Archivio per Giugno, 2007

Flickr in italiano (finalmente…)



“Sapete la novità? Da oggi Flickr parla altre sette lingue: italiano, francese, tedesco, coreano, portoghese, spagnolo e cinese tradizionale.

E’ un evento che avete atteso a lungo e rappresenta anche uno dei nostri obiettivi più ambiziosi, per questo siamo felicissimi di averlo raggiunto. Ora Flickr può essere davvero considerato una community globale di foto e persone, perchè non si rivolge solo agli utenti di lingua inglese, ma a tutti voi.

La traduzione del sito in diverse lingue è il progetto di sviluppo più grande della storia di Flickr: ha richiesto un grande sforzo ed anche una grande coordinazione da parte dei membri del team e dei tanti collaboratori presenti nel resto del mondo – quindi grazie a tutti!

Come funziona il nuovo Flickr? Cambiare lingua è molto facile, basta cliccare su uno dei link presenti nel footer in fondo ad ogni pagina. La lingua che selezionerete sarà memorizzata dal sistema e durante le visite successive non dovrete ripetere la scelta perchè avverrà automaticamente. Ci teniamo a dirvi che la differenza di lingua non cambierà in nessun modo i contenuti di Flickr, che continueranno a fondarsi su un unico sistema, un solo database e anche su una sola community.

Oltre al sito, saranno disponibili in diverse lingue il Blog di Flickr, il Forum e l’Aiuto via email. E per accontentare proprio tutti abbiamo anche creato un tool per gli amministratori dei gruppi, con cui sarà possibile tradurre in diverse lingue le descrizioni dei gruppi stessi.

Avrete anche a disposizione un uploader (le versioni per Windows sono già pronte, mentre quelle per Mac saranno disponibili a breve).

L’ultima novità è la procedura di acquisto del Flickr Pro, che sarà gestita da Yahoo! Borsellino, un sistema che supporta una grande varietà di carte di credito”.

Questo è quanto si legge sul post di lancio nel blog di Flickr. Era ora!

Il mio account su Flickr.

Via | clickblog


maestroalberto su MoMB!



Non ci posso ancora credere: maestroalberto su MoMB!

Controllando i referrer dal pannello di controllo di questo blog ho notato un paio di link in entrata da MoMB, il “museo delle beta moderne”.

Uno conduce a mia recensione.

Per chi non lo sapesse MoMB è un sito di assoluto riferimento per tutti gli appassionati di web 2.0, che ha più di 5000 lettori giornalieri. Evidentemente anche loro sono miei lettori!

Un paio di considerazioni:

  1. contenuti intertessanti, se un piccolo publisher indipendente del tutto autodidatta come me è riuscito a farsi notare da un importantissimo sito americano (forse per caso… ) evidentemente ha buoni contenuti da proporre che sanno interessare chi legge;
  2. correttezza, il fatto che MoMB citi la fonte di un qualsiasi blog italiano è una grande lezione di trasparenza e un testimone passato ai tanti bloggers vecchi e nuovi, grandi e piccoli che spesso non si comportano allo stesso modo.

Questa è la magia della Rete: chiunque, dal più remoto paese della provincia italiana, può ritagliarsi un proprio circuito sociale, uno spazio fatto di idee e di proposte da mettere in questa enorme piazza stimolando l’interesse del mondo.

Non ci dimentichiamo che Internet è fatta di persone… per fortuna! 😉


Freetown: una città dai muri infiniti



Il team di Freetown (Domenico in particolare) mi segnala la loro intelligente iniziativa di cui riporto volentieri la recensione:

“Freetown è una città fatta di muri potenzialmente infiniti; ogni utente registrato può entrare in città con la propria creazione e costruire un pezzo del muro più lungo del mondo.

In concreto registrandosi al sito, viene creata una cartella personale che raccoglie le proprie opere inserite. Ogni nuova immagine crea una nuova porzione di muro, contribuendo così alla sua crescita.

Freetown offre la possibilità di una passeggiata virtuale lungo un muro dove le opere non sono dettagli secondari del contesto ma l’essenza stessa.

Questa città è la nuova Utopia, dove specialisti e non potranno stare gli uni accanto agli altri, colorando la città e abbattendo il distacco personale, le differenze sociali, il silenzio umano delle nostre rumorosissime strade.

Il progetto di Freetown è un tentativo di riappropriarsi di uno spazio che nella nostra cerchia urbana, nel nostro vissuto, sentiamo di non avere a disposizione”.

In bocca al lupo!


DemCamp: il BarCamp dedicato all’e-democracy ad Arezzo



Federico mi scrive per invitatmi a pubblicizzare il Demcamp, un barcamp dedicato all”e-democarcy, al rapporto tra new media (blogging, citizen journalism, web tv e broadcasting) e politica, alla partecipazione attiva alla vita politica e civile con l’utilizzo di internet e degli strumenti offerti dal Web 2.0.

L’evento si svolgerà ad Arezzo presso la Sala Montetini, Auditorium Palazzo Comunale, Via Cisalpino 53, Domenica 17 Giugno 2007.

Un barcamp praticamente a casa mia (Arezzo è la città dove lavoro da anni) al quale purtroppo non potrò personalmente partecipare.

In ogni modo sostengo e promuovo molto volentieri l’iniziativa e lancio l’idea ai promotori di pensare ad organizzare in un prossimo futuro un EduCamp, magari sempre ad Arezzo.

Per tutte le informazioni: BarCamp/DemCamp


Web Links n° 8



Ottavo appuntamento con Web Links, rubrica del blog dove segnalo le notizie e i siti più interessanti di cui vengo a conoscenza che non riesco (o non voglio) segnalare in un post.

Chi è interessato a tutti i miei links può consultarli sul mio del.icio.us e magari sottoscriverli.

  • Demofuse, creazione di tutorial di navigazione di un sito web
  • Docufarm, estensiione Firefox per visualizzare documenti nel browser (pdf, ppt, doc, rtf, ps)
  • Mierda Mail, servizio email temporaneo anti spam
  • LiveLook, rete sociale di webcam
  • coRank, creare un sito di editoria sociale alla digg
  • Schoolr, metamotore di ricerca, dizionario, traduttore, enciclopedia, convertitore
  • post2blog, ottimo WYSIWYG blog editor gratuito
  • Rouxbe, video ricette e cucina in salsa web 2.0
  • Vidipedia, Wikipedia per i video
  • MassMirror, servizio multi file hosting
  • Reactee, generatore di Tshirt con slolgan personali
  • Imagery, motore di ricerca per immagini
  • Easy Polls, servizio gratuito per sondaggi
  • Mogulus, tutto il necessario per crearsi un proprio canale tv con la webcam
  • Space Time, bel browser 3D
  • Podcast People, semplice tool per la creazione di podcast
  • MyBooo, qualcosa di più che un sistema operativo online
  • Wang Momo Icons, graziosissime icone giapponesi con coniglietti animati



ScienceHack: motore di ricerca per video scientifici



Science Hack è un motore di ricerca che seleziona soltanto filmati con contenuti scientifici alloggiati in altri servizi di video sharing.

Per mantenere una certa qualità, i video saranno selezionati dal personale specializzato di ScienceHack.

Essendo ancora in fase Alpha le funzionalità “sociali” del servizio devono ancora essere migliorate. In futuro esso potrà essere integrato nell’ecosistema per studenti Facebook.

Ne approfitto per segnalare il bellissimo canale video su YouTube di National Geografic.


Seguimi

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.