Archivio per la tag 'virtuale'

Flipgrid: fare didattica e comunicare con gli studenti attraverso storie e video (video tutorial in Italiano)

Flipgrid è una piattaforma web gratuita dove fare didattica e comunicare con gli studenti attraverso brevi video e storie simili a quelle di Facebook e Instagram.

Si tratta dunque di uno strumento ideale per la didattica a distanza.

Si integra alla perfezione con il cloud GSuite e Microsoft Education e dispone di app per tablet e smartphone Android e iOS.

Flipgrid si rivolge a tutti gli studenti di ogni ordine e grado di scuola. Con questo strumento gli studenti hanno la possibilità di riflettere, discutere e mostrare ciò che stanno imparando, creando, leggendo, risolvendo e sperimentando.

Gli insegnanti possono creare griglie e aggiungere gli argomenti da trattare. Le griglie sono il luogo di incontro della classe per innescare la discussione.

Gli argomenti di riflessione e di studio, ovviamente, possono essere di vario tipo e gli studenti possono condividere le loro idee e storie basate sugli argomenti proposti in modo a loro più congeniale anche e soprattutto tramite le apposite app per telefonino.

I ragazzi, durante la registrazione, possono mettere in pausa, riprendere la registrazione, inserire foto e clip, ritagliare i filmati.

Flipgrid include anche una una lavagna virtuale, vari stili video già pronti, la possibilità di inserire testi scritti ed emoji per creare le loro storie.

Per estendere la discussione, si possono invitare le famiglie in modalità ospite, tuttavia i docenti mantengono sempre il pieno controllo di griglie e video.

Infine è possibile condividere i video di Flipgrid attraverso un apposito codice QR e ascoltare la voce degli studenti con la realtà aumentata.

Sotto due ottimi video tutorial in Italiano che spiegano molto bene l’utilizzo che possono fare studenti ed insegnanti di Flipgrid.

Visite e tour virtuali ai musei di tutto il mondo raccolte in una sola mappa

virtualmuseums.io è un sito che raccoglie i link alle visite virtuali dei musei di tutto il mondo in una sola mappa.

Si tratta di un’utile risorsa educativa in questi tempi di quarantena forzata dovuta al Covid-19 da suggerire anche per la didattica a distanza.

I tour virtuali consentono di entrare dentro il museo e visualizzare le opere, le gallerie e i manufatti come se fossimo presenti di persona.

Alcuni musei virtuali, tuttavia, non offrono veri e propri tour ma soltanto l’esplorazione  una parte delle loro collezioni online.

La mappa proposta non è completa ma presumibilmente sarà costantemente aggiornata anche perché è possibile segnalare i musei mancanti.

Cliccando sui pin della mappa possiamo vedere un’anteprima con la descrizione del museo ed iniziare il tour cliccando sul alla visita virtuale del museo corrispondente.

Aggiungo sotto i link diretti ad alcuni dei più famosi musei del mondo

Healtline Human Body Maps: esplorare il corpo umano in 3D

Healtline Human Body Maps è un’applicazione web che permette di esplorare il corpo umano in 3D.

Si può scegliere i modelli tra maschio e femmina, iniziare la navigazione interattiva tridimensionale semplicemente passando il mouse sopra uno dei 28 organi e sistemi del corpo disponibili e successivamente esplorare le parti costituenti nei minimi dettagli.

Si tratta pertanto di un ottimo strumento per studiare l’anatomia e la fisiologia nei minimi particolari in quanto corredato di video per ciascun apparato mostrato.

Healtline BodyMaps è un eccellente strumento gratuito per educatori e studenti.

Sketchlot: una lavagna virtuale pensata per studenti e insegnanti

Sketchlot è una lavagna virtuale interattiva pensata per studenti e insegnanti.

Si possono creare disegni da condividere in gruppo, come in una classe virtuale attraverso l’assegnazione di password da parte dei docenti.

Non richiede Flash e dunque funziona alla grande su iPad e altri tablet o smartphone.

Sketchlot è un’applicazione gratuita.

Guida: come duplicare un cd e avviarlo tramite emulatore senza metterlo nel lettore del computer

Dover consultare dischetti inserendoli di continuo nel lettore CD del computer personale è davvero noioso. Inoltre spesso è necessario ottenere delle copie di sicurezza in modo conservare un backup che potrebbe sempre tornare utile.

La soluzione esiste ed è davvero semplice: si tratta di clonare un CD ottenendo un’immagine ISO da salvare nel computer e lanciarla come fosse un normalissimo file senza dover più aprire il drive del PC.

Per fare ciò abbiamo bisogno di un paio di utility gratuite e molto semplici da usare.

Per creare immagini ISO esistono molti software, lo si può fare per esempiocon i programmi per la masterizzazione alla Nero.

Io vi consiglio di scaricare la versione portabile (che non richiede installazione) in Italiano di ImgBurn (link diretto per il download): un programmino semplicissimo da usare.

Fate doppio clic sul file ottenuto dal download ed otterrete una cartella da cui lanciare il software, il quale riconoscerà subito il CD inserito nel lettore del computer.

Basterà cliccare sul pulsante crea l’immagine di un disco, scegliere la cartella di destinazione e procedere alla creazione dell’immagine ISO, ossia il file che contiene l’intero contenuto del CD o DVD.

A questo punto servirà un emulatore, ossia un software in grado di aprire il clone del CD.

Scaricate la versione portabile WinCDEmu, lanciate il programma, cliccate sul pulsante mount another image, caricate il vostro ISO e si aprirà magicamente la classica finestrina AutoPlay di Windows che vi chiede come volete aprire i file quando si mette un CD nel lettore.

Selezionate il vostro CD virtuale e il gioco è fatto.

Ricordate anche che con un normale software per masterizzare potete creare una o più copie esatte di CD o DVD proprio a partire dalla sua immagine ISO, anche con il nostro ImgBurn.

Via | Maestro Alberto: il Web per la Scuola Primaria

The Big Internet Museum: i principali strumenti ed eventi della storia di inernet

The Big Internet Museum è un curioso sito che raccoglie, come in un museo virtuale, i principali strumenti ed eventi della storia di inernet.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: