Archivio per la tag 'scuola2.0'

Motore di ricerca sui siti delle università italiane



Il lettore del blog Luciano mi segnala tramite email il suo motore di ricerca realiozzato con Google Coop CSE che effettua ricerche nei siti internet delle università italiane.

Al momento sono indicizzati 101 indirizzi web. L’idea è buona e utile e, dal momento che questo blog si è occupato spesso di motori di ricerca personalizzati, lo segnalo volentieri. Un grazie e un in bocca al lupo a Luciano.

Link


ClassMarker: generatore di esami tipo test per professori



ClassMarker è una’applicazione che consente ai professori di preparare un esame basato su uno o più test da redigere online.

Si possono allestire classi virtuali dove accreditare studenti (attraverso un codice che essi riceveranno con cui registrarsi) e creare test con domande a scelta multipla, a testo libero e a elenco puntato.

Lo strumento è semplice da usare e sicuro, gli allievi possono rispondere alle domande e gli insegnanti riservarsi di valutare successivamente in base ai propri impegni.

I test usati, modificati, possono anche essere riutilizzati in modo da rendere facile la prerparazioine dei materiali didattici.

Non so se si può attribuire ad uno strumento simile effettivo valore ai fini della valutazione, certamente rappresenta un’ottima risorsa per gli insegnanti (soprattutto cattedratici) che intendono migliorare la professione, proponendo una maniera dinamica e moderna di verificare la preparazione dei propri allievi.


WizIQ: il cerca professori



WizIQ è uno strumento online per persone avide di conoscenza.

In WizIQ si possono cercare professori di svariate discipline. Quando si trova il maestro desiderato vi possiamo interagire attraverso una lavagna virtuale, sfruttando la possibilità di scambiarsi messaggi e documenti.

Le materie e i gradi di scuola sono molteplici e se siete insegnanti potete registrarvi e fare in modo di essere contattati. Gli studenti possono segnalare i tutors che ritengono migliori.

WizIQ è una ventata di novità, un’idea fresca nel già dinamicissimo mondo dell’elearning.


Convegni sui linguaggi della scuola 2.0



Ricevo da Alberto Pian (e vontieri diffondo) la segnalazione del convegno nazionale di studio per insegnanti sui linguaggi del Web 2.0 (scritture, audio, video, podcasting… ) per la scuola e il mobile learning, dal titolo Il Format Della Lezione.

L’incontro si svolgerà il 18 maggio a Torino e tratterà, con l’ausilio di esperti del settore, delle riflessioni e delle esperienze sul modo di organizzare la lezione, la partecipazione degli allievi, il format per esigenze didattiche diverse con i linguaggi del Web 2.0.

Un’occasione da non perdere per i docenti interessati a costruirsi un orizzonte nuovo per fare scuola attraverso i mezzi del cosiddetto web 2.0.

Colgo l’occasione per segnalare anche l’appuntamento di Gubbio (PG) del 21 e 22 aprile, il Seminario Nazionale di Informazione-Formazione dal titolo Tecnologie Connettive e Didattica Multimediale(locandina in pdf), che vede tra gli altri la partecipazione di Antonio Sofi.

Iniziative meritevoli e al passo con i tempi, spesso giurassici del mondo della scuola. A quando un più informale Barcamp sulla scuola 2.0?


Notely: organizare la vita studentesca



Notely è uno strumento gratuito che permette agli studenti di organizzare e gestire i propri impegni scolastici attaverso alcune utility.

Include: un calendario di eventi; la lista dei corsi da seguire; la lista dei compiti, delle letture e delle cose da fare; i compiti per materia; strumento per gli appunti; links; contatti personali; spazio per caricare ed immagazzinare files online.

Non c’è nulla da intallare, viene gestito tutto online e quindi si può accedere a Notely da qualsiasi computer connesso alla rete, sia a scuola, sia a casa, ovunque siamo.

L’interfaccia è pulita e minimale e rende il lavoro facile ed intuitivo anche se le icone potrebbero essere un po’ più grandi.

Notely si aggiunge ad altri strumenti di questo tipo pensati per gli studenti, come il recente MySchoolog.

Per gli studenti delle scuole superiori e universitari con una minima conoscenza della lingua inglese.


MySchoolog: organizzare la propria vita studentesca




MySchoolog è un’applicazione che consente agli studenti di gestire le proprie incombenze scolastiche e di organizzare la propria vita studentesca.

Si possono aggiungere materie e discipline scolastiche caratterizzandole ciascuna con un colore specifico, indicare l’insegnante, l’aula e gli orari di lezione.

Tutto è molto facile ed intuitivo. Una volta inserite materie e lezioni, otteniamo l’orario settimanale con i dati precedentemente immessi.

E’ possibile generare promemoria tramite posta elettronica o con l’invio di sms ed indicare la conclusione degli impegni e delle lezioni. I dati si possono esportare in PDF, Html, RTF o txt.

Tutto può essere commentato tramite note di testo personali e viene fornito un spazio web di 50 mb (pochini a dire il vero) per ospitare files e documenti personali.

MySchoolog è un servizio semplice da usare, diretto soprattutto agli studenti universitari. Propone un’interfaccia grafica gradevole alla vista, adatta ad un pubblico giovane, dove gli studenti potranno trovare il riassunto della propria attività studentesca.

Il suo grande limite, a mio parere, è che supporta soltanto la lingua inglese, il tedesco e il turco e ciò rende tutto molto più complicato ed elitario.



Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: