Archivio per la tag 'tecnologia'

Con il nuovo N97 Nokia fa concorrenza all’iPhone


n97

E’ stato appena presentato al Nokia World di Barcellona il Nokia N97. Si tratta di un telefonino cellulare di nuova generazione di fascia alta che ha tra gli altri l’obiettivo di mettersi in concorrenza con il tanto decantato iPhone.

Queste le caratteristiche principali:

  • tastiera QWERTY con slide
  • schermo touchsceeen da 3.5 pollici con risoluzione 640×360 (16:9)
  • HSDPA (3G) e Wi-FI
  • 32GB di memoria espandibili con memory card microSD
  • ricarica della batteria della durata di 36 ore
  • fotocamera da 5 megapixeles con ottiche Carl Zeiss.
  • GPS integrato

Si tratta del promo telefono Nokia con touchscreen con Symbian OS S60 versione 5.

Sarà immesso sul mercato nei primi mesi del 2009 a un prezzo indicativo di 700 dollari (550 euro).

C’è chi pensa sia il cellulare perfetto per la gestione di FaceBook.

Via | engadget


Edizioni Master acquista Punto Informatico


punto informatico

Edizioni Master, gruppo editoriale leader del mercato dei periodici specializzati in tecnologia digitale, ha acquistato Punto Informatico, importantissimo quotidiano internet dal 1996.

Si tratta di un evento decisamente epocale. L’editoria tradizionale, infatti, si sta muovendo verso il web anche in Italia.

edizioni master

Edizioni Master conferma questo trend con le recenti acquisizioni di i-dome.com, pmiblog.it, consulteque.com, dinoxpc.com, telefonino.net, wintricks.it.

Ciò significa che anche nel nostro paese qualcosa si sta muovendo e che potrebbe esserci un “salto di qualità” nel mondo dell’editoria informatica.

Edizioni Master pubblica 21 riviste, vende 800.000 copie ogni mese in edicola e 1.500.000 supporti multimediali sono distribuiti mensilmente. Raggiunge oltre 2 milioni i lettori.

Con l’acquisizione di Punto Informatico arriverà ad essere anche il leader dell’editoria online grazie alle numerose pageview del sito.

Vedi il comunicato di PI.


LG KF750 Secret: lo stile fatto cellulare


lg_kf750_secret

Daniele di LG Blog mi ha offerto la possibilità di venire in possesso dell’LG KF750, il telefonino meglio conosciuto come Secret.

Non scriverò una vera e propria recensione perché di schede tecniche se ne trovano già in abbondanza in rete, mi limiterò a suggerire le mie impressioni personali.

Dico subito che si tratta di un gran bel cellulare. L’eleganza si nota già dalla confezione, compatta, che contiene laccio, batteria da 800 Mah, carica batteria, auricolari di qualità di tipo in-ear in due sezioni e tasto per la risposta, cavo dati USB, mini cd rom con il software, mini guida e ricco manuale in Italiano.

E’ davvero piacevole tenerlo in mano, lo slide di apertura funziona che è una meraviglia e, grazie allo spessore ridotto, lo si può comodamente tenere anche in tasca.

Il colore predominante è il nero. I materiali sono di ottima qualità. Soprattutto lo schermo di vetro infrangibile touch screen e la scocca posteriore in carbonio. L’impressione è di grande solidità e si può sopportare anche il peso. Il Secret, infatti, non è leggerissimo.

Altre caratteristiche di rilievo sono la doppia cam, la fotocamera da 5 megapixel, connettività HSDPA e la possibilità di espandere la memoria a 4 giga con MicroSD card.

La tastiera numerica e buona. Nella parte bassa del display ci sono 6 tasti multimediali con un tasto centrale fisico. Avendo le dita grosse ho avuto qualche problema con i tasti digitali piuttosto sensibili, ma dopo un paio di giorni di utilizzo mi ci sono abituato anche perché molte funzioni sono richiamabili dalla tastiera.

Per quanto riguarda la funzionalità il cellulare è molto completo, non manca proprio nulla. L’aspetto più interessante è sicuramente la multimedialità.

Il Secret realizza foto e video di alta qualità. Le immagini (e i video) possono essere modificate attraverso un media editor integrato e vi si può aggiungere cornici ed effetti speciali. La videocamera gira filmati 640×480 davvero validi in Divx.

Video, foto e pagine del browser si girano in automatico ruotando in cellulare in quanto l’LG KF750 è dotato di accelerometro, riprendendo una delle funzioni più di successo dell’iPhone.

L’accelerometro consente anche di maneggiare con facilità anche i contenuti in Flash e i temi animati che possono essere inseriti anche come sfondo del display.

Il browser è veloce ma alcune applicazioni che uso spessissimo come Google Maps, Reader e Gmail, a causa del sistema operativo proprietario, sono solo in Java e questo mi ha creato qualche problema di navigazione. Lo spostamento del cursore attraverso i tasti digitali tende a slittare.

L’aspetto più cool del Secret è comunque il touch media che si avvia da un tasto laterale e da cui gestire i contenuti e le applicazioni multimediali: musica, foto, giochi, radio fm e documenti.

Il lettore mp3 ha una qualità audio alta, le gallerie fotografiche sono piacevoli da visualizzare e i giochi in Flash sono davvero particolari e divertenti, da usare con i movimenti del polso come nella Nintendo Wii.

Ho apprezzato particolarmente, oltre all’eleganza dell’attrezzo e all’aspetto multimediale, alcune funzioni che ho scoperto con l’uso. In particolare la ricerca rapida della rubrica, l’auto regolazione automatica della luminosità del display, il convertitore di misure e valute.

Non ho gradito il fatto che è impossibile personalizzare il tasto destro del display digitale che rimanda inesorabilmente al 1254 (si tratta infatti di un telefono brandizzato Tim), la mancanza di GPS e di connessione wi-fi.

In definitiva posso affermare con cognizione di causa che si tratta di un telefono molto valido, bello esteticamente, funzionale.

A mio avviso è consigliabile a chi non ne fa un uso da ufficio spinto e nemmeno a chi è abituato a usare Symbian OS o Windows Mobile. E’ destinato soprattutto a un pubblico consumer, a quanti richiedono a un cellulare ricchezza di prestazioni e una multimedialità completa.

L’LG Secret è un gingillo decisamente alla moda, che fa la sua bella figura e che è molto piacevole da tenere in mano.


Visualizzare il traffico mondiale di internet in tempo reale


internet

I grafici Akamai permettono di visualizzare il traffico mondiale di internet in tempo reale in un planisfero.

Ce ne sono di vari tipi: un diagramma che mostra le zone a più alta densità di traffico con tanto di percentuale secondo i paesi e le città; le nazioni che stanno ricevendo attacchi maligni; le zone con il periodo di latenza peggiore della connessione in base a velocità e prestazioni; il confronto delle prestazioni della rete in base alle città del mondo, ecc.

Insomma tutta una serie di interessanti statistiche in forma dinamica.

Via | Digital Inspiration


Il telefonino con Google Android sta per arrivare


Il primo telefonino con il sistema operativo Google Android, l’HTC Dream, sta per arrivare (qui l’annuncio ufficiale di T-Mobile’s G1).

E ora sarà tutto un pullulare di post, articoli, recensioni, video, paragoni con l’iPhone.

Preparatevi, il vostro lettore RSS potrebbe intasarsi.


I ricconi nel campo della tecnologia


bill_gates

    Forbes pubblica ogni anno la lista delle persone più ricche degli Stati Uniti.

    Ecco quella dei paperoni che si sono arricchiti con la tecnologia:

    1. Bill Gates (Microsoft), $57 miliardi
    2. Larry Ellison (Oracle), $27 miliardi
    3. Michael Dell (Dell), $17.3 miliardi
    4. Paul Allen (Microsoft), $16 miliardi
    5. Sergey Brin (Google), $15.9 miliardi
    6. Larry Page (Google), $15.8 miliardi
    7. Steve Ballmer (Microsoft), $15 miliardi
    8. Jeff Bezos (Amazon), $8.7 miliardi
    9. Rupert Murdoch (News Corp.), $6.8 miliardi
    10. Pierre Omidyar (eBay), $6.3 miliardi
    11. Eric Schmidt (Google), $5.9 miliardi
    12. Steve Jobs (Apple), $5.7 miliardi
    13. Gordon Moore (Intel), $4.4 miliardi
    14. John Sall (SAS Institute), $4.4 miliardi
    15. David Sun (Kingston Technology), $4 miliardi
    16. John Tu, (Kingston Technology), $4 miliardi
    17. Richard Shulze (Best Buy), $3.5 miliardi
    18. Ray Dolby (Dolby), $2.9 miliardi
    19. Mark Cuban (Broadcast.com), $2.6 miliardi
    20. Irwin Jacobs (Qualcomm), $1.9 miliardi
    21. Omid Kordestani (Google), $1.9 miliardi
    22. Henry Samueli (Broadcom), $1.8 miliardi
    23. David Filo (Yahoo), $1.7 miliardi
    24. Amar Bose (Bose), $1.5 miliardi
    25. Todd Wagner (Broadcast.com), $1.5 miliardi
    26. Mark Zuckerberg (Facebook), $1.5 miliardi
    27. Richard Egan (EMC), $1.4 miliardi
    28. Vinod Khosla (Sun Microsystems), $1.4 miliardi
    29. Theodore Waitt (Gateway), $1.4 miliardi

    Via | TechCrunch



Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: