Archivio per la tag 'ricerca'

Sidekiq: ricercare e navigare allo stesso tempo

Sidekiq è un po’ motore e un po’ browser. Attraverso questo nuovo divertente servizio si può trovare di tutto, usando una comoda directory simile ad esplora risorse nella barra laterale sinistra.

sidekiq

La scelta è vasta ed è possibile passare al volo da un servizio all’altro. Se per esempio vado a ricercare il termine web 2.0, posso passare dai risultati di del.icou.us a quelli di Google, da YouTube a PageBull, da Flickr a Wikipedia, da Amazon a Technorati…

Sidekiq usa una miriade di servizi e di motori, la lista è davvero lunghissima. Si può dunque vedere subito i risultati di una ricerca passando da un’area d’interesse ad un altra: foto, salute, video, giochi, notizie, radio… (vedi sotto un elenco visuale).

sidekiq

Semplice ed immediato, non ha bisogno di plugins, add-on o activeX. Da provare ed aggiungere sicuramente ai segnalibri!

Visto su Go2Web2

Google CSE arruola adepti ovunque tranne che in Italia

vdoogle

Google CSE continua a fare adepti, ovviamente, perché le sue potenzialità sono enormi. Ora è la volta di VDoogle, un motore di ricerca che consente le ricerche in 14 siti di alloggiamento e condivisione video.

Senza fronzoli e miniature proprio perché basato sul motore di ricerca personalizzato di Google.

Italia, se ci sei batti un colpo! Cosa si aspetta anche noi a sfruttare questa magnifica tecnologia?

Vedi anche Gcoop’s

Blinkx: motore di ricerca per video e widget per siti web

Blinkx è un mortore di ricerca per video che può essere integrato in siti web attraverso una widget come quella che si vede sopra. Il motore tiene traccia delle nostre ricerche che possono essere salvate in playlist. I risultati, ottenuti attraverso feeds rss, cambiano continuamente.

Si può decidere le dimensioni della finestra da inserire nel sito semplicemente scegliendo il numero dei video da mostrare in verticale ed in orizzontale.

Visto su TechCrunch e Tela 2.0

Idee brillanti dal Web 2.0 spagnolo

gcoop

Sfruttando la mia approfondita conoscenza della lingua spagnola, mi sto divertendo sempre di più a navigare nella blogosfera di un Paese che mostra al mondo segnali importanti di innovazione tecnologica, anche perché la Spagna è punto di riferimento di tutti gli stati in cui si parla l’idioma di Cervantes. Alludo naturalmente all’America Latina e a una buona fetta della comunità ispanica statunitense.

Mi piace segnalare due esempi. Il primo è Gcoop. Una directory di motori di ricerca personalizzati che sfrutta la tecnologia messa a disposizione da Google Co-op.

Gcoop, in sostanza, unisce tutti i migliori motori di ricerca personalizzati sorti come funghi sfruttando l’affascinante tecnologia di Google e come diretta conseguenza delle enormi potenzialità di questa applicazione. I motori possono essere proposti e segnalati dagli utenti, nel massimo spirito di collaborazione.

Idea decisamente brillante. Cosa aspettano gli sviluppatori italiani? Il primo che arriva potrebbe avere molta fortuna…

Il secondo e un classico esempio di aggregatore. Si chiama Feedorama e somiglia molto (non solo da un punto di vista grafico) a Original Signal piuttosto che a Popurls. Molto ben costruito ed efficiente è suddiviso per canali tematici e la scelta dei contenuti mi pare azzeccata.

In questo caso c’è chi da noi ci ha pensato con l’ottimo BasketUrl.

Anche se non conoscete lo spagnolo vale la pena dare un’occhiata.

Briefli:motore di ricerca video e mp3

Curioso motore (basato su google) che ricerca audio, video, torrent e manuali per internet.
La ricerca produce risultati “gratis” di alcuni servers disponibili in rete e altri a pagamento dei negozi virtuali tipo Amazon.

Durerà?

Link: Briefli

Il Web 3.0 è arrivato… navigando su Amazon!

Un navigatore speciale, in Flash, che permette di navigare tra i prodotti di Amazon e allo stesso tempo e di partecipare ad una esperienza innovativa: questo è Flowser.

Gli elementi si aprono da una stella centrale con varie punte definendo le categorie del prodotto cercato. Il risultato sono finestre che si aprono da tutti i lati con le caratteristiche dei prodotti.

Interessante dal punto di vista dell’usabilità, ma gli amanti dei fogli di stile rimarranno disgustati davanti all’esperimento…

Via Wwwhat’s New

Una riflessione:

Web 1.0 e Web 2.0

Web 3.0?


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: