Archivio per la tag 'infografica'

To post or not to post? [infografica]

Source: onlineclasses.org via Alberto on Pinterest

To Post or Not to Post è un’interessante infografica in inglese che induce alla riflessione.

Nell’era dei social network tutti possono controllare la vita digitale delle persone, quello che pubblicano nelle reti sociali e giudicare di conseguenza il comportamento degli individui.

Allora è importante chiedersi: è meglio pubblicare o no? Una foto, un video, uno status…

Uso di Internet nel mondo [infografica]

Source: makeuseof.com via Alberto on Pinterest

World Wide Web è un’interessante infografica in inglese dedicata all’uso di internet nel mondo.

Ci sono alcuni curiosi dati che fanno riflettere. Soltanto 271 persone su 1.000 sono utenti internet di cui 57 sono cinesi, 35 americani, 11 brasiliani, 9 indiani, 6 nigeriani, 3 indonesiani e 2 australiani. Nessun altro paese raggiunge la quota di 1 su 271.

Gli uenti internet sono duplicati dal 2005 al 2010.

La maggior parte della gente usa internet per accedere ai social network, per giocare, per scrivere email.

Hyper Revolution: un video sulla potenza dei social media

Nel video intitolato Hyper Revolution proposto da OpenSite, si evidenzia e si illustra la potenza dei social media e la loro capacità di innescare il cambiamento.

Il filmato ripercorre il classico stile delle infografiche sotto forma animata.

Infogram: applicazione web per creare splendide infografiche

Infogram è un’eccellente applicazione web per creare splendide infografiche.

Per accedere ci si deve registrare gratuitamente o accreditare via FaceBook o Twitter.

Un elegante editor visivo ci condurrà alla creazione di un’infografica o di un più semplice grafico, usando degli schemi già predefiniti, modificabili e personalizzabili.

I dati che comporranno i grafici possono essere inseriti tramite fogli di calcolo, le scritte modificate con un semplice doppio click del mouse, si possono inserire foto, immagini e video.

C’è la possibilità di allegare una mappa geografica, di aggiungere testi scritti, citazioni e di intervenire nella grafica e nel design.

Una volta concluso il lavoro lo si può pubblicare e salvare.

L’immagine infografica può essere condivisa con un link, inserita in un sito web tramite codice embed, pubblicata su Twitter, Facebook, Pinterest.

All’interno della community si possono ovviamente scoprire utenti e interessantissime infografiche.

Infogr.am è un sito davvero speciale, assolutamente imperdibile, soprattutto per educatori ed insegnanti, per i professionisti nel loro business e per chi ha bisogno semplicemente di diffondere dati e spiegazioni in forma semplice, immediata, intuitiva e visuale nel proprio lavoro.

Imperdibile.

The Internet Map: mappa visiva con i principali siti internet del mondo

The Internet Map è un’interessante mappa visiva che mostra i principali siti internet del mondo.

Rappresenta i siti del web come se fossero pianeti nel cielo in base alla loro grandezza.

Con la mappa zoomabile, simile ad un’infografica, ci si può divertire a filtrare la ricerca in base a una località o a ricercare uno specifico sito web per paragonare la sua dimensione in relazione ad altri siti e ai colossi del web.

The Internet Map è un servizio gratuito che non richiede registrazione.

Indimenticabili dati con le infografiche

E’ successo quasi a tutti. Improvvisamente piomba in ufficio il vostro capo e vi rivela di aver bisogno di una presentazione mozzafiato entro 24 ore. Oppure, avete redatto una ricerca scolastica e necessitate di un’arma segreta per riuscire ad ottenere il massimo dei voti.

Quale che sia il vostro scopo, nell’era dei dati lo strumento migliore è una presentazione composta da immagini ed infografiche, ossia immagini abbinate a dati selezionati. Uno slide show non sarebbe male, magari portando con voi il vostro iPad per proiettare il tutto in aula, attraverso un televisore con porta HD.

Sapete bene che un’immagine vale più di mille parole e sapete di avere pochissimo tempo per confezionare la presentazione completa.

Ecco cosa fare prima di iniziare ad assemblare il vostro prodotto.

1- PER PRIMA COSA CERCATE LE IMMAGINI

Foto classiche si trovano gratuitamente su siti come Flickr o Stock.xchng oppure Compfight. L’importante è seguire le disposizioni di uso specificate e rispettare i diritti d’autore. La ricerca può partire dalle immagini con il simbolo di Creative Commons, che è una licenza di fair free usage.

Il nostro consiglio è di non eccedere nel numero di immagini da scaricare. Caricatele poi sul vostro account di Google Docs a cui potete accedere da qualsiasi luogo (nel caso sia tardi e dobbiate continuare a lavorare da casa).

2- SELEZIONATE UNO STRUMENTO PER LE VOSTRE INFOGRAFICHE

Come siti online troverete due varianti: quelli gratuiti e quelli a pagamento.

Tralasciando siti come Hohli e amCharts, Google Chart Tools, il cui prodotto finale non rompe gli schemi delle tipiche presentazioni, più accattivanti sono Infogr.am, con belle immagini ma templates limitati, e Easel.ly, con ampia scelta di template e simboli. Altri, come Chartsbin e Wordle: vi permettono di utilizzare solo infografiche già prestabilite.

Per i siti di infografica a pagamento, troviamo Piktochart e Create.ly. Il mio preferito è decisamente il primo, più innovativo, con una versione libera ed una a soli $2.50/mese per studenti.

Se invece dei siti online decidete di optare per veri e propri pacchetti software, il più noto per creare immagini vettoriali è Inkscape e corrisponde all’Illustrator per comuni mortali.Tuttavia, coloro che nel settore grafico del marketing ci lavorano tutti i giorni giureranno che i software Adobe (Illustrator, Indesign e Photoshop) valgono quello che costano… e non costano poco. Per quelli di voi che sono studenti, c’è una versione scontatissima per Education.

Da segnalare è poi la versione iPad di Photoshop, estremamente intuitiva e a prezzo limitato. Per infografiche più sportive, potete anche utilizzare programmi di sketching come Autodesk Sketchpad o Paper (gratuita ma con pennelli a pagamento).

3- USATE LA CARTA DI CREDITO O IL CONTO PAYPAL

Per acquistare software o abbonarsi a siti a pagamento io ho sempre utilizzato la mia carta di credito, accumulando anche punti. Alternativamente, potete creare un conto Paypal e registrarci la vostra carta prepagata. I vantaggi dell’utilizzo delle carte superano di gran lunga gli svantaggi, permettendovi di terminare una presentazione mozzafiato in un tempo limitato.

Guest post a cura di Luisa De Amicis


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: