Archivio per la tag 'web2.0'

Uso di Internet nel mondo [infografica]

Source: makeuseof.com via Alberto on Pinterest

World Wide Web è un’interessante infografica in inglese dedicata all’uso di internet nel mondo.

Ci sono alcuni curiosi dati che fanno riflettere. Soltanto 271 persone su 1.000 sono utenti internet di cui 57 sono cinesi, 35 americani, 11 brasiliani, 9 indiani, 6 nigeriani, 3 indonesiani e 2 australiani. Nessun altro paese raggiunge la quota di 1 su 271.

Gli uenti internet sono duplicati dal 2005 al 2010.

La maggior parte della gente usa internet per accedere ai social network, per giocare, per scrivere email.

Jumpshare: condividere più di 150 tipi diversi di file online facilmente

Jumpshare è una pratica applicazione web che permette di condividere più di 150 tipi diversi di file online facilmente.

Basta trascinare con il drag&drop il file nell’apposito spazio o caricarlo da una cartella del computer che sarà caricato in internet e potremo condividerlo con un apposito link o nei social network (Facebook, Twitter, Google+).

Esso potrà anche essere inviato via email e dunque Jumpshare aiuta a risparmiare spazio nella nostra casella di posta elettronica qualora ci fossero limitazioni nella web mail usata poiché l’allegato risiede esternamente.

I file inviati non possono superare la pur buona dimensione di 100 mb e saranno mantenuti on the cloud per 14 giorni.

Ma l’aspetto interessante è che cliccando sull’icona del file ricevuto esso, oltre che scaricato, può essere aperto e visualizzato, ascoltato, visto online in una finestra del browser.

Tra formati più diffusi ci sono file Word, PDF, Powerpoint, immagini JPG, file audio MP3 da ascoltare direttamente online e video da guardare.

Jumpshare, quindi, funziona anche come potente viewer di file in internet.

Davvero un ottimo strumento, rapido, funzionale, gratuito, immediatamente accessibile poiché privo di registrazione obbligatoria.

Picsho: creare gallerie fotografiche usando hashtag sociali

Picsho è un valido servizio basato sul beb che consente di creare gallerie fotografiche usando hashtag sociali.

Si può scegliere #hashtag di Instagram, Twitter, Twitpic, Tumblr, yFrog Mobypicture, tag di Flickr e Lockerz e si procede alla creazione dell’album fotografico.

Si possono selezionare le foto da escludere, assegnare un nome e scegliere più di una rete sociale da cui prelevare le fotografie..

La galleria delle immagini ottenuta si può condividere online con il link che viene fornito. Ecco un esempio di raccolta fotografica dove ci sono alcune delle mie foto di Instagram.

Picsho è uno strumento gratuito che non richiede registrazione e che può essere usato come filtro di navigazione delle foto pubblicate nei social network.

PastBook: realizzare gallerie fotografiche, album e gadget con le foto di Instagram e di Facebook

PastBook è un’applicazione web che consente di realizzare gallerie fotografiche e album in PDF con le foto di Instagram e di Facebook.

Per realizzare il book o la galleria, basta connettersi via Instagram e Facebook, inserire un nome utente o un hashtag e procedere alla realizzazione.

Si possono creare album anche selezionando un amico dal proprio network.

Si tratta di un progetto realizzato e autofinanziato da due imprenditori italiani: Davide Ardore e Stefano Cutello.

PastBook è un’idea creativa e anche un nuovo modello di business, poiché i libri fotografici possono essere personalizzati, fatti stampare e ordinati in forma cartacea, previo pagamento ovviamente.

Si possono ordinare anche altri gadget come stampe su t-shirt, tazze, ciabatte di plastica e via dicendo.

Presto saranno inclusi altri social network come Twitter, Flickr e altri formati di stampa sia digitali, sia fisici.

Con l’applicazione, in pratica, si realizza una vera fotografia della propria vita digitale da indossare, da mostrare in casa o in ufficio o da appendere alle pareti.

PastBook fornisce anche un’app per iPhone, iPod touch e iPad.

Livememe: scoprire e creare meme personalizzati

Livememe è un curioso sito web dove scoprire e creare meme personalizzati.

Si possono visualizzare le immagini con gli slogan creare da altri utenti e quelle più hot condivise al momento.

Alcune possono essere modificate inserendo scritte personalizzate.

Attraverso un semplice editor grafico è possibile caricare un’immagine e scrivere quello che vogliamo per salvare il meme e condividerlo nelle reti sociali.

Si tratta di un servizio gratuito che non richiede registrazione.

Learnist: un Pinterest per educatori, studenti ed insegnanti

Tra i vari cloni del popolare social network di condivisione di contenuti, Learnist merita di sicuro una citazione.

Si tratta di una sorta di Pinterest per educatori, studenti ed insegnanti.

Attraveso la sua interfaccia visuale è possibile condividere ed organizzare materiali didattici, lezioni, tutorial in modo da integrare i comuni libri di testo e con l’aspettativa addirittura di sostituirli.

Si tratta di uno strumento collaborativo per l’apprendimento di gruppo e individualizzato in grado di selezionare il materiale educativo già presente nel web, di far fronte alla noia delle lezioni convenzionali, di disporre di contenuti sempre aggiornati, di divertirsi nel tragitto d’apprendimento, di generare sana competitività.

Sebbene possa essere navigato tranquillamente, Learni.st è ancora in fase beta ad inviti, è localizzato soltanto in Inglese, è gratuito ed offre già applicazioni iOS per iPhone e iPad.

Da tenere in considerazione.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: