Archivio per la tag 'tools'

Febbre da Twitter




Twitter sta riscuotendo un successo enorme, è una vera e propria mania. Ogni giorno si scoprono nuove potenzialità, modi curiosi e diversi per utilizzarlo.

Sempre più frequentemente escono nuovi strumenti e servizi per usarlo in tutte le maniere possibili. Non siamo ancora vicini alla saturazione, ma ormai molte delle applicazioni lanciate non sono altro che cloni di altre già esistenti.

Tanto è che il mio post di qualche giorno fa (Twittermania!) è già superato e ne approfitto per integrarlo con qualche nuova segnalazione:

  • mail2twitter, servizio che permette di scrivere tweets tramite posta elettronica e anche dai cellulari che lo consentono;
  • rss2twitter, notifica feeds RSS tramite Twitter e attraverso sms (per esempio i post di un blog);
  • TwitThis, ottimo strumento che fornisce un codice per inserire un bottoncino nel nostro blog in modo da consentire ai visitatori di postare direttamente la URL della nostra pagina web in Twitter (accorciata tramite TinyUrl) e che offre un comodissimo bookmarklet da trascinare nella barra dei segnalibri del nostro browser con la stessa funzione;
  • Twitter Google Toolbar, bottone da aggiungere alla Toolbar di Google;
  • triQQr, client per Windows, clone di Twitteroo, che consente di gestire Twitter da desktop senza collegarsi alla pagina web;
  • Twittervision, strumento per la geolocalizzazione dei messaggi di Twitter in Google Maps;
  • Twittermap, geolocalizzazione dei twitters in Google Maps;
  • Twittersearch, motore di ricerca interno a Twitter;
  • SimpleTwitter, plugin per integrare i messaggi di Twitter a WordPress (vedere anche il plugin di Alex King);
  • TwitterId, gadget per la pagina personalizzata di Google;
  • TwitterBuzz, classifica dei links più popolari postati in Twitter;
  • Twitterholic, statistiche su i 100 più prolifici utenti di Twitter.

Alla prossima puntata… se mai ci sarà!

Links | Il mio Twitter | Twitter sul mio del.icio.us


Lyro: biglietti da visita online




Lyro è una (forse fin Troppo) semplice applicazione che consente di creare biglietti da visita online.

Si aggiungono tutta una serie di dati personali (che sopra io ho evitato) e Lyro assegna all’utente una sua URL personale.

Il limite di questo servizio, a mio parere, sta nel fatto che non è possibile condividerlo tramite un widget o un bottone e che non consente di aggiungere le proprie identità digitali.

Il servizio mira a diventare una grande banca dati delle identità di uomini d’affari. Consigliato a chi vuole offrire una informazione essenziale su sé stesso.

Il mio indirizzo su Lyro: http://terminal.lyro.com/


Rassegna di siti web n° 2 (gli articoli che non ho scritto)




Nella navigazione in Rete, nel lavoro, con la posta elettronica, attraverso le centinaia di notizie che leggo tarmite feeds Rss, vengo a conoscenza di una quantità industriale di siti.

Mi ripropongo di dedicare ad alcuni di loro, i più interessanti, un post in maestroalberto, ma mi accorgo che non ce la faccio a stare dietro a tutto. Con ogni probabilità questa diventerà una rubrica fissa del blog.

Chi è interessato a tutti i miei links può consultarli sul mio del.icio.us e magari sottoscriverli. Per compensare alla mancanza segnalo qualche link al volo:

  • WASALive, motore di ricerca per notizie in ajax con più di 8000 fonti (anche in italiano);
  • Whonu, metamotore che trova una gran quantità di contenuti attraverso svariati motori di ricerca;
  • Dumpt, servizio completo per l’image hosting che offre un giga di spazio gratuito;
  • myImager, ennesimo editor per immagini basato sul web, molto completo, con una ricca strumentazione e con un archivio di immagini e cliparts usabili e modificabili;
  • Picnik, altro ottimo editor per immagini, integrato perfettamente con Firefox (tramite estensione) e Picasa, il servizio di image hosting di Google;
  • Geni, servizio molto ben fatto per la costruzione di alberi genealogici online;
  • Kayuda, un po’ wiki e un po’ strumento per la creazione di mappe mentali;
  • Firedoodle, estensione per Firefox che consente di trasformare il browser in una lavagna per poter prendere appunti, evidenziare e disegnare per poi salvare la pagina ottenuta;
  • Freewebs, servizio per creare facilmente siti web completi e che permette l’uso di foto, video e widgets;
  • Cuwhois, strumento per generare una gran quantità di informazioni su un sito web (tramite Ip), inclusi pagerank e la lista completa dei domini ospitati da un web server;
  • Moodjam, servizio alquanto inutile che permette di mostrare gli stati d’animo tramite i colori desiderati;
  • Scrubit, strumento che offre un DNS gratuito per il filtraggio della navigazione in rete e che quindi ottiene la sicurezza completa nei contenuti incontrati;
  • UrlTea, accorcia url integrato, tramite bookmarklet, nel browser che auto copia nella memoria del computer l’indirizzo generato automaticamente;
  • Agester, community che permette di incontrare gente indovinandone l’età dalla foto;
  • jaiku, servizio simile ed alternativo a Twitter perfettamente integrato con la telefonia cellulare.



ShowYourself Widget, mostra al mondo chi sei



ShowYourself è uno strumento molto semplice, facile da usare e gratuito che stabilisce la tua identità nel web.

Mostra tutti gli account dei più celebri servizi web, come Flickr, del.icio.us, Twitter, YouTube… e li combina in un bel widget del tutto personalizzabile da aggiungere al proprio blog.

L’elenco dei siti già predisposti è lungo e si possono inserire tutti gli account che vogliamo, anche quelli non presenti in ShowYourself.


Twittermania!

twittermania

Twitter è in questo momento la mania più cool della blogosfera. Piccoli blogger, blogstars non solo italiane, eminenti ed influenti politici americani, insegnanti, sociologi, massmediologi… tutti lo usano, tutti ne parlano.

Per chi ancora non lo sapesse, si tratta in sintesi di un servizio che consente di lasciare un messaggio in tempo reale non più lungo di 140 caratteri, condiviso e letto in community. I messaggi di tutti possono anche essere ricevuti tramite sms.

Lo uso anch’io, con parsimonia, e mi diverto. Studio le personalità dei miei contatti… e la mia! E’ curioso e divertente, immediato, talvolta anche utile.

Segnalo qualche bizzarria, soltanto alcune delle numerose risorse per utilizzarlo al meglio.

  • The Many, Many, Friends of Robert Scoble, una rappresentazione visaule in Flickr dei numerossimi contatti di questo signore (clicca sull’immagine sopra, via Infoservi);
  • Prom Queen, uno strumento che trasforma i tuoi estimatori in amici, allo scopo di guadagnare popolarità;
  • Twitteroo, forse l’applicazione più utile, quella che consente di gestire Twitter da desktop senza collegarsi alla pagina web;
  • AutoTwit, applicazione che consente di aggiornare automaticamente Twitter con messaggi preparati in precedenza (il massimo dell’inutilità… );
  • Firefox Search Plugin, estensione per Firefox che permette di postare su Twitter direttamente dalla barra di ricerca del browser;
  • Twitter Tools, plugin per WordPress;
  • Twitter Fan Wiki, wiki della community che condivide idee sul servizio, indica le applicazioni da usare e molto altro (consiglatissimo per chi è in cerca di informazioni e novità);
  • Google Co-op – Twitter Search, il motore di ricerca del geniale Steve Rubel che scansiona Twitter e i suoi utenti;
  • Annuncio (tramite Twittert ovviamente) della nuova funzione che permette di accorciare le URL troppo lunghe inserite attraverso TinyURL, operazione che i twitters hanno svolto finora manualmente;
  • Twitter: Use it Productively, articolo di Lifehack che spiega come usare produttivamente Twitter;
  • Twitter: didattica ed everywhere messaging, articolo di Antonio Sofi su Edupodcast che evoca le suggestioni che la scuola può fare con il web 2.0 e con Twitter.

Moltissimi altri links, post e risorse si trovano in giro ed io ho suggerito soltanto quelli che ho incontrato e che mi hanno colpito.

Consiglio di visitare il wiki (vedi sopra) per mantenersi aggiornati e scovare materiale utile.

La mia pagina su Twitter


Servizi per accorciare URL troppo lunghe



PeqNo è soltanto l’ultimo dei tanti servizi che consentono di accorciare indirizzi web troppo lunghi sfruttando un semplice redirect della pagina. Il più famoso forse rimane TinyURL.

Strumenti di questo tipo sono utili non solo per ricordare più facilmente indirizzi web, ma soprattutto in tutte quelle occasioni in cui si limita il numero delle battute nel digitare un testo. Sono usatissimi in Twitter per esempio, dove il limite dei caratteri da digitare è di 140.

Purtroppo, come osserva Geekissimo, ci potrebbe essere qualche malintenzionato che dietro a link di questo tipo punta il redirect a pagine con codice maligno, fate attenzione.

Alcuni accorcia URL:




Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: