Archivio per la tag 'twitter'

The Warholizer: trasformare foto come opere d’arte di Andy Warhol

warholizer

The Warholizer (o warholize.me che dir si voglia) è un’applicazione web che permette di trasformare foto come opere d’arte di Andy Warhol.

Disponibile in varie lingue tra cui l’Italiano (Il Warholizer), basta scegliere un colore, mettere una citazione del maestro americano e caricare una foto.

Successivamente potremo salvare l’immagine, pubblicarla in Twitter, FaceBook, nelle reti sociali o in internet tramite un apposito link.

E’ anche possibile acquistare l’immagine in alta risoluzione per un euro per stamparla come poster o locandina.

The Warholizer è un curioso generatore del tutto gratuito.

PicYou: condividere foto con effetti speciali in stile Instagram via web

picyou

PicYou è un servizio che permette di caricare e condividere foto con effetti speciali in stile Instagram via web.

Per accedere ci si connette via Twitter o FaceBook e si completa la registrazione.

Dopodiché si può procedere all’upload di immagini dal computer o via URL.

Si può inserire una cornice, ritagliare la foto a piacere e applicare uno dei tanti suggestivi filtri messi a disposizione, alcuni davvero molto simili a quelli disponibili in Instagram.

A questo punto si può aggiungere una descrizione, una serie di tag e procedere alla condivisione o meno in FaceBook e Twitter e direttamente all’interno di PicYou.

Si può anche navigare tra le foto condivise di recente nella community e in quelle più popolari secondo il gusto degli utenti.

PicYou è un originale servizio del tutto gratuito.

GLMPS: condividere foto e mini filmati nel web con iPhone

glmps

GLMPS è una nuova ed interessante applicazione che permette di condividere foto e mini filmati nel web con iPhone.

Disponibile gratuitamente su iTunes (link), si pone a metà strada con quello che si può realizzare tramite Instagram e Viddy.

Rispetto ai suddetti strumenti manca di filtri ma in compenso aggiunge movimento alle immagini.

Con GLMPS, infatti, non solo si scattano foto ma anche mini clip di 5 secondi, il tempo precedente allo scatto. In pratica l’applicazione registra un video ogni volta che si scatta una foto. Essa sarà salvata in formato 640×480 px anche sul rullino dello smartphone.

I mini video e la foto, una vera animazione che si risolve in un’immagine statica, possono essere condivisi su Twitter, FaceBook, FourSquare e Tumblr (in futuro anche in altri social network).

Ci si può accreditare tramite Twitter e FaceBook per iniziare a condividere nella community. Si possono aggiungere utenti invitandoli, ricercandoli o tra gli amici delle reti sociali che già usano il servizio.

In futuro probabilmente GLMPS sarà disponibile per altre piattaforme tipo Android e c’è l’intenzione di consentire l’upload dei migliori mini clip di un utente attraverso una compilazione-video di YouTube.

Followgram: il tuo profilo pubblico di Instagram direttamente sul web

followgram

Followgram non è il solito servizio che porta le foto di Instagram sul web, ma molto di più.

Si tratta di un progetto del tutto italiano messo a punto da Fabio Lalli e Lorenzo Sfienti che principalmente mette a disposizione degli utenti un profilo pubblico di Instagram direttamente sul web, un cosiddetto vanity URL, in modo tale che chiunque, pur non avendo un iPhone o uno smartphone Android, possa seguire un feed fotografico IG in internet.

Followgram fornisce anche il codice per ottenere un bottone “follow me” da implementare in qualsiasi sito web o blog (vedi in fondo al post il mio).

Il vanity URL, ovvero il link permanente del portfolio di un utente, può essere personalizzato in modo tale da ottenere un indirizzo del tipo http://followgram.me/nome (il mio permalink per esempio è http://followgram.me/terminal.

Da qui chiunque può iniziare a seguire nuovi instagramer, sottoscrivere il feed RSS, condividere il foto blog nei social network alla Twitter, FaceBook, Google+, commentare le singole foto, cliccare sul bottone “mi piace”.

Un’altra funzione interessante di Followgram è quella che consente di creare album fotografici personalizzati. Ovviamente si possono visualizzare le foto popolari, ricercare foto in base all’hashtag, scovare e seguire nuovi amici.

Visto il grande successo di Instagram e dei dispositivi mobili per condividere foto in Internet, Followgram.me si propone, un po’ alla FourSquare di dedicarsi al business via web in modo che le aziende interessate possano promuovere il loro marchio commerciale.

Followgram, in conclusione, è un’ottima idea, una proposta che sicuramente sarà migliorata col tempo, facile da utilizzare e del tutto gratuita.

Photorank.me: scopri il fotografo che c’è in te

photorank.me

Photorank.me è un sistema di ranking delle fotografie che ormai tutti noi condividiamo nei social media alla Flickr, FaceBook, Twitter, Instagram e via dicendo.

Ci si connette tramite uno o più social network come Twitter, FaceBook, Instagram o PicPlz appunto e si procede all’ingresso.

Il servizio mostrerà automaticamente le ultime fotografie da noi scattate e condivise che potranno essere votate all’interno della community, condivise in Twitter, FaceBook e Google+. In questo modo potremo guadagnare posizioni in classifica.

Photorank.me è una proposta del tutto gratuita.

Smurf Yourself: creare un puffo parlante personalizzato e condividerlo online

smurf_yourdelf

Smurf Yourself (BeSmurfed) è una simpatica applicazione web che consente di creare un puffo parlante personalizzato e di condividerlo online nei social network.

Attraverso una semplice operazione guidata si seleziona il genere (puffo o puffa), si assegna un nome a piacere, si sceglie un vestito, si registra un messaggio audio o lo si digita e infine si condivide la nostra creazione online.

Il puffo parlante può essere condiviso su Twitter e FaceBook e si può anche prelevare il codice embed per inserirlo in una pagina web, in un sito o in un blog.

Smurf Yourself è uno strumento del tutto gratuito che non richiede registrazione, realizzato in occasione del lancio del film in 3D The Smurfs (I Puffi), appunto, che trae spunto dal famoso cartone animato e fumetto per bambini.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: