Archivio per la tag 'lavagna'

Chrome Canvas App: una semplice lavagna virtuale online fornita da Google

Chrome Canvas App è una semplice lavagna virtuale online fornita da Google che permette di creare semplici disegni anche sopra le nostre fotografie e su immagini  di qualsiasi tipo di cui ho già scritto qui in passato e che può tornare comoda nella didattica a distanza.

Si tratta in buona sostanza di una specie di Paint online, di una versione light della più famosa Jamboard e, come essa, è collegata al nostro account Google o GSuite in modo da salvare automaticamente album virtuali delle nostre attività e dei nostri lavori.

Chrome Canvas funziona via browser e su ogni tipo di dispositivo, computer, tablet o smartphone, meglio se dotato di touchscreen, per ovvi motivi,  e magari anche di una penna capacitiva touch o di una tavoletta grafica.

Si tratta di un’app molto semplice e minimale per questo adatta anche ai bambini. 

Gli strumenti a disposizione sono solo matita, penna, pennarello, gessetto e gomma per cancellare.

È possibile modificare la larghezza del tratto, l’opacità e scegliere il colore desiderato selezionandolo o inserendo un codice esadecimale.

I disegni realizzati e le foto annotate possono essere esportati in formato PNG.

Chrome Canvas può anche essere installata direttamente sui dispositivi Chromebook direttamente dalle opzioni in modo da averla a disposizione sul launcher di Chrome OS.

Si tratta di una applicazione basata sul web del tutto gratuita.

whiteboard.fi: lavagna virtuale online interattiva per insegnanti e classi di studenti

whiteboard.fi è una ottima lavagna virtuale online interattiva per insegnanti e classi di studenti.

Si tratta di uno strumento completo ed efficiente che può risultare comodo nella Didattica a Distanza.

Permette infatti di creare al volo una classe virtuale senza nemmeno accreditarsi e creare un account.

Il maestro o il professore che inizia la lezione genera in automatico un link da condividere con gli alunni di tutta la classe tramite il quale possono accedere alla sessione tramite il browser del computer o attraverso i loro dispositivi mobili, tablet e smartphone.

Ci sono solo due pulsanti nella home: il primo, “new class“, dedicato ai docenti, consente di creare il link alla lavagna condivisa di classe; il secondo, “join class“, permette agli studenti di accedere tramite un apposito codice che sarà appunto fornito dall’insegnate.

Una volta creata la stanza, il docente avrà la possibilità di riprendere la lezione in un secondo momento utilizzando lo stesso URL con il pulsante “resume class“.

Il link è come questo https://whiteboard.fi/xyz dove gli ultimi caratteri sono il codice della stanza condivisa e l’insegnante, a questo punto, potrà fare lo switch tra la sua lavagna e le attività mostrate dagli studenti in tempo reale tramite i loro device e vedrà tante piccole lavagne quanti sono gli alunni che partecipano.

whiteboard.fi offre tutti gli strumenti di base per il disegno, l’inserimento di forme, linee e colori la scrittura. Ovviamente sarebbe preferibile usarla con dispositivi touch screen.

L’utilizzo della web app in definitiva può risultare molto interessante anche e soprattutto per i bambini più piccoli nella DaD.

Da notare che il creatore della stanza ha il controllo di tutte le lavagne degli alunni e può cancellarle  con un solo click, nascondere i loro nomi e chiudere la stanza della sessione di lavoro e di studio.

L’aspetto davvero utile è che il bambino o il ragazzo per seguire la lezione accede senza inserire nessuno dei suoi dati sensibili, ma semplicemente tramite il codice generato dal sistema fornito dal docente.

Vedi il mini video tutorial introduttivo:

Si tratta di un software basato sul web ancora in fase di sviluppo e nuove funzionalità verranno aggiunte in futuro, come la possibilità di creare account premium dedicati agli insegnanti in grado di gestire URL di stanze permanenti, il caricamento di immagini di sfondo della lavagna, il salvataggio delle lavagne di classe in formato immagine e la possibilità di mandare risposte alle attività degli studenti.

whiteboard.fi è uno strumento gratuito e di libero accesso senza alcuna limitazione.

Jamboard: app per la lavagna interattiva di Google che funziona in qualsiasi dispositivo

Quando si parla di Jamboard si intende sia lo schermo touch prodotto e venduto da Google con la partnership di BenQ, sia l’app pensata per la suddetta lavagna ma che può essere usata da tutti e che funziona in qualsiasi dispositivo: browser internet, app Android o Apple iOS.

Jamboard, infatti, è disponibile per chiunque disponga di un account Google ed è integrata come app direttamente in Google Suite for Education.

Le sue caratteristiche sono essenziali ma molto potenti ed intuitive. Tramite l’app per tablet e smartphone si possono ottenere funzionalità aggiuntive, salvare lezioni anche su più pagine e ritrovarsele pronte sul proprio account via browser internet (vedi link sopra).

Una delle funzioni più intriganti è sicuramente il disegno automatico, vale a dire l’implementazione di un esperimento di Google che permette di trasformare schizzi in disegni veri e di cui ho parlato qui: Auto Draw.

Per il resto si può ovviamente scrivere, cancellare, inserire note, schermate, immagini, un po’ come avviene su tutte le lavagne interattive disponibili online, ed è possibile invitare persone a collaborare e condividere i lavori sia in forma privata tramite link o pubblica addirittura pubblicandoli nei social.

Le lavagne possono essere anche rinominate, rimosse o scaricate in formato immagine o PDF e saranno salvate automaticamente all’interno del proprio account Google Drive.

Sicuramente Jamboard rende al meglio su dispositivi touch, magari muniti di penna digitale e quindi anche sulle LIM scolastiche.

Sotto due video tutorial di Alessandro Bencivenni, il Prof Digitale che spiega molto bene il funzionamento dell’app di Jamboard e l’uso che gli insegnanti possono farne sia a casa per preparare lezioni, sia in classe per proporle agli studenti.

Google Chrome Canvas: applicazione per disegnare online

 

Google Chrome Canvas è una semplicissima applicazione gratuita per disegnare online.

Pensata per device che montano Chrome OS, può essere usata in tutti i sistemi operativi poiché tutto avviene via browser, serve solo una connessione a internet e accedere al link sopra. Volendo si può anche installare l’app per Chrome.

Ci sono solamente sei funzionalità di disegno: la tavolozza dei colori, la dimensione e l’opacità del tratto della matita, della penna ad inchiostro, dell’evidenziatore, del gesso e la gomma.

Lo strumento consente di correggere le azioni svolte e di esportare disegni in formato immagine PNG. Nulla di più semplice ed immediato.

È possibile anche caricare un’immagine e disegnarci sopra.

 

Naturalmente tutto funziona al meglio su dispositivi touch screen magari con una penna digitale o alla LIM di classe da usare come semplice lavagna vecchio stile.

Tutti i disegni fatti possono essere collegati e salvati in un account Google.

Vedi anche: Chrome Canvas App: una semplice lavagna virtuale online fornita da Google

OpenBoard: il software gratuito universale per le LIM che sostituisce Open Sankoré

OpenBoard è un software gratuito universale per LIM pensato per scuole e università. 

Si tratta di un programma multi piattaforma, ossia in grado di funzionare in tutti i sistemi operativi, non solo Windows, ma anche Linux e Mac.

Nasce come sviluppo da parte di un team dell’Amministrazione Didattica di Ginevra in Svizzera di un altro celebre software open source gratuito per lavagne interattive, vale a dire Open Sankoré, il cui progetto è purtroppo fermo da qualche anno.

Chi è già avvezzo all’uso di Open Sankoré dunque non avrà alcuna difficoltà ad usare anche OpenBoard la cui interfaccia grafica e le cui funzionalità sono molto simili.

Il programma può essere scaricato ed installato senza alcuna registrazione e limitazione d’uso.

Sebbene offra un ambiente semplice da usare ed intuitivo, OpenBoard è comunque ricco di funzionalità.

È possibile importare ed inserire disegni, animazioni, file audio e video ed esportare le lezioni in PDF. Offre widget ed add-on in grado di includere al volo contenuti di Wikipedia e Google Maps, è possibile prendere annotazioni con scrittura a mano libera, fornisce le funzioni calcolatrice e dizionario, integra un browser interno che permette di visualizzare pagine web senza dover uscire dal programma.

Sotto un video tutorial in Italiano su come usarlo a cura di Francesco Fusillo.

Si sa che le case produttrici di LIM offrono software proprietari a pagamento diversi e non integrabili l’uno con l’altro.

Le scuole o le università però spesso usano marche diverse di lavagne con il conseguente problema dell’esportazione e della condivisione di lezioni e contenuti. In pratica ciò che funziona in una LIM SmartBoard per esempio non funziona su Promethean o StarBoard, soltanto per citare alcune marche tra le più diffuse.

L’uso di questo software per lavagne interattive multimediali in sostituzione dei software proprietari consente di salvare contenuti in un unico formato che l’insegnante potrà trasportare da una classe all’altra o da una scuola all’altra senza dovesi adeguare alle varie marche di LIM.

Il programma, ovviamente, può anche essere usato anche su schermi touch con una penna digitale, magari abbinati ad un proiettore.

OpenBoard in buona sostanza facilita il lavoro dell’insegnante che usa la LIM in classe e viene incontro alle esigenze degli istituti scolastici che possono uniformare il software d’uso delle LIM che hanno in dotazione.

In definitiva OpenBorad ha davanti a sé un futuro roseo. Infatti come si legge sul sito

L’interesse su questo programma sta crescendo velocemente in Svizzera ma anche in Europa e in Nord America. Verrà creata un’organizzazione legale svizzera senza scopo di lucro. Questa organizzazione promuoverà OpenBoard ed il suo sviluppo open source favorendo la collaborazione tra le parti interessate. Tutto questo nel pieno rispetto dei principi cardine che hanno portato alla creazione di questo fork, che si sta rifocalizzando sul lavoro dell’insegnante in classe, privilegiando la facilità d’uso.

LiveBoard: lavagna interattiva per registrare filmati didattici e creare video lezioni

LiveBoard è una lavagna interattiva con cui registrare filmati didattici e creare video lezioni da condividere online con i propri studenti (mediante un apposito codice) formando classi virtuali oppure con colleghi insegnanti.

Ovviamente le lavagne possono essere condivise anche nei social, via email e salvate all’interno di LiveBoard e sul proprio dispositivo.

Si tratta di un’applicazione collaborativa multi piattaforma che può essere usata tramite browser o come app per tablet iOS e Android.

Consente di scrivere, disegnare, inserire pagine, griglie, righe, link, forme geometriche, immagini, video, annotazioni e altro ancora.

La condivisione di concetti, idee, argomenti e pensieri può avvenire in tempo reale (funzione broadcast) in modo efficiente e produttivo come se fosse una vera e propria lezione a distanza.

Insomma si possono produrre facilmente attività didattiche da soli o con altre persone usando la chat integrata.

LiveBoard usa i colori, riconosce la scrittura a mano, offre le comode funzioni annulla e ripeti e l’archiviazione via cloud delle lavagne.

La sua utilità a scuola o nel lavoro risulta evidente visto le caratteristiche uniche che offre per questo genere di servizio.

Le video spiegazioni potrebbero avvenire direttamente in classe nella lavagna elettronica o, in assenza di LIM, raggiungendo gli studenti nei loro tablet o smatphone, anche quelli assenti.

Lo strumento è gratuito e richiede registrazione nella sua versione online.

 

I video tutorial di questo post sono realizzati da Andrea Maiello.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: