Archivio per la tag 'web service'

GoEar: musica nel tuo blog!

GoEar è un sito nel quale si possono caricare files mp3 e aggiungerli su un account personale. Ogni brano può essere condiviso attraverso un link e può essere inserito in un blog. Proprio quello che stavo cercando!

Con GoEar si possono creare playlists attraverso un player in Flash un po’ più complesso di quello per il singolo brano (che può essere avviato anche tramite Pop Up) e possiamo decidere di condividerle o di mantenerle private. Presto ne aggiungerò alcune a questo blog.

Naturalmente, nella community, si può cercare musica e condividere quella di altri utenti. La canzoni sono suddivise per generi ed artisti e l’offerta è già ricca. Ogni utente ha una pagina personale e c’è anche un forum di discussione. Cosa volere di più?

    Visto su El Blog Del Cowboy

    Link al brano.

Manda un saluto “geografico” dallo spazio con geoGreeting!

Sfruttando le centinaia di migliaia di edifici di tutto il mondo fotografati da Google Maps somiglianti, visti dall’alto, a tutte le lettere dell’alfabeto, GeoGreeting genera la scritta del nome o della dedica che gli viene indicata. Mostra inoltre la localizzazione geografica nel planetario di ciascuna lettera usata.

Un’idea originale e simpatica per inviare saluti tramite posta elettronica, dal momento che viene creato un link permanente con il nostro messaggio (prova qui per vedere come funziona).

Via Genbeta.

Dizzler: player multimediale per siti web

Dizzler consente di inserire in una pagina web un player, del tutto personalizzabile, per musica, video, radio e giochi.

La scelta della musica è ancora scsrsa, si possono creare playlist o ascoltare classifiche e generi musicali diversi. Le radio sono americane. I video (ancora pochi) provengono naturalmente da YouTube, mentre la scelta dei giochi (classici) non è malvagia.

La scelta delle interfacce del player è ottima e consente una personalizzazione completa. Una volta costruito è possibile inserirlo in una pagina web attraverso la semplice operazione di copia incolla del codice generato.

Se fosse distribuito tramite widget potrebbe diventare un buon mezzo di promozione per blogs.

Da vedere anche il servizio simile Trackfeed di cui ho parlato in un recente post.

Omnidrive: la perfezione dello storage online

Finalmente, dopo mesi di tests e una lunga attesa, Omnidrive è stato aperto al pubblico e mi è stato inviato un codice d’ingresso. Michael Arrington di Techcrunch lo ha definito la perfezione dello storage online.

Ho appena testato il servizio australiano e devo dire che è davvero ottimo. Attraverso un software da installare, Omnidrive consente di sincronizzare un drive virtuale sul proprio computer, perfettamente gestibile tramite esplora risorse.

Vi si può caricare files attraverso un semplice drag and drop, si possono creare, rinominare, eliminare cartelle e files, decidere quali condividere e quali rendere privati. Insomma si può gestire i nostri documenti proprio come si fa nel nostro computer.

Quello che mi ha stupito è la rapidità dell’upload, che avviene tramite l’interfaccia web o attraverso il software che ho descritto sopra.

Ci sono altre caratterische, molte in fase di lancio, che si possono conoscere dalle FAQ . Eccellente la gestione e il funzionamento della condivisione e dei documenti, mentre ho incontrato qualche difficoltà nel caricare la pagina personale che il servizio crea e attraverso cui si può condividere i propri files via web (ci sono ancora problemi con il server).

Il costo non è ancora ben definito, nelle faq si parla di 40$ l’anno per 10 giga. Nel mio account free, invece, ho a disposizione il solito giga.

Per chi vuol provare Omnidrive il codice d’invito è WEB2CON.

Da provare anche Fabrik.

Il meglio del meglio del web 2.0

Best of the Best Web 2.0 Web Sites, finalmente una bella lista di siti web 2.0 selezionati, suddivisi per categorie e con comodi links diretti.

Quickthumbnail: miniature al volo

qicktunbnail

Quickthumbnail permette di di cambiare le dimensioni di immagini e foto online al volo. Basta scegliere un’immagine (massimo un Mb), selezionare le opzioni e il gioco è fatto. L’immagine viene modificata e viene mostrata una pagina con i risultati del nostro lavoro pronti per essere scaricati.

Il punto di forza del servizio è la gran quantità di opzioni per la riduzione (tra cui alcuni predefiniti, come avatar, banner, thumbnail, ecc.) e il modo molto chiaro con cui sono presentate.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: