Archivio per la tag 'webmasters'

Remove.bg: software gratuito per rimuovere lo sfondo da immagini e foto

Ho già recensito in passato Remove Image Background, un’applicazione web che permette di eliminare lo sfondo dalle foto di un ritratto o da altri tipi di immagine in pochi secondi.

Remove.bg offre ora anche un software gratuito per rimuovere lo sfondo da immagini e foto. 

Si tratta ovviamente di uno strumento più completo e funzionale rispetto alla web app.

Il programma è multi piattaforma ed è disponibile per Windows, Mac e Linux (Ubuntu, Debian).

Le principali caratteristiche dono le seguenti:

  • funzione trascina e rilascia dei file per la rimozione automatica dello sfondo
  • caricamento multiplo di immagini e cartelle
  • creazione di sfondi trasparenti o colorati
  • selezione della dimensione di output del file convertito senza background

Per funzionare il software utilizza l’API remove.bg, ossia una chiave che si può ottenere registrandosi al sito, e una connessione Internet attiva.

La chiave API offre le prime 50 conversioni gratuite in piccole dimensioni ogni mese, altrimenti bisogna passare ai piani pro a pagamento.

Remove.bg ha guadagnato rapidamente popolarità dal momento che è molto facile creare file immagine PNG con sfondi trasparenti per creare montaggi di ogni tipo.

L’aspetto più utile del software è la rimozione automatica dello sfondo in massa di una serie di immagini tramite un semplice drag&drop e la possibilità di scegliere sfondi trasparenti o colorati di background.

È dunque possibile rimuovere lo sfondo delle foto in pochissimo tempo, senza dover ricorrere a complicati software di grafica digitale alla Photoshop ed ottenere una sagoma da utilizzare in atri contesti e sfondi a piacere, per esempio per creare fotomontaggi.

Pur tuttavia Remove.bg offre anche una estensione proprio per Photoshop.

Wix: creare siti web non è mai stato così facile

Mi è capitato spesso in passato su questo blog di parlare di Wix.com, un sistema per creare un sito web gratis completo, professionale ed elegante in maniera semplice ed intuitiva.

Questo servizio migliora la sua offerta di strumenti per la pubblicazione di contenuti sul web di anno in anno offrendo sempre nuove funzionalità e opzioni di produttività tagliate su misura in base alle esigenze più disparate degli utenti.

Il sito è disponibile in tutte le principali lingue e anche in Italiano, offre un ottimo editor e un’interfaccia grafica nella dashboard per la pubblicazione dei contenuti molto intuitiva ed amichevole che rende l’esperienza d’uso gradevole e chiara.

Oltre al testo scritto, anche i contenuti multimediali, le foto e i video, possono essere modificati ed ottimizzati al layout e allo sfondo scelto e ce ne sono davvero tantissimi appositamente studiati per soddisfare qualsiasi esigenza e tipologia di sito da pubblicare online, in base al gusto personale del publisher generico, del blogger inesperto o del webmaster professionale. Il tutto in modo da ottenere con semplicità risultati suggestivi ed accattivati adatti a qualsiasi tipologia d’uso.

Wix, in particolare, offre di continuo nuovi html template (molti dei quali gratuiti), solidi e ben costruiti, in modo che chiunque possa realizzare pagine web uniche e distinguibili dalle migliaia uniformi e poco personali che di solito si trovano nel web.

I temi, tuttavia, sono anche suddivisi per categorie in modo che possano essere reperiti con più immediatezza: business, negozio online, fotografia, video, musica, design, ristoranti e cibo, viaggi e turismo, eventi, portfolio e curriculum, blog e forum, salute e benessere, moda e bellezza, comunità ed educazione, arti creative, landing page (vale a dire una pagina strutturata appositamente in modo che il visitatore la possa raggiungere cliccando un link), ce n’è per tutti i gusti.

Come si può ben intuire dall’elenco precedente, la grande varietà dei temi proposti offre l’occasione di scoprire grafiche per ogni esigenza di pubblicazione, anche la più disparata e particolare.

I layout sono anche suddivisi non solo in base alla novità ma è anche possibile accedere al volo a quelli più popolari che hanno riscosso più successo tra gli utenti e a quelli vuoti da cui partire ex novo, tramite procedure guidate, nella costruzione di un sito web.

Di ogni tema è disponibile un’anteprima sia desktop, sia mobile, per rendersi bene conto del suo futuro impatto grafico quando lo utilizzeremo e per capire al meglio se è adatto alle proprie necessità.

Per iniziare a costruire un sito si può anche usare la Wix Artificial Design, l’intelligenza artificiale appositamente studiata dalla piattaforma in grado di guidare l’utente nella scelta della pubblicazione e capace di creare un sito web in pochi minuti semplicemente rispondendo a sei domande specifiche sul contenuto del sito da pubblicare: l’attività, il target e il tipo di business, la propria storia professionale, i risultati già conseguiti e la possibilità di aggiungere tasti per invitare gli utenti a svolgere una determinata azione nel sito (acquisti, iscrizioni a mailing list, appuntamenti, prenotazioni, ecc.).

Come detto, anche l’editor è un punto di forza di Wix, non solo per la sua interfaccia visuale particolarmente intuitiva, ma anche perché da esso è possibile dare sfogo alla creatività sfruttando alcune basilari conoscenze di programmazione e l’utilizzo di un po’ di codice per chi ne avesse un minimo di padronanza.

In buona sostanza con Wix si può procedere alla pubblicazione di un sito web da soli, senza ricorrere a costose agenzie o a professionisti del settore e ottenere risultati più che validi, sia da un punto di vista grafico, sia riguardo la produttività.

Tra le varie opzioni offerte da Wix ricordo anche l’inclusione di grafiche 3D, i menù e i contenuti fissi, le pagine infinite, private e protette, le gallerie di immagini di libero utilizzo prive di copyright da cui reperire immagini generiche, i tantissimi layout e modelli già pronti anche per siti di negozi di shopping online, il logo maker, la procedura guidata per la costruzione di siti web, la landing page, la funzione one page, l’ottimizzazione automatica delle pagine per dispositivi mobili, il servizio hosting con assistenza 7 giorni su 7, 24 ore su 24, la possibilità di pubblicare domini di primo livello personalizzati, le statistiche dei visitatori, la ottimizzazione SEO (ossia per i motori di ricerca), l’email marketing, l’app market, il generatore di app personali, le funzioni social integrate.

La maggior parte di questi strumenti sono offerti gratuitamente ma c’è la possibilità di aggiungere funzionalità e contenuti premium con pochi euro mensili.

In definitiva Wix fa della flessibilità il suo aspetto migliore assieme alla semplicità d’uso: non bisogna certo conoscere complicati linguaggi di programmazione per usarlo. Non si tratta di una proposta per creare siti web come ce ne sono tante in internet ma di un servizio che offre pacchetti completi, scalabili e personalizzabili in grado di soddisfare le necessità di chiunque e qualsiasi bisogno specifico.

Dal blogger alle prime esperienze al privato che necessitano di visibilità online, dall’istituzione all’azienda che vogliono promuovere le loro attività e il proprio marchio, da chi ha bisogno di una singola pagina pubblicitaria a coloro che invece generano grandi flussi di contenuti quotidianamente, Wix è in grado di accontentare tutti.

Quando parliamo di Wix, ci riferiamo a una realtà consolidata e matura a cui affidarsi, certi di non essere lasciati soli nello sviluppo dei  propri progetti web e sicuri della continua offerta di strumenti professionali sempre più maturi e innovativi.

Remove Image Background: eliminare lo sfondo dalle foto di un ritratto in pochi secondi

Remove Image Background è una fantastica applicazione web che permette di eliminare lo sfondo dalle foto di un ritratto o da altri tipi di immagine in pochi secondi nel vero senso della parola.

Si tratta di un’eccellente servizio gratuito basato sul web che permetterà di rimuovere il background con un semplice click.

Per fare questo, basta selezionare un’immagine da caricare attraverso un apposito pulsante o incollando  l’URL se si tratta di una foto disponibile su Internet.

remove.bg provvederà automaticamente in un baleno ad analizzarla e ad eliminare lo sfondo. Il tempo di elaborazione dipende dal peso dell’immagine che viene caricata e il servizio supporta una dimensione massima di 8 MB.

Funziona tutto perfettamente a patto che le persone siano in primo piano e meno bene se proviamo con oggetti di vario tipo.

È possibile rimuovere lo sfondo delle foto in meno di cinque secondi. Le immagini risultanti sono disponibili per il download in formato PNG.

La sagoma ottenuta a questo punto può essere usata in atri contesti ed inserita in altri sfondi a piacere.

Remove Image Background fornisce anche un’API per chi lo volesse integrare in applicazioni o pagine web.

Se non siete grafici professionisti o non avete tempo da perdere dimenticate Photoshop e provate questo strumento.

YDNW: strumento per creare un sito web con Google Docs

YDNW è un interessantissimo strumento per creare un sito web con Google Docs, ossia con l’applicazione web di Google che consente di editare testi in stile Microsoft Word.

Il nome stesso è tutto un programma. YDNW, infatti, indica il nome esteso del tool, You Don’t Need WordPress, ossia non c’è bisogno di WordPress.

Come si sa WorPress è la piattaforma per il blogging più completa, più famosa e più diffusa al mondo con cui è anche editato questo blog per esempio (più del 30% dei siti internet esistenti sono costruiti con questo CMS).

YDNW si rivolge a chi ha bisogno di editare un blog in modo semplice e a costo zero:. Il tool si integra facilmente con Google Drive che quindi funziona come servizio di hosting dei file online con un conseguente risparmio dei costi per acquistare uno uno spazio di archiviazione e di pubblicazione di contenuti web.

In pratica, tramite un account Google e i suoi strumenti, possiamo realizzare un sito internet completo ed immediato: basta creare un documento con Google Docs per ogni pagina del nostro blog e archiviarlo in una cartella online.

Esattamente come con Documenti di Google si possono usare gli strumenti di formattazione del testo, cambiare i colori, inserire tabelle ed elenchi e via dicendo. Ma l’aspetto più interessante è la collaborazione e la condivisione dei contenuti con altri utenti, proprio come permette di fare Google Documenti.

YDNW è uno strumento open source gratuito per tutti ma che potrebbe tornare comodo specificamente anche agli insegnanti in alternativa a Google Sites, lo strumento per la creazione di siti aziendali ed educativi o di classe incluso in Google Suite For Education.

Schetch2Code: applicazione che trasforma uno schizzo o un disegno fatto a mano con testi scritti in codice HTML

Schetch2Code è un progetto interessante di Microsoft AI, sebbene ancora a livello sperimentale, in grado di utilizzare l’intelligenza artificiale per realizzare progetti da pubblicare via internet.

Si tratta di un’applicazione web che trasforma uno schizzo o un disegno fatto a mano con testi scritti in codice HTML.

Il sistema è un grado di scannerizzare la bozza di un qualsiasi design e fornire il codice per pubblicare il relativo frame in un sito web tale e quale come è stato realizzato lo schizzo.

In pratica lo strumento viene in soccorso alla stragrande maggioranza di persone che gestiscono siti web ma che non hanno una profonda conoscenza dei linguaggi di programmazione ed in particolare dell’HTML.

La procedura è molto semplice, si carica la bozza di un progetto o lo si fotografa con la webcam e il sistema elabora il codice HTML da scaricare e utilizzare per pubblicarlo in una pagina web.

È possibile anche verificare nel dettaglio il funzionamento dell’algoritmo di rielaborazione come si può vedere da queste immagini:

Si tratta dunque di uno strumento utile per blogger, webmaster e web designer in erba e che potrebbe tornare utile  a tutti coloro i quali gestiscono siti web ed hanno bisogno di grafiche particolari da pubblicare, insegnanti inclusi.

Picular: il Google dei colori

Picular ama definire se stesso il “Google dei colori”.

Si tratta infatti di una specie di motore di ricerca di colori che si basa proprio sugli algoritmi di Google.

Notoriamente se effettuiamo una ricerca su Google e selezioniamo il tab immagini avremo una serie di figure e di foto come risultato. Picular non fa altro che rendere la palette dei colori di tali immagini con i rispettivi codici esadecimali attraverso un’esperienza utente davvero grandiosa.

Ecco un’esempio con la parola “acqua”:

E un altro esempio con la parola “bosco”:

Passando il mouse sopra l’icona in basso a destra di ciascun riquadro colorato possiamo vedere la corrispondente immagine originale da cui è stato ricavato.

Picular è gratuito e accetta ricerche in tutte le lingue dal momento che non fa altro che elaborare i risultati forniti da Google in forma visuale.

Si tratta quindi di un’ottima applicazione web, utile non solamente per webmaster, designer e appassionati di grafica digitale, ma anche in campo didattico educativo.

Si può per esempio utilizzare come suggestione per disegnare astrazioni a partire da un preciso tema utilizzando i colori ottenuti con una ricerca o utilizzarlo per spiegare come si formano i colori in campo informatico-digitale e i relativi codici che li contraddistinguono.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: