Archivio per la tag 'video'

LikeLight: il pulsante like di FaceBook ricreato con una lampada luminosa di mattoncini Lego (video)

LikeLight è un curioso video che mostra come progettare un pulsante like di FaceBook con una lampada luminosa di mattoncini Lego.

Ricreato con un set di mattoncini, cavi elettrici, una lampadina luminosa, un cavo ethernet e con una modifica al codice PHP, consente di integrarsi alla perfezione con il pulsante “mi piace” vero sfruttando le API di FaceBook.

Della serie: non c’è limite alla fantasia…

Videogiochi classici anni ’80 con colonna sonora reale (video)

ULTRA NEXTGEN AAA Sound Design è un curioso video che propone tutta una serie di videogiochi classici anni ’80 con colonna sonora reale.

Pac Man, Tetris, Brick, Arkanoid e tanti altri remixati con audio che ricorda i suoni originali.

Disney Pixar Up! Nella vita reale (video)

Alcuni visionari hanno ben pensanto di riproporre il film di animazione della Disney Pixar Up! Nella vita reale.

Il video intitolato Disney’s “Up” house created in real life and flown for National Geographic show, documenta infatti la casa volante del protagonista del cartone ricostruita nella realtà con tanto di palloni in grado di farla decollare.

Il merito dell’impresa va assegnato agli ingegneri del National Geographic Channel che hanno costruito una casetta sorretta da 300 palloni in grado di volare per un ora.

Localstreamer: costruisce una pagina web piena di informazioni per ogni città del mondo

localstreamer

La maggior parte di noi geek ha ormai sempre con sé un dispositivo di geolocalizzazione, stiamo parlando dei sistemi GPS o dell’ultimo modello di cellulare.

La parola d’ordine anche in rete sembra ormai essere quella della geolocalizzazione, ovvero determinare la posizione di un utente e fornire dei contenuti locali in base al luogo dove ci si trova.

Tutti gli ultimi browser Chrome, Opera, Firefox e anche Internet Explorer presentano grazie al supporto di HTML5 la possibilità di rintracciare la vostra posizione e anche i grandi big del web. Facebook, Google, Microsoft e Twitter hanno da tempo già scommesso sull’importanta di offrire risultati di ricerca in base al luogo da dove la ricerca è scaturita.

Avendo in mente tutte queste considerazioni più di due mesi fa è nata l’idea di costruire un mashup, una webapplication che raccogliendo le informazioni da varie fonti sul web, riuscisse a offrire all’utente la possibilità di avere una istantanea di quello che sta succedendo in una data città, si va dalle notizie locali al sentire comune delle persone o alle semplici banalità (a tutti piace spiare il vicino).

Il nome del progetto è Local Streamer un sistema che in una unica pagina raccoglie il flusso (stream) di informazioni locali generate dalle persone che discutono degli eventi, notizie personali e non che accadono in città.

All’utilzzatore del sistema viene offerta anche la possibilità di instaurare un dibattito tra le persone che si trovano sul sito o la possibilità di lasciare un commento.

E’ inoltre possibile condividere l’indirizzo della pagina web relativa alla città selezionata sui vari socialnetwork e invitare un amico a partecipare anche ad una sessione di chat.

L’utente non è solo uno spettatore passivo del flusso di informazioni ma è in grado di inviare lui stesso altre informazioni tramite la voce del menù laterale “Publish News” è necessario semplicemente un account Twitter. Una volta aggiornato il vostro profilo con un tweet, il sistema sarà in grado di rintracciare quello che avete pubblicato e riproporlo nella pagina della città.

Non poteva poi mancare l’onnipresente YouTube, cliccando sul link “Multimedia” il sistema ricercherà per voi gli ultimi 6 video più popolari relativi al luogo che avete selezionato.

Più che le parole contano i fatti, vi invito quindi a provare voi stessi le funzionalità del sistema: Localstreamer.

Guest post a cura di Orfeo Morello, programmatore e creatore di Localstreamer.

La persona più comune del mondo? Un cinese di 28 anni (video infografica)

7 Billion: Are You Typical? è una video infografica realizzata dal National Geographic Magazine che identifica il prototipo della persona più comune del mondo.

In questi giorni la popolazione mondiale ha raggiunto i sette miliardi di individui e, basandosi su dati e statistiche che filtrano i risultati in base alla diffusione di alcune caratteristiche, si è stabilito che la persona più comune del mondo è un maschio cinese di 28 anni, che usa la mano destra, che guadagna meno di 12.000 dollari l’anno, che possiede un telefono cellulare ma non un conto in banca.

Attualmente le persone con queste caratteristiche sono circa nove milioni e, utilizzando 190.000 delle loro foto, è stato creato l’identikit mostrato nel filmato.

Ma molto presto il cinese sarà sostituito da un indiano…

Altre curiosità statistiche sono presentate in questo video informativo molto ben fatto.

Lo stato di Android (video infografica)

The State of Android un’ottima video infografica che mostra lo stato di Android, in particolare i dati e le statistiche della sua penetrazione sul mercato americano.

Soltanto quattro mesi fa si attivavano 200.000 dispositivi mobili al giorno, ora 350.000 con una crescita del 75%.

Ciò vuol dire che per ogni bimbo che nasce negli Stati Uniti, si vendono 30 smartphone e tablet Android.

Molti altre curiosità statistiche sono presentate in questo filmato molto ben realizzato.

Via | dotpod

Seguimi

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

Maestro Alberto Scuola Primaria

Maestro Alberto albertopiccini.it
Se cerchi notizie sulla Scuola Primaria clicca sopra