Archivio per la tag 'web radio'

YouFM: ottima web radio basata sulla musica dei video di YouTube

YouFM è un’ottima web radio basata sulla musica dei video di YouTube.

Attravesro un’interfaccia molto semplice da usare si può accedere alle new release, ai top hit o ricercare direttamente una canzone.

Presto sarà possibile anche creare playlist.

YouFM è un player musicale gratuito che non richiede registrazione.

I 10 servizi dove ascoltare musica in streaming più usati in internet [infografica]

Source: gplus.com via Alberto on Pinterest

Dance on Demand: A Look at the Modern Social Music Revolution è un’interessante infografica in inglese che suggerisce in una sorta di classifica i 10 servizi dove ascoltare musica in streaming più usati in internet.

La Top Ten include: Spotify, Pandora, Grooveshark, Turnable.fm, Last.fm, SoundCloud, Jango, Rdio, Mog, Rhapsody. Citazioni anche per FaceBook e iTunes.

La scelta è ovviamente arbitraria. Personalmente includerei anche Loudlee, un sito per ascoltare e condividere musica in stile Pinterest di cui ci si può innamorare.

Loudlee: un sito per ascoltare e condividere musica in stile Pinterest

loudlee

Loudlee è un fantastico sito dove ascoltare e condividere musica in stile Pinterest.

L’interfaccia grafica ricorda molto da vicino infatti le modalità di quel social network.

In Loudlee è possibile ricercare musica, ascoltarla via YouTube, condividere brani in Twitter e FaceBook, creare playlist, formare una cerchia di amici.

Ciò che stupisce è la grandissim quantità di musica disponibile, ben suddivisa per artista, album e discografia.

Si tratta di un servizio gratuito aperto ancora solo ad inviti e per il momento, una volta accreditati, è possibile invitare gli amici di FaceBook.

Se qualcuno vuole un invito me lo chieda nei commenti.

Rokker.fm: ascoltare musica gratis online legalmente

rokker.fm

Rokker.fm è un’ottima applicazione web che consente di ascoltare musica gratis online legalmente.

Funziona un po’ come web radio, un po’ come motore di ricerca e un po’ come player audio.

Il database delle canzoni e degli album da riprodurre si base sull’enorme catalogo dei video di YouTube, mentre i dati discografici, ordinati e suddivisi per artista e album, sono reperiti su Amazon.

Quando riproduciamo un brano, infatti, è anche possibile visualizzare il rispettivo filmato in una finestrella e il link per acquistarlo su Amazon.

Probabilmente in futuro sarà disponibile anche un’applicazione per lo streaming su iPhone.

Da registrati è possibile creare playlist, ma la musica può essere ascoltata gratuitamente anche senza registrazione.

Grooveshark: ascoltare in streaming milioni di mp3

grooveshark

Grooveshark è un sito che sta raccogliendo un enorme successo tra gli appassionati di musica in internet.

Si tratta di un servizio interamente basato sul web dove ascoltare in streaming milioni di mp3 gratuitamente.

Funziona un po’ come motore di ricerca musicale, un po’ come social network, un po’ come web radio, ma soprattutto come player mp3.

La musica può essere ricercata, ascoltata rapidamente e organizzata in playlist.

Groveshark indicizza e propone all’ascolto libero in streaming decine di milioni di brani ogni mese e possiede già centinaia di migliaia di utenti.

Si può usare senza doversi registrare oppure ci si può connettere anche via Google o FaceBook.

Come in Last.fm si possano salvare i brani preferiti, organizzare scalette e creare playlist.

Volendo si può anche caricare i nostri mp3.

Pur essendo gratuito si possono acquistare piani premium a pagamento mensile.

Ultimamento è anche uscito un software gratuito per scaricare musica da Grooveshark. Il downloader si chiama Groovedown.

Con Spreaker crei la tua web radio

spreaker

Con la diffusione a livello globale di internet gli strumenti sono ormai alla portata di ognuno.

Se a metà degli anni ’70 la liberalizzazione della banda FM consentì una rivoluzione culturale permettendo a chiunque, con un trasmettitore, un’antenna, un microfono e un giradischi, di creare la propria radio, oggi quel passo potrebbe equivalere a un’apertura al semplice utente della stessa possibilità, ma per una web-radio.

Infatti oggi chiunque può creare la propria “Radiofreccia” attraverso Spreaker che premette di ascoltare e creare delle web radio. Attraverso l’applicazione totalmente basata sul web è possibile creare contenuti audio tramite un’interfaccia simile a una consolle e renderli disponibili live, in differita o scaricabili come podcast.

Sempre dal portale, ideato da un gruppo di giovani bolognesi, è possibile ascoltare in streaming gratuitamente sia gli show trasmessi dagli utenti che quelli dei canali ufficiali curati da artisti conosciuti e case discografiche indipendenti.

Nato nel 2010, Spreaker, lanciato queste settimane negli Usa, permette di ascoltare nuova musica su misura per i propri gusti e di dare voce a chiunque volesse condividere musica e idee.

Guest post a cura di Michele Pallada e Domenico Lamanna: www.lacuriosita.it


albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: