Archivio per la tag 'url'

Linkare un punto preciso di un video di YouTube con YouTube Time

youtubetime

YouTube Time è uno strumento gratuito semplicissimo da usare che permette di linkare un punto preciso di un video di YouTube.

La cosa potrebbe anche essere fatta manualmente inserendo un pezzo di codice all’URL del filmato. Ma perché non sfruttare questo utile ed efficiente tool online senza crearsi troppi problemi?

Basta inserire l’URL del video scelto, decidere i minuti e i secondi e procedere.

Otterremo così il link che farà iniziare il filmato proprio nel punto specifico prescelto e che potrà anche essere visto in preview.

YouTubeTime è un servizio è del tutto gratuito che non richiede registrazione.

Via | makeuseof

TweetThisText: bookmarklet per postare facilmente testi evidenziati in Twitter

tweetthistext

TweetThisText è un comodissimo bookmarklet con cui postare facilmente testi, anche lunghi più di 140 caratteri, in Twitter.

Basta trascinare il bottone nella barra dei segnalibri del browser per installarlo ed utilizzarlo.

Successivamente è sufficiente evidenziare un qualsiasi testo durante la navigazione nel browser e cliccare sul bottone di TweetThisText per pubblicarlo in Twitter con un un link breve.

Sarà mostrata la nostra pagina di Twitter (se siamo loggati) per procedere all’update con tanto di citazione da visualizzare tramite il link generato.

La citazione include il collegamento alla fonte originale.

Comodissimo.

Via | go2web20

Server Check: strumento per monitorare un hosting server


servercheck

Server Check assomiglia un po’ a IPlocals.

Si tratta di uno strumento per monitorare il funzionamento di un hosting server.

E’ possibile conoscere quali altri siti sono ospitati dal server in cui risiede il nostro o un altro sito qualsiasi, conoscere l’IP, stabilire se un sito è offline perché il server è down.

Il più interessante, a mio avviso, è il tool per per ottenere la lista dei siti ospitati.

Cliccando su una URL dell’elenco generato si è reindirizzati al relativo sito.

Come per IPlocals potrebbe tornare comodo in caso di sovraccarico del server per stabilire quali e quanti siti vi sono alloggiati.

ServerCheck è un servizio gratuito che non richiede registrazione.

Via | makeuseof


IPlocals: scoprire quali altri siti ospita il tuo hosting server


iplocals

IPlocals è uno strumento che permette di conoscere quali altri siti sono ospitati dall’hosting server in cui risiede il nostro o un altro sito qualsiasi.

Basta inserire un nome a dominio o l’IP (se lo conosciamo, altrimenti sarà fornito dal servizio stesso) per ottenere la lista dei siti ospitati.

Cliccando su una URL dell’elenco è possibile visualizzare il relativo sito anche all’interno di IPlocals.

Potrebbe tornare comodo in caso di sovraccarico del server per stabilire quali e quanti siti vi sono alloggiati.

IPlocals è un servizio gratuito che non richiede registrazione.

Via | feedmyapp


Viewista: visualizzare un gruppo di siti in una sola pagina web


Viewista

Viewista è uno strumento che permette di visualizzare un gruppo di siti in una sola pagina web.

Si possono inserire fino a 10 URL e assegnare loto un nome. Si può scegliere la visualizzazione in due colonne, verticale, orizzontale e come slideshow.

I siti sono del tutto navigabili e il gruppo può essere condiviso tramite un link apposito.

E’ anche possibile ingrandire o ridimensionare le finestre, stabilire l’altezza e cambiare un link al volo.

Il servizio è gratuito e non richiede registrazione.

Una maniera davvero originale per raggruppare più siti in un solo link.

Via | momb


BackTweets: ricerca in Twitter la vera origine dei link brevi


backtweets

BackTweets è un servizio di ricerca basato su Twitter in grado di scovare i siti che si nascondono dietro i tanto usati link brevi, ossia le URL accorciate dagli strumenti alla TinyURL.

Se per esempio voglio sapere chi ha messo un link accorciato che punta a http://www.maestroalberto.it/ devo soltanto inserire l’URL nel campo di ricerca oppure semplicemente la keyword maestroalberto e procedere.

In questo modo potremo scovare facilmente chi cita un sito (magari il nostro) in Twitter con estrema facilità, ricavare i cosiddetti backlink.

BackTweets è un servizio gratuito che non richiede registrazione e che fornisce un plugin per integrare il motore di ricerca nella lista dei motori del nostro browser.

Via | readwriteweb



Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: