividere foto albums, inviare singole foto, visualizzarle in vari modi, anche come slideshow
  • caricare files mp3, organizzarli in playlists, ascoltare musica tramite un apposito player, iTunes o Windows Media Player
  • importazione automatica, organizzazione e backup dei nostri bookmarks (purtroppo per ora solo IE)
  • backup automatico di files o cartelle, monitorabile e configurabile a nostro totale piacimento
  • altri strumenti gratuiti che agevolano la gestione dell’hard disk virtuale (tra cui interazione con PDA e smartphones)

La funzione di backup automatico lo mette in concorrenza con Mozy, un altro ottimo servizio equivalente e funzionale che uso da tempo con soddisfazione.

Il servizio, per la sua completezza e la sua ricca dotazione di strumenti, è destinato a sbaragliare la concorrenza. L’ho provato e devo dire che è davvero ottimo e veloce, inoltre offre davvero molto di più rispetto a servizi simili, non solo per lo spazio (5 giga cominciano ad essere davvero tanti), ma per le sue caratteristiche peculiari che lo rendono unico. Mi sembra strano che sia del tutto gratuito…

Vedi anche: eSnips: finalmente un ottimo servizio di storage

Editor HTML on line: vedi ciò che digiti in tempo reale

HTML Real time Editor
Real Time HTML Editor, più spartano di così è impossibile.

Schermo diviso in due orizzontalmente, nella parte azzurra superiore si digita il codice HTML, e nel frame sottostante bianco si vede il risultato in tempo reale.

Un valido strumento per i bloggers

Estrarre testo da PDF con PDFTextOnline o Foxit Reader

PDFTextOnline è uno strumento on line che consente di estrarre il testo di un file PDF in modo molto rapido senza errori e di converirlo in un semplice file TXT.

Normalmente questa è una operazione che necessita di Acrobat Professional, che costa un occhio e che spesso genera testi inappropriati, pieni di errori. Un’altra soluzione potrebbe essere l’uso di uno scanner e di un buon OCR (software di conversione del testo utilizzato dagli scanner), ma è un’operazione noiosa e complicata. Infine potremmo digitare ex novo il testo con un editor come Word o Writer…

Per chi non ama lavorare on line, la soluzione più convincente tuttavia è l’uso di Foxit Reader, un software alternativo ad Acrobat Reader, molto più rapido, leggero (solo 1,5 mb contro i 20 di Acrobat), altrettanto gratuito e, soprattutto, dotato di un ottimo convertitore di testo rapidissimo (basta cliccare sul pulsante apposito). La funzione di convertitore purtroppo funziona solo con al versione pro, che tuttavia ha un costo piuttosto contenuto (39 $ per la singola licenza).

Scarica la versione 2.0 per Windows: installer e archivio zip (non necessita di installazione).
Per la versione in italiano è necessario incollare questo file nella directory d’installazione del programma, solitamente C:\Programmi\Foxit Software\Foxit Reader).

Un esempio di cosa si può ottenere con questi strumenti e con l’ausilio di Microsoft Word:

  • il pdf originale (colorato e pieno di fronzoli)
  • il documento rielaborato (pulito, con solo il testo)

Lasciate perdere i software a pagamento quando esistono alternative così valide, addirittura migliori e, soprattutto, gratuite!

eSnips: finalmente un ottimo servizio di storage

Ne ho provati di tutti i colori: Orbitfiles, Box.net, Steamload (ora diventato Mediamax), 4shared, Omnidrive ed altri che ora mi sfuggono.

Qui un’ottima tabella comparativa completa con le caratteristiche principali dei servizi (via AB Techno Blog).

Sebbene alcuni siano validi (Box.net per esempio o Mozy, che però offre soltanto backup), tutti hanno qualche limite: lentezza, interfaccia non troppo amichevole, poca chiarezza per arrivare ai links dei files da condividere, gestione tramite uploader da scaricare e via dicendo.

Nessuno mi ha soddisfatto del tutto, poi ho scoperto eSnips.

Pochi fronzoli e molta sostanza. Caratteristiche principali:

  1. 1 GB di storage free
  2. facilità d’uso
  3. ottima gestione di file e cartelle
  4. upload multiplo
  5. tags
  6. chiara distinzione tra ciò che è privato e ciò che è condiviso
  7. community e blog
  8. possibilità di salvare tra i preferiti files condivisi da altri utenti
  9. profilo personale dell’utente personalizzabile
  10. url per le cartelle pubbliche
  11. eccellente download con link diretto

E’ proprio questa caratteristica quella che più mi ha soddisfatto, perché permette di arrivare direttamente a scaricare un file senza passaggi intermedi. Funzione indispensabile per i blogger come me che hanno bisogno di condividere files con i visitatori, tramite un accesso che consenta il download con un solo click.

Guarda una mia cartella pubblica, una pagina web vera e propria (puoi cliccare anche sul widget sotto).

Non ci ho messo molto a diventare un eSnipper… 🙂

Slideshow 2.0, trasformare immagini in proiezioni

Con Slide, ennesimo programma web 2.0, è possibile creare rapidamente delle proiezioni d’immagini da inserire nel proprio blog.
Le immagini possono essere caricate da Photobucket, Flickr, MySpce, da URL generate da un qualsiasi servizio di hosting e dal’hard disk del proprio computer.

Dopo essersi registrati, i passi da fare sono tre:

  1. creare la slideshow caricando le immagini (io l’ho fatto da Flickr accedendovi direttamente dall’interfaccia di Slide) e personalizzarla, con temi, tags, descrizioni, scegliendo dimensioni e stili diversi, ce ne sono tanti e molto simpatici. I nostri cambiamenti e le nostre prove sono visibili in tempo reale!
  2. Salvare la proiezione. A questo punto viene generato un codice valido per numerose piattaforme di blogging.
  3. Copiare ed incollare il codice nel nostro sito.

Il risultato è quello che vedete. Ma è soltanto una delle tante svariate possibilità. La slideshow viene conservata nel nostro profilo, può essere modificata in qualsiasi momento e può essere iviata per email o salvata nel nostro computer per usarla come screensaver.

Nel sito c’è anche una community con cui condividere presentazioni e dove scegliere quelle che più ci piacciono, da modificare a nostro gusto e da aggiungere alle nostre favorite. Ce ne sono alcune molto ben fatte. Ecco un esempio con Marylin Monroe.

Davvero un ottimo servizio, facile da usare ed anche molto divertente!

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

Maestro Alberto Scuola Primaria

Maestro Alberto albertopiccini.it
Se cerchi notizie sulla Scuola Primaria clicca sopra

Seguimi nei social e metti un like :)