Archivio per Febbraio, 2021

Free Zoom Recorder: web app per registrare le video conferenze di Zoom

Free Zoom Recorder è una web app che consente di registrare le video conferenze di Zoom in modo semplicissimo.

Zoom, come è risaputo, è una delle piattaforme per video conferenze più utilizzate al mondo sia dai professionisti per lavoro, sia da insegnanti e studenti che la utilizzano quotidianamente per la didattica a distanza.

Non sempre però è possibile essere presenti agli orari fissati per le conferenze, talvolta però c’è la necessità di conservare il filmato per esempio di un webinar per riguardarselo con calma.

Per ovviare a tutto ciò Free Zoom Recorder offre una semplice ma efficiente soluzione (ancora in fase di sviluppo e non ancora stabile).

Il suo funzionamento è molto semplice, basta copiare ed incollare il link della riunione nell’app, la data, l’ora e il nome utente utilizzato e procedere alla registrazione cliccando sul tasto record.

Se nessuno ci espelle dalla video conferenza, essa verrà interamente registrata e il filmato da scaricare sarà inviato all’indirizzo email specificato.

Lo strumento non pubblica annunci pubblicitari e la registrazione avverrà in modo gratuito.

Ovviamente non consigliato di utilizzare la web app se l’argomento trattato è confidenziale e sensibile, dal momento che l’applicazione funziona tramite un bot che registra i nostri contenuti.

L’app è offerta da Freemake, famoso software per la conversione e il download di video.

Chromebook Simulator: tutorial interattivi per imparare a usare i dispositivi Chromebook

La diffusione di device con Chrome OS, il sistema operativo di Google basato sul cloud, è sempre più massiccia in assoluto e soprattutto nel mondo della scuola.

I Chromebook, infatti, sono ideali per la didattica a distanza e sono dispositivi configurabili e gestibili da remoto dagli amministratori di GSuite (ora Google Workspace) a cui moltissime scuole hanno aderito per configurare il proprio cloud, in particolare durante l’emergenza Covid-19.

Chromebook Simulator è una pagina di tutorial interattivi offerta da Google stessa e utile per imparare a usare i dispositivi Chromebook.

Sebbene al momento disponibile solo in Inglese, offre guide interattive visuali molto intuitive e semplici riguardo alla configurazione e alla gestione dei Chromebook.

Per chi è interessato a conoscere anche le scorciatoie di tastiera nell’utilizzo di questo tipo di device, consulti la guida ai Chromebook ufficiale a questo link.

iFake Text Message: generatore di screenshot di chat false di Whatsapp

iFake Text Message è un  generatore di chat false di Whatsapp interamente basato sul web.

Basta inserire tutte le chat che vogliamo nelle bolle e il sito genera un’immagine che assomiglia a uno screenshot catturato direttamente dallo smartphone.

La schermata può essere personalizzata simulando il nome dell’operatore dei dati mobili, l’icona della batteria, l’ora e tutte quelle icone che sono mostrate nella barra di stato di uno smartphone.

L’immagine prodotta può essere scaricata in formato PNG e usata in qualsiasi contesto. 

Vi chiederete, a cosa può servire uno strumento come questo? Certo, può essere utilizzato per fare scherzi e anche in modo improprio, tuttavia può prestarsi anche ad un uso più intelligente, incluso per il mondo della scuola.

Gli studenti, per esempio, potrebbero utilizzare le immagini generate dalla web app per descrivere ipotetiche conversazioni di testo, proprio come si fa con un tema proposto dall’insegnante.

Lo si potrebbe usare anche per fare in modo che gli studenti scrivano conversazioni che utilizzano le parole del lessico quotidiano nel contesto tipico di una forma di comunicazione informale nel discorso diretto.

Un altro utilizzo potrebbe essere quello di simulare una conversazione e lo screenshot potrebbe essere usato come input per proseguire la discussione.

iFake Text Message riproduce una conversazione in corso su un iPhone o un telefonino Android, è una web app completamente gratuita che non richiede registrazione.

Picfont: aggiungere scritte alle foto (anche con testo ricurvo), trasformare una scritta in un’immagine, creare banner e loghi facilmente

Picfont è una pratica web app che consente di aggiungere scritte alle foto (anche con testo ricurvo), trasformare una scritta in un ‘immagine e creare banner e loghi in modo molto semplice ed intuitivo.

Da quando l’ho recensita, appena uscita nell’ormai lontano 2008, l’applicazione è migliorata e si è evoluta in meglio inserendo la funzione della curvatura del testo e tanto altro ancora.

Con essa, non solo si possono creare scritte personalizzate in un infinità di modi, scegliendo font, colori, sfondi, dimensioni e mille altri effetti, ma anche grafiche, banner e loghi da inserire in documenti o pagine web sfruttando le numerose opzioni a disposizione.

Per ottenere l’effetto curvatura, una volta creata la scritta, basta fare clic sulla rotella dell’ingranaggio e selezionare l’apposita opzione. È possibile modificare la curva da Normale a Media o Forte.

Se vogliamo che il nostro testo si ricurvi verso il basso invece che verso l’alto, bisogna scegliere l’opzione Inverti.

Se si disabilita lo sfondo, si può salvare l’immagine PNG con uno sfondo trasparente e quindi si integrerà perfettamente nei nostri lavori.

Picfont non richiede di effettuare il login, basta visitare il sito web e iniziare a creare.

Sono a disposizione una serie di modelli le cui dimensioni si adattano perfettamente per le testate di nostri social: YouTube, Instagram, Facebook, Twitter, ecc.

Si tratta di uno strumento gratuito che mostra pubblicità non troppo invadente ma che non include fortunatamente orribili filigrane (watermark) sull’immagine creata come invece fanno di solito siti di questo genere.

Picfont funziona bene anche nei dispositivi mobili. Ecco alcuni rapidi esempi di quello che si può realizzare in pochi minuti:

PDF to Word Converter: semplice web app per convertire file PDF in documenti Word

PDF to Word Converter è una semplice web app per convertire file PDF in documenti Word.

Il suo funzionamento è molto semplice, basta caricare un file PDF (anche trascinandolo sopra l’apposito riquadro), attendere la veloce conversione e scaricare il file DOCX ottenuto.

Il processo di conversione è veloce ed efficiente e si possono caricare file anche direttamente dai servizi cloud come Dropbox, Google Drive, Onedrive.

Lo strumento, senza limiti né restrizioni,  è del tutto gratuito e sicuro, non richiede registrazione, né dati sensibili. Utilizza una nuova tecnologia OCR per scansionare i PDF e trasformali in modo accurato in Word.

PDFtoWordConverter può anche essere usato ovviamente da dispositivi mobili (iOS e Android) utilizzando un semplice browser.

La versione pro del servizio offre anche un software desktop gratuito per converire file in serie anche senza connessione internet.

PDF Unshare: software per creare documenti PDF protetti che non possono essere condivisi né stampati

PDF Unshare è un software per creare documenti PDF protetti che non possono essere condivisi né stampati.

Il formato PDF, infatti, si usa soprattutto per la distribuzione di documenti con l’intento che chiunque potrà leggerlo nel rispetto del formato originale, senza che qualcuno lo possa modificare.

L’invio di un documento DOC di Word o prodotto da altre applicazioni per ufficio comporta il fatto che esso non posa essere letto o che qualcuno lo possa modificare e condividere nel web.

La distribuzione non autorizzata di contenuti PDF è purtroppo ormai una consuetudine, soprattutto per aggirare i vincoli del copyright. Per evitare tutto questo si può creare un PDF che contenga la protezione dalla copia. 

PDF Unshare offre anche una versione gratuita del suo software in grado di crittografare e proteggere file PDF e UPDF con impostazioni di autorizzazione specifiche per vietare a chiunque di stampare e modificare i documenti e soprattutto di impedire a utenti non autorizzati di copiare informazioni riservate.

Il software è destinato a chi cerca soluzioni di crittografia di facile utilizzo per proteggere i dati sensibili. Il programma non utilizza password per proteggere i file PDF, dal momento che esse possono essere facilmente condivise o eliminate da programmi di decrittografia.

PDF Unshare protegge i file PDF con chiavi di crittografia individuali che sono trasmesse ai dispositivi autorizzati da un server web e crittografate sul dispositivo locale. 

Come si può facilmente intuire si tratta di un’applicazione non per tutti, ma specificamente utile per aziende o enti che hanno bisogno di condividere contenuti non modificabili con specifiche persone.

Seguimi

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

Maestro Alberto Scuola Primaria

Maestro Alberto albertopiccini.it
Se cerchi notizie sulla Scuola Primaria clicca sopra