Archivio per la tag 'web2.0'

Quanto sei esperto di web2.0? Fai il test!

web2.0 test



How web2.0 aware are you? è un divertente test che determina quali siti web2.0 hai visitato recentemente.

Clicchi sul pulsante, un rullo tamburo, ed ecco la tua percentuale! Io la prima volta ho ottenuto un buon 57%.

Simpatico quanto inutile.

Via Micro Persuasion


MyDeathSpace, il lato macabro di MySpace

MyDeathSpace
Non ho mai amato MySpace, la comunità sociale recentemente acquistata dal magnate australiano Rupert Murdock.

Un po’ perché non mi somo mai piaciuti i luoghi troppo affollati, un po’ perché ho molto poco da condividere con la stragrande maggioranza degli utenti del sito: i teenager americani.

Inoltre, quando mi sono collegato per curiosare, la navigazione non è risultata troppo sicura.

Il suo risvolto macabro si chiama My Death Space, una specie di tributo e di epitaffio digitale dei membri deceduti appartenuti a MySpace nelle cui pagine mantenevano un diario on line.

Le persone, purtroppo di gran lunga giovanissime, sono decedute soprattutto per morte violenta: suicidio, omicidio, incidente stradale…

Quello che mi ha disgustato non è stato tanto la tipologia dei decessi, alla quale la cronaca quatidiana ci ha malinconicamente abituato, quanto il merchandising legato al sito, davvero di pessimo gusto.

Vi si intravede un quadro inquietante e spettrale della società americana, ma stranamente ancora palpitante e vivido. Dopo la vista di tre pagine ho chiuso definitivamente la navigazione. Il sito non figura tra i miei preferiti e nemmeno nel mio blogroll.

Ricerca di siti web2.0 attraverso i loro loghi

Web2Logo

Web2.0Logo consente la ricerca di siti web2.0 attraverso il loro logo.

Il sito mostra in una sola pagina 50,100 o 150 loghi. Cliccando su uno di essi si accede a Web2.0List, ossia alla lista delle descrizioni, che contiene alcune informazioni: url, gradimento, rank di Alexa, bookmark di Delicious, dati di Technorati e un’utile classifica di siti similari.

Ci sono addirittura anche alcune interviste ai responsabili dei servizi e, se registrati, si può raccomandare o sconsigliare un sito.

Dalla homepage si naviga anche con la tagcloud, cliccando su una tag vengono mostrati solamente i loghi corrispondenti. Un modo di ricercare, completo, efficace, intuitivo e rapido.

Slideshow di siti web.2.0

Web2.0Slides
Web2.0Slides è un sistema che consente di navigare in una lista di più di 1.400 siti web2.0 come in un’auto proiezione di diapositive.

Lo schermo è diviso in 2 parti, nella barra laterale a sinistra si sceglie una categoria, si preme il pulsante play e, nella restante parte dello schermo, ha inizio la proiezione delle home pages dei siti elencati.

Naturalmente il tutto può essere controllato tramite i comandi di pausa, avanti e indietro e si può anche selezionare e stoppare un singolo sito.

E’ possibile cliccare sul sito per navigarlo come in un normale browser e può essere aperto in una nuova finestra o in una nuova scheda con il tasto destro del mouse.

Un sistema molto immediato e redditizio.

Slideshow 2.0, trasformare immagini in proiezioni

Con Slide, ennesimo programma web 2.0, è possibile creare rapidamente delle proiezioni d’immagini da inserire nel proprio blog.
Le immagini possono essere caricate da Photobucket, Flickr, MySpce, da URL generate da un qualsiasi servizio di hosting e dal’hard disk del proprio computer.

Dopo essersi registrati, i passi da fare sono tre:

  1. creare la slideshow caricando le immagini (io l’ho fatto da Flickr accedendovi direttamente dall’interfaccia di Slide) e personalizzarla, con temi, tags, descrizioni, scegliendo dimensioni e stili diversi, ce ne sono tanti e molto simpatici. I nostri cambiamenti e le nostre prove sono visibili in tempo reale!
  2. Salvare la proiezione. A questo punto viene generato un codice valido per numerose piattaforme di blogging.
  3. Copiare ed incollare il codice nel nostro sito.

Il risultato è quello che vedete. Ma è soltanto una delle tante svariate possibilità. La slideshow viene conservata nel nostro profilo, può essere modificata in qualsiasi momento e può essere iviata per email o salvata nel nostro computer per usarla come screensaver.

Nel sito c’è anche una community con cui condividere presentazioni e dove scegliere quelle che più ci piacciono, da modificare a nostro gusto e da aggiungere alle nostre favorite. Ce ne sono alcune molto ben fatte. Ecco un esempio con Marylin Monroe.

Davvero un ottimo servizio, facile da usare ed anche molto divertente!

PocketMod, un nuovo modo di organizzarsi

pocketmodePocketMod è un servizio on line che consente di creare un piccolo libretto tascabile di 8 pagine da organizzare a piacere e dove inserire modelli (mod) di vario genere: calendari, guide per la scrittura, liste per la propria organizzazione personale (spesa, contatti, conti…), riferimenti (formule, tavole di conversione…), giochi (sudoku…) ed altre cose.

In un minuto, attraverso il drag and drop, si prepara e si combina il nostro poketmod, si salva e si stampa in un solo foglio di carta. Ritagliato opportunamente, diventa come un taccuino, una agendina.

pocketmode screenshotIdea simpatica, utile per i viaggi, è una specie di versione “proletaria” di palmare, ma può anche integrarne l’uso se si adopera per trasferire i nostri appunti cartacei (più immediati) nel PDA in un secondo momento.

Il programma può anche essere scaricato per essere utilizzato off line e necessita di Flash Player. Il sito fornisce addirittura un convertitore da PDF a PocketMod.

Questo è un sempio di PocketMod creato da me in un minuto.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: