Archivio per la tag 'editing'

Asterpix: rendere interattivi i video di Youtube con annotazioni


Asterpix consente trasformare i video contenuti nei servizi di video sharing alla YouTube in filmati interattivi.

E’ necessario registrarsi al servizio per poi passare alla creazione che avviene in 3 passaggi.

  1. caricare il video indicando la sua URL o l’username di YouTube;
  2. aggiungere le informazioni, ossia modificare titolo, descrizione, categoria e tag;
  3. aggiungere note di testo in alcune aree selezionate del video.

Le note rendono il filmato navigabile da chi lo sta guardando, per esempio attraverso link a pagine web o ad altri video.

Asterpix

Il risultato lo si può osservare nel video che ho inserito sopra. Infatti essi possono essere condivisi tramite codice proprio come si fa con YouTube.

Perfetto per creare un video tutorial o per generare contenuti educativi.

Via | Mashable

Microsoft Office Live Workspace: l’ufficio si sposta sul web


Microsoft Office Live Workspace è l’adeguamento di Microsoft alla nuove tendenze del web 2.0, una sorta di risposta a Google Docs, anche se si presenta con caratteristiche molto diverse.

Office Live, infatti, integra la suite Office da desktop nel web. I nostri documenti non sono accessibili in internet, non sono modificabili online, bisogna sempre lavorarci direttamente da un computer e poi salvarli in remoto.

Consente di condividere più di 1.000 documenti Office e di accedervi da qualunque postazione via web, di invitare persone per il’editing collaborativo e di gestire l’upload multiplo dei file.

A mio avviso la mancanza di un editor online è un grosso limite rispetto Google Docs, tuttavia incontrerà i favori dei numerosissimi affezionati del pacchetto Office.

Sopra il demo pubblicitario.

TypeRoom: editor online di siti web



Ho ricevuto un invito a TypeRoom e l’ho provato (sopra un breve video dimostrativo).

Immaginate di poter trasformare un sito web online, senza mettere mani al codice, attraverso un editor visuale con la possibilità di cambiare testi, inserire immagini, caricare PDF e documenti Word.

TypeRoom è tutto questo. S’nserisce l’URL di un sito web, esso sarà caricato nell’interfaccia dell’applicazione e sarà possibile iniziare a lavorarci sopra.

TypeRoom



Per esempio sopra ho caricato Wikipedia, sostituendo il logo ufficiale con 4 dei miei bottoncini. La parte superiore mostra il sito, quella inferiore l’editor.

TypeRoom



Si possono apportare molte modifiche in modo rapido e, concluso il lavoro, può essere salvato caricando la pagina tramite FTP o inviandola al webmaster per posta elettronica.

TypeRoom



Ovviamente l’utente può modificare soltanto i domini che gli appartengono.

Presto, oltre alla versione lite (per ora in fase beta ad inviti), sarà lanciata la versione pro con opzioni di controllo aggiuntive non solo delle singole pagine ma dell’intero template di un sito web.

I cultori dei CMS forse inorridiranno, ma TypeRoom potrebbe rendere felici e semplificare la vita a quei webmaster che hanno bisogno di effettuare modifiche al volo a un sito evitando di usare gli appositi software di editing e i client FTP, in modo da soddisfare immediatamente anche le più piccole esigenze dei propri clienti.


Pixoo: salone di bellezza digitale

Pixoo



Pixoo è un servizio web a pagamento, ancora in fase beta privata, che si occupa di ritoccare foto in modo da usarle nelle reti sociali. In pratica ci rende un po’ più belli eseguendo le nostre specifiche richieste.

Si può inviare una foto qualsiasi, addirittura con altre persone o con uno sfondo inadeguato che prontamente saranno rimossi. E’ il sistema stesso che suggerisce le possibili migliorie del volto e si può addirittura modificare l’abbigliamento.

Un team di artisti e di professionisti del fotoritocco digitale lavoreranno sulla foto che inviamo e ci restituiranno, entro 24 ore, un set di immagini elaborate di varia grandezza.

Tempo fa ho inviato una email per poter accedere al servizio, mi hanno invitato e così ho deciso di provarlo. Si paga tramite PayPal. Il trattamento ammonta a poco meno di 20$, ma mi hanno fatto lo sconto del 50% essendo uno dei primi partecipanti alla seconda fase beta privata, quindi ho pagato 9.90$ (6.75€ al cambio attuale).

Se l’utente non rimane soddisfatto del risultato, può comunicarlo alla squadra di Pixoo e la nostra foto sarà rielaborata finché non sarà del tutto soddisfatto.

Se non siete esperti di Photoshop e desiderate una bella foto per presentarvi in rete ad un prezzo decente, allora Pixoo fa per voi. In fondo, quanto spendete dal parrucchiere?

Oltre all’efficienza del servizio, mi ha colpito il nuovo modello di business collaborativo online che si basa sulla possibilità offerta dalla rete di poter lavorare in equipe anche trovandosi fisicamente molto distanti.

Pixoo



Nel post trovare le immagini del lavoro che hanno fatto con me, in alto l’immagine originale che ho spedito (molto estiva), poi il primo ritocco. Non essendo soddisfatto (la maglietta era orribile) ho richiesto un ulteriore ritocco (che vedete sotto) e ho fatto ripristinare il bellissimo sfondo originale.

Pixoo



Oltre all’immagine originale ce ne sono ben altre 49 già dimensionate e pronte da usare nelle principali reti sociali.

Un’esperienza da provare.



Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: