Archivio per la tag 'ricerca'

Picular: il Google dei colori

Picular ama definire se stesso il “Google dei colori”.

Si tratta infatti di una specie di motore di ricerca di colori che si basa proprio sugli algoritmi di Google.

Notoriamente se effettuiamo una ricerca su Google e selezioniamo il tab immagini avremo una serie di figure e di foto come risultato. Picular non fa altro che rendere la palette dei colori di tali immagini con i rispettivi codici esadecimali attraverso un’esperienza utente davvero grandiosa.

Ecco un’esempio con la parola “acqua”:

E un altro esempio con la parola “bosco”:

Passando il mouse sopra l’icona in basso a destra di ciascun riquadro colorato possiamo vedere la corrispondente immagine originale da cui è stato ricavato.

Picular è gratuito e accetta ricerche in tutte le lingue dal momento che non fa altro che elaborare i risultati forniti da Google in forma visuale.

Si tratta quindi di un’ottima applicazione web, utile non solamente per webmaster, designer e appassionati di grafica digitale, ma anche in campo didattico educativo.

Si può per esempio utilizzare come suggestione per disegnare astrazioni a partire da un preciso tema utilizzando i colori ottenuti con una ricerca o utilizzarlo per spiegare come si formano i colori in campo informatico-digitale e i relativi codici che li contraddistinguono.

Pikwizard: archivio e motore di ricerca con centinaia di migliaia di immagini di libero utilizzo

Pikwizard è un archivio online con più di 100.000 immagini e foto di libero utilizzo gratuite distribuite sotto licenza Creative Commons.

Lo strumento si comporta anche come un vero e proprio motore di ricerca in grado  di scovare i file che interessano all’utente.

Non solo, una volta trovata l’immagine giusta, la si può scaricare direttamente oppure decidere se modificarla online tramite un apposito editor chiamato Design Wizard, semplicissimo da usare, che potrebbe essere utilizzato come web app a parte per modificare le nostre immagini via web senza dover installare sul computer ed adoperare appositi software di grafica digitale.

Pikwizard contiene più di 20.000 immagini in esclusiva grazie a una partnership con una serie di fotografi professionisti e di grafici dell’azienda Wavebreak media.

Il loro obiettivo è raggiungere un repository di un milione di immagini e molte foto non richiedono nemmeno l’attribuzione della licenza CC per essere utilizzate.

Un sito ottimo per per blogger e webmaster che hanno bisogno di immagini per le proprie pubblicazioni web, ma anche per professionisti ed insegnanti che hanno necessità di grafiche di qualità per i loro progetti di qualsiasi tipo.

TToole: tavoli interattivi per l’apprendimento cooperativo

Practix, una giovane startup della Fondazione Bruno Kessler, Centro di Ricerca della Provincia Autonoma di Trento è una società che si occupa di valorizzare la ricerca legata ai tavoli interattivi come strumento tecnologico per l’attività di gruppo.

Negli ultimi 10 anni il gruppo di ricerca i3 ha condotto molteplici studi sull’uso di questi grandi touch screen come strumenti di supporto ad attività di lavoro o di studio cooperativo. Molti lavori sono si sono orientati anche al supporto dell’interazione terapista-bambino soggetto ad autismo.

Practix sta completando lo sviluppo di una piattaforma di e-learning per tavoli interattivi chiamata TToole, un sistema per la gestione di casi di studio in gruppi da 2-4 persone per decine di gruppi in contemporanea.

Questo sistema è stato progettato (dove è attualmente utilizzato) per l’Educazione Continua in Medicina, ma l’intento è di rendere disponibile già dal 2013 la piattaforma a tutti i contesti formativi che possono essere interessati a questa tematica. Crisi permettendo.

Practix sarà presente a Smau Milano, dal 17 al 19 ottobre 2012, dove mostrerào vari esempi di utilizzo di tavoli per lo studio di gruppo, l’edutainment ed il lavoro cooperativo. In quella sede farà provare a tutti i visitatori un versione preliminare di TToole con 3 contenuti, ad esempio: un caso clinico, una ricerca attiva del lavoro, un semplice business game.

Black Menu: tutto Google con un click

Black Menu è una grandiosa estensione per Chrome, disponibile anche in Italiano, che consente di accedere a tutti gli strumenti e i servizi offerti da Google rapidamente con un click del mouse.

Da sempre ho usato il pur sempre ottimo plugin Handy Google Shortcuts ma devo ammettere che il Black Menu ha un impatto visuale decisamente più immediato e funzionale.

Il menù è suddiviso in tab principali e sotto menù per accedere a tutte le funzioni desiderate di Ricerca, Google+, Traduttore, Mappe, Play, YouTube, Notizie, Gmail, Drive e Calendario.

Utilissima, da non perdere.

Pingram: visualizzare le foto di Instagram in stile Pinterest

pingram

Pingram (o Pingram.me che di si voglia è un mashup tra Instagram e Pinterest.

In buona sostanza Pingram permette di visualizzare le foto di Instagram in stile Pinterest e molto di più. Idea geniale se si pensa all’enorme successo delle due applicazioni e alle imitazioni della interfaccia grafica di Pinterest che stanno nascendo come funghi in altri siti web.

Per accedere basta accreditarsi con le credenziali di un account Instagram ed avremo a disposizione un URL personale del profilo creato corrispondente allo username di Instagram (pingram.me/username).

Pingram funziona come visualizzatore delle foto di Instagram ed è possibile seguire il feed delle immagini, quelle popolari, le nostre foto, quelle che ci piacciono e che abbiamo contrassegnato con un like.

Il bello dell’applicazione, tuttavia, è che ad ogni immagine corrisponde un bottone per pubblicarla su Pinterest.

Pingram, dunque, rappresenta un nuovo modo di guardare le foto di Instagram via browser web ed è una proposta del tutto gratuita.

AllSongsBy: ascoltare musica gratuita in streaming

allsongsby

AllSongsBy è un ottimo servizio che permette a chiunque di ascoltare musica gratuita in streaming.

Il sito si basa sull’enorme catalogo disponibile su YouTube ed è possibile ascoltare singole canzoni e interi album musicali.

Funziona come motore di ricerca ma in homepage c’è già la lista degli artisti più ascoltati e l’elenco dei generi.

Il bello di AllSongsBy è la sua straordinaria semplicità d’uso e l’ottima organizzazione delle playlist con cui sono indicizzati i singoli album.

Fornisce i link per l’acquisto dei brani in iTunes ed è anche possibile inserire canzoni e playlist in una pagina web tramite codice embed.

AllSongsBy è gratuito, non richiede registrazione e, di sicuro, è uno dei migliori siti nel suo genere.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: