Archivio per la tag 'lifestream'

Google Friend Connect: aggiungere un aspetto sociale ad un blog


Ne stanno parlando un po’ tutti (anche gli amici).

Mi riferisco a Google Friend Connect e sono pronto a scommettere che diventerà la prossima mania di molti blogger.

Si tratta di un servizio offerto da Google per offrire un aspetto sociale ai suoi utenti e per mettersi in competizione in particolare con FaceBook ma anche con sistemi collaudati come FriendFeed e MyBlogLog.

In pratica è un widget personalizzabile che gli utenti Google possono installare nel proprio blog (o in qualsiasi pagina web personale) tramite il quale costruire una rete sociale di contatti con cui interagire e socializzare.

Google Friend Connect è di fatto un aggregatore di persone che mira anche a far aumentare i visitatori di un sito web.

L’utilizzatore, attraverso il pannello di amministrazione, può monitorare le statistiche relative agli amici e alla propria community.

E’ anche possibile aggiungere un’opzione che permette ai membri di commentare le pagine del nostro blog, votarle e via dicendo.

L’unica perplessità che ho risiede nel fatto che il widget pesa circa 50 kb, un po’ troppi. Mi chiedo dunque se vale la pena di appesantire il nostro sito con un altro cioccolatino…

Per questo unico motivo aspetterò ad installarlo. Mi limiterò per il momento a sottoscrivere le comunità degli amici.


Mostra la tua attività online di FriendFeed con un widget


View my FriendFeed

FriendFeed ha lanciato un nuovo strumento per mostrare l’attività online di un utente tramite una immagine (più statica e leggera) o un javascript (più dinamico e pesante).

Da registrati basta recarsi alla pagina dei embeddable widget, configurare e prelevare il codice da inserire in una pagina web per esempio nella sidebar del proprio blog.

Il codice può essere personalizzato usando i CSS.

Ci sono widget specifici che funzionano in WordPress e Blogger. Altri badge utilizzabili con lo stesso sistema sono disponibili alla pagina widgets.

In questo modo è possibile mostrare e condividere facilmente il proprio lifestream online.

Via | Digital Inspiration


Twitbacks: generatore di sfondi personalizzati per Twitter


twitbacks

Twitbacks è un servizio web che permette di creare sfondi personalizzati da usare in Twitter per ora gratuito, un domani chissà.

Si tratta di riempire un formulario con le informazioni che vogliamo inserire, scegliendo anche un logo e selezionare uno tra i template messi a disposizione.

E’ anche possibile aggiungere un lifestream personale. In particolare il proprio FriendFeed, MySpace, FaceBook, LinkedIn, Plurk, Pownce, Stumbleupon, Bebo, Tumblr.

Conclusa l’operazione si riceverà una email con il link dove scaricare l’immagine da usare in Twitter.

In questo modo otterremo uno sfondo in grado di aggiungere maggiori informazioni al nostro profilo.

Se invece volete provare a creare un template da voi vi consiglio di dare un’occhiata all’interessante guida a come creare un tema per Twitter usando Powerpoint: Create A Twitter Background Using Powerpoint.


Storytlr: la tua vita online in un sito web personale


storytlr

Storytlr è un servizio web gratuito che consente di mostrare la nostra vita online in sito web personale.

Un po’ lifestream, un po’ microblogging, un po’ blogging in un uni applicazione web 2.0.

E’ possibile creare un sito con una URL di secondo livello del genere http://maestroalberto.storytlr.com/ in modo semplicissimo.

Basta importare i contenuti da tutti i social network a cui siamo registrati e indirizzi feed RSS. Supporta Twitter, Facebook, Delicious, Digg, Flickr, Picasa, Qik, Seesmic, StumbleUpon, Tumblr, LastFM, YouTube, Google Reader e Vimeo.

E’ anche possibile scrivere post come in un normale blog, creare storie specifiche filtrando i contenuti e aggiornare il proprio status come in Twitter. Non c’è bisogno di conoscenze specifiche, tutto è estremamente semplice ed intuitivo.

Il nostro Storytlr è configurabile anche nell’aspetto grafico: si può personalizzare il tema, aggiungere un titolo, un profilo, un avatar, una piccola biografia.

Si può promuovere il nostro sito tramite feed, widget e consentire la ricerca dei contenuti.

Si tratta in definitiva di un ottimo servizio. Come ho già detto un po’ blog, un po’ Tumblr, un po’ Twitter, un po’ FriendFeed, un po’ FaceBook.

Una buona maniera di condividere e promuovere la propria presenza online in modo elegante, efficace ed intuitivo.

Via | go2web20


L’evoluzione della scrittura in Internet


evolutionwriting

Dalla scrittura classica al microblogging, dalla concentrazione al re-blogging, dal testo alla sua assenza, A Very Brief History of Micro-Media, ovvero quando un’immagine vale molto più di mille parole.

Clicca qui per vederla nelle sue dimensioni originali.

Via | Digital inspiration


URL tracking per Twitter e FrindFeed: TweetBurner


tweetburner

TweetBurner è un servizio accorcia URL alla TinyURL che è in grado di monitorare i link inseriti in Twitter e FeedBurner.

In pratica permette di visualizzare quante volte gli utenti cliccano sulle URL da noi postate nei popolari servizi di microblogging e lifestreaming.

TweetBurner, infatti, produce una serie statistiche e le mostra nel pannello utente. In particolare mostra i link più visitati, gli ultimi creati e quelli più popolari dell’intera twittersfera.

Ci si può accreditare gratuitamente attraverso le nostre credenziali Twitter.

Fornisce anche un comodo bookmarklet da trascinare nella barra dei segnalibri del browser per accorciare al volo automaticamente le url delle pagine web visitate.



Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: