Archivio per la tag 'salute'

Foldit: risolvere puzzle per aiutare la scienza


fold.it

Foldit è un gioco per persone altruiste che vogliono mettere a disposizione le proprie abilità per aiutare la scienza.

Si tratta di risolvere un puzzle nel migliore dei modi e fornire informazioni ad un database che i creatori possono investigare per scoprire le proprietà delle proteine.

Insomma, giocando si può contribuire a migliorare la salute delle persone.

Guarda il video su come funziona:

Foldit è disponibile per Windows, Mac e Linux.

Via | makeuseof


World Stats Clock: l’orologio delle statistiche del mondo


worldclock

World Stats Clock è un orologio che, oltre all’ora, mostra in tempo reale una serie di dati statistici su quanto accade nel mondo in tempo reale.

Possiamo scegliere la versione, annuale, mensile, settimanale, giornaliera e quella che azzera il counter partendo dal momento in cui accediamo.

World Stats Clock indica per esempio la popolazione mondiale, le nascite, le morti, la crescita della popolazione, gli aborti, la diffusione del virus HIV dell’AIDS, le specie estinte, la produzione di barili dei petrolio, le auto, le biciclette, i computer prodotti e tanto altro.

I dati si aggiornano in tempo reale e così si ottiene un quadro straordinariamente efficace ed esaustivo di quanto sta accadendo nel mondo.

Le statistiche mostrate sono estratte da Poodwaddle.

Se sei interessato a questo genere di informazioni, vedi anche … every second.


Drink Logger ti aiuta a bere responsabilmente


drinklogger

Drink Logger è un servizio online che aiuta a bere responsabilmente.

Si devono introdurre tutta una serie di parametri sul proprio stato fisico, le proprie abitudini di vita e sul bere, ovviamente.

Drink Logger è in grado di stimare così il Blood Alcohol Content (BAC), ovvero il contenuto di alcol contenuto nel sangue (tasso alcolemico).

Saranno fornite anche indicazioni, corredate di grafici, su come, quanto e cosa bere per evitare problemi.

Il servizio è raggiungibile anche via cellulare e offre un servizio di monitoraggio via SMS in grado di segnalare le conseguenze dopo un drink (non so se anche per l’Italia e a quali costi).

In questo periodo in cui l’argomento è di stretta attualità nella cronaca italiana per episodi purtroppo tristi mi sembra una proposta da segnalare.

Via | MoMB


Bloodr: controllare la pressione sanguigna online


bloodr

Bloodr è un servizio web che permette di registrare quotidianamente la pressione sanguigna rendendo una serie di grafici da far consultare ad un esperto.

Uno strumento che potrebbe risultare davvero utile a chi soffre di questo problema che si trova in mano un mezzo per fornire a medici e specialisti un quadro d’insieme esaustivo della propria eventuale patologia.

Con le informazioni fornite da Bloodr l’esperto ottiene molte informazioni da analizzare e necessarie a stabilire un quadro diagnostico.

Oltre alla pressione si possono inserire dati relativi al peso corporeo ed ottenere informazioni sul fattore di rischio cui i può incorrere.

Via | killerstartups


Ginnastica geek


ginnastica_geek

Il sito spagnolo Estiramientos propone una serie di esercizi fisici di stretching per chi passa molto tempo al computer in ufficio.

16 esercizi da svolgere in 6 minuti con tanto di diapositiva illustrata per rimettersi in sesto in fretta.

Per chi intende un po’ di spagnolo il sito propone un’infinità di esercizi per tutti i tipi di attività e sport.

Via | Anieto2k


Stress da blog: i blogger rischiano la morte?


burnout

“Internet, la morte arriva col blog”, questo è il titolo dell’inquietante articolo pubblicato da ANSA. La Causa? Lo stress.

…lo stress di tener aggiornato 24 ore su 24 un ‘diario on line’ combinato con l’assenza di esercizio fisico e di sonno e con una dieta irregolare e malsana, sono un cocktail potenzialmente letale che ha cominciato a mietere vittime nel mondo del web…

Si citano casi di blogger morti o colpiti da infarto, si parla dell’enorme pressione a cui i blogger professionisti (soprattutto americani) sono sottoposti, si riporta il caso di Michael Arrington, fondatore e direttore di TechCrunch, che è ingrassato di 15 chili in tre anni e che ha attribuito allo stress da blog il fatto che ora soffre gravemente di insonnia.

In effetti un blog di successo può certamente incanalarti in un circuito vizioso dove ci si sente quasi obbligati a sfornare post quotidiani e quindi a reperire continuamente informazioni, filtrarle e proporle con un tuo stile personale.

Non solo, c’è anche la gestione tecnica del blog, il rapporto con i lettori, con gli altri blogger, tutta la rete sociale di relazioni che nel tempo si creano e che a volte ci sopraffanno.

Certo se si eccede, se ci si siede 14 ore al giorno di filata davanti al pc, se si comincia a consumare i pasti davanti allo schermo, qualche problemino salterà sicuramente fuori.

In ogni caso nell’articolo si parla soprattutto di blogger professionisti, specie che in Italia non esiste perché anche chi campa di internet nel nostro Paese non è soltanto un blogger ma spesso anche giornalista o editore di piccole o grandi testate online.

Io, nel mio piccolo, ho pensato bene di dare più importanza alla mia salute e, anche se talvolta mi sento un rimbecillito con l’ansia da post, questo fine settimana ho spento il computer e ho pensato bene di stendere le mie stanche membra al sole. Per tre giorni ho chiuso con i blog, con la solita confusa e noiosa blogorrea quotidiana.

Mi sono connesso via laptop (e N95) soltanto qualche ora sopratutto per leggere la posta.

Il tempo è stato bello, l’odore del mare era forte e non c’era ancora nessuno…



Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: