Archivio per la tag 'siti'

Più di 250 cloni di Twitter

Honeytechblog propone in un post una lista di più di 250 cloni di Twitter intitolata Top 250 list of Twitter clones sites.

Al momento l’incredibile raccolta segala 262 link. I cloni sono suddivisi anche per paese e lingua: India, Germania, Giappone, Cina, Spagna, Polonia, Romania, Francia, Corea, USA, Olanda, Ungaria, Russia, Indonesia, Messico, Singapore, Repubblica Ceca, Portogallo, Turchia.

Le applicazioni italiane BeMood e Meemi non sono citate, come presumibilmente moltissimi altri siti che si inspirano a Twitter. Se poi consideriamo gli infiniti mashup ne usciamo pazzi.

Questo rende l’idea dello straordinario successo ottenuto dalla celebre piattaforma microblogging.

Via | accessoweb


Scopri in numero di visite giornaliere di ogni sito web con Statbrain

Statbrain è un servizio online che inserendo semplicemente il link di un sito web è in grado di suggerire il suo numero di visite giornaliere.

Statbrain si basa su alcuni dati statistici reperibili online, in particolare il ranking di Alexa, i link di Google, Yahoo!, Altavista, AllTheWeb.

Io l’ho provato con i miei blog, in un caso ci è andato vicino in un altro molto meno.

Via | wwwhatsnew


L’evoluzione grafica dei siti ipiù importanti della blogosfera

Royal Pingdom propone una storia visuale di 11 importanti blog di successo americani: A visual history of 11 successful blogs.

Si tratta di un vero e proprio viaggio nel tempo che mostra il cambiamento di celebri blog come TechCrunch, LifeHacker, Mashable, Gizmodo, Gawker, Engadget, BoingBoing, Ars Technica, The Huffington Post, Gawker, Smashing Magazine, ReadWriteWeb.

Quello che balza subito agli occhi è che il cambiamento in pochi anni privilegia l’inserimento degli annunci pubblicitari e delle immagini a scapito del testo scritto nudo e crudo.

Da rifletterci sopra.


GoHoster: creare una pagina web in cinque minuti

Con GoHoster è possibile creare una pagina web in cinque minuti senza alcuna conoscenza del codice HTML.

Si sceglie un’URL disponibile assegnando un nome, si riempie il modulo di registrazione e ci troveremo davanti ad un semplice editor WYSIWYG con cui scrivere, aggiungere immagini e link anche con un copia incolla.

La pagina può essere modificata in qualsiasi momento direttamente online.

Ad essa sarà attribuito un indirizzo del genere http://gohoster.com/url/nomescelto.

Questo il mio semplice esempio.

Il servizio è del tutto gratuito.

Via | feedmyapp


Inserisci un indirizzo e trova i siti simili: Wectar

Basta inserire una URL in Wectar è il servizio propone una lunghissima lista di siti simili che hanno contenuti all’apparenza in comune.

Wectar ricerca le proprie informazioni nella directory di siti web DMOZ e in Delicious.

Come fa a generare l’algoritmo per produrre i risultati lo spiega in questa pagina.

Il servizio elenca anche i siti popolari al momento in Delicious e propone di ricercarli al suo interno.

Non mi sembra molto attendibile ma sicuramente curioso.


Agglom: condividere ricerche web

Agglom è un intrigante progetto dell’amico Enrico Foschi, un abile programmatore italiano che ho conosciuto grazie ad Ammado.

Si tratta di un servizio di web sharing che permette di condividere le proprie ricerche online e di risparmiare così un sacco di tempo perchè il grosso del lavoro è già stato fatto da altri.

Gli utenti possono salvare e condividere interi set di link, immagini, video riguardo uno specifico argomento. Agglom si incarica di organizzarli e offre la possibilità agli utenti di condividerli tramite una web slideshow (una vera e propria proiezione di pagine e siti web), un feed RSS, un link permanente. Si può addirittura salvare un’intera sessione di navigazione.

Agglom è strutturato come rete sociale. I contenuti possono essere valutati, salvati, commentati e integrati con nuovi link.

Un’idea interessante, in grado di orientare l’internauta in un contesto simile a quello del social bookmarking, condividendo però interi gruppi di link anziché un singolo segnalibro.

Reperire contenuti che mirano dritto al bersaglio di una ricerca in rete è lo scopo di Agglom e saranno gli utenti stessi a decretare il successo del set condiviso.

Per salvare le proprie sessioni internet (in vari livelli di privacy) è disponibile anche un comodo plugin per Firefox.


Pixel Art

Pixel Art

Maestro Alberto Scuola Primaria

Maestro Alberto albertopiccini.it
Se cerchi notizie sulla Scuola Primaria clicca sopra

Coding

Coding

Seguimi nei social e metti un like :)