Archivio per la tag 'web application'

PDF pad: stampante virtuale di documenti PDF

PDFpad
PDFpad è una stampante virtuale di documenti in PDF.

In sostaza crea alcuni tipi di semplici documenti:

  • calendari
  • bandiere di tutti gli stati
  • fogli di carta grafica
  • spartiti musicali
  • sudoku (con tanto di generatore)

Creare badges per YouTube e Flickr al volo


Get your own youTube badge

Semplicemente inserendo lo UserName del proprio account di YouTube questa applicazione crea un codice da copiare ed incollare nelle pagine web e genera un bel badge come questo con i thumbnails dei propri video.

Allo stesso modo crea badges per Flickr, come quello sotto, inserendo l’email del proprio account.


Get your own flickr badge

Il risultato è, a mio parere, molto gradevole.

Google Docs & Spreadsheets: nasce la suite da ufficio di Google

Google Docs

Google ha integrato in Google Docs & Spreadsheets il foglio elettronico Spreadsheets, realizzato da Google stessa e l’editor di documenti di testo online Writely, acquisito qualche mese fa (se si clicca sul vecchio link si accede al nuovo servizio).

Questo strumenti gratuiti offrono la possibilità di editare, salvare e condividere documenti e fogli di calcolo online, attraverso l’uso del nostro browser per la navigazione in internet.

I documenti sono quindi accessibili, attraverso l’account Gmail, tramite qualsiasi computer connesso alla rete e sono visibili solo agli utenti che li hanno generati e quelli abilitati alla partecipazione della stesura, ma possono anche essere resi pubblici.

E’ il primo passo verso quella web suite da ufficio annunciata dal colosso americano e destinata ad accrescere e svilupparsi. Nell’intento dei creatori, le web applications sono destinate a fare concorrenza alle applicazioni presenti sui nostri computer.

Anche Repubblica Tecnologie & Scienze ha destinato un articolo all’unificazione dei due servizi sottolineando come “i milioni di utenti della Gmail in tutto il mondo, infatti, potrebbero essere attratti dalla facilità di usare un editor di testo on line, ma soprattutto di scaricare e allegare direttamente documenti in vari formati, pubblicare direttamente i propri file su un blog o su un sito e dialogare con amici e colleghi in maniera facile”, e che “l’accessibilità a un programma di scrittura e a uno per creare fogli di calcolo, di ultima generazione in maniera “friendly” e soprattutto senza costi rischia di creare qualche problemino ai produttori di software, primo fra tutti Microsoft. Non a caso il leader mondiale del settore ha già sferrato la sua contromossa: il ramo “Live” di Windows. E, c’è da giurarlo, sarà una bella sfida”.

Google for Educators: la piattaforma di Google per insegnanti

google for educators

Il mio omonimo Alberto mi segnala un suo post su teladuepuntozero che raccolgo con molto interesse.

Google ha appena lanciato il servizio Google for Educators, per “riconoscere il ruolo centrale degli insegnanti nell’abbattere le barriere tra la gente e l’informazione”. E ancora: Google “sostiene gli insegnanti che lavorano ogni giorno per potenziare i loro allievi ed estendere le frontiere della conoscenza umana”.

Come prima comunicazione di intenti, da educatore e appassionato di internet, mi commuove…

Il sito offre già 12 servizi:

    Web Search
    Earth
    Book Search
    Maps
    Video
    Docs & Spreadsheets (nuovissimo portale per scrivere e foglio di calcolo)
    Blogger
    SketchUp
    Calendar
    Picasa
    Google Apps for Your Domain
    Personalized Homepage

Un progetto fantastico che dà in mano agli insegnanti un modo completamente nuovo di pianificare il proprio lavoro, integrandolo con tecnologie di comunicazione e di informazione del tutto innovative ed immediate. Sta a loro (noi) usarlo nel modo appropriato.

Link al post di tela2.0.
Vedi anche questo post precedente.

Ritorno a scuola con le applicazioni del Web 2.0 (parte seconda)

sw2

E’ finalmente uscito il seguito dell’interessantissimo post di Solution Watch che propone la seconda parte della molto variegata lista di applicazioni web 2.0 per insegnanti e studenti che cercano prodotti e tecnologie da utilizzare nell’anno scolastico appena iniziato.

Come ho già detto a prposito della prima lista, il target a cui è diretto il post non è certo quello dei primi ordini scolastici, ma gli studenti universitari e gli insegnanti superiori. Tuttavia vi si possono cogliere spunti e suggerimenti interessanti anche se non si appartiene a questa fascia.

Questa lista, la cui stesura è giustificata con l’incremento dell’uso che fanno gli insegnanti di blogs e wikis e a causa della crescente domanda degli studenti per gli strumenti online, è suddivisa in tre parti: applicazioni da ufficio (office applications), comparazione di web word processors e il titolo-domanda le applicazioni web da ufficio sono pronte per un uso scolastico?.

Alcune delle applicazioni segnalate sono state recensite anche in questo blog. Non resta che augurarci ulteriore interesse da parte di SolutionWatch sull’argomento.

Vedi il mio post: Ritorno a scuola con le applicazioni del Web 2.0
Links diretti: parte 1 e parte 2

Ritorno a scuola con le applicazioni del Web 2.0

scuola e web 2.0

Solution Watch propone un’ottima lista molto variegata di applicazioni web 2.0 per insegnanti e studenti che cercano prodotti e tecnologie da utilizzare nell’anno scolastico appena iniziato.

Ovviamente il target a cui è diretto il post non è certo quello dei primi ordini scolastici, ma gli studenti universitari e gli insegnanti superiori. Tuttavia vi si possono cogliere spunti e suggerimenti interessanti anche se non si appartiene a questa fascia.

La lista (prima parte di un post a cui seguirà una seconda) si giustifica con l’incremento dell’uso che fanno gli insegnanti di blogs e wikis e a causa della crescente domanda degli studenti per gli strumenti online. E’ suddivisa in due parti: strumenti (tools) e applicazioni da ufficio (web applications).

In Italia? Siamo molto indietro, non credo tanto come domanda di applicazioni web online, quanto per l’offerta di validi strumenti in lingua italiana pensati per gli utenti del nostro Paese.

La domanda di strumenti di apprendimento più efficienti e facili da utilizzare è in forte crescita. Persino il concetto di eLearning (la formazione a distanza) come si è diffuso in questi ultimissimi anni comincia ad essere obsoleto ed avrebbe bisogno di una robusta inversione di rotta. la formazione dovrebbe perdere la rigidità dei ruoli consolidati (studente e tutor) e cercare di coinvolgere attivamente chi apprende, il quale si autocoinvolge a sua volta rielaborando concetti per sè stesso e per altri, nell’ottica tipica del web 2.0 e attraverso gli strumenti che lo stesso web 2.0 fornisce. Ma sto divagando dal tema di questo post, la segnalazione di un’ottima lista.

Concludo dicendo che dobbiamo forse cominciare a parlare sempre più spesso di concetti come eLearning 2.0 o Formazione 2.0, se si vuole. C’è qualcuno in grado di raccoglire questa sfida?


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: