Archivio per la tag 'recensione'

Asus Eee Pc 1008HA Seashell: la perfezione estetica

Asus Eee Pc 1008HA Seashell è finalmente nelle mie mani.

Si tratta di un netbook ultra sottile e super raffinato (soprattutto il modello bianco), molto leggero, con display da 10 pollici, spessore di 2,57cm solamente e un peso di appena 1.1kg.

Dispone di Windows XP Home , processore Intel Atom N280 da 1,66 GHz, memoria da 1 GB DDR2, hard disk da 160GB più 10 giga di archiviazione online con Eee Storage, due porte USB 2.0, connettività wireless estesa con Wi-Fi 802.11n, Bluetooth 2.1, LAN 10/100, fotocamera da 1,3 Megapixel.

La casa certifica fino a 6 ore di autonomia grazie a Super Hybrid Engine. La batteria a sei celle è integrata nella scocca del computer.

Secondo alcuni ricorda l’estetica del MacBook Air.

Leggerezza, eleganza, semplicità, praticità e portabilità sono le caratteristiche principali di questo prodotto che non ha nulla da invidiare ai notebook di fascia più alta.

Nella confezione sono inclusi una custodia in velluto e il carica batteria, davvero piccolo e poco ingombrante (oltre al manuale e a un DVD).

Rispetto ad altri modelli di netbook di Asus la durata della batteria è inferiore, ma l’estetica e alcuni piccoli particolari compensano di gran lunga questa lacuna.

Il touchpad, per esempio, è eccellente. Con due o più dita è possibile “controllare lo zoom o la rotazione di foto e documenti, lo scorrimento delle pagine e delle immagini visualizzate o la selezione e lo spostamento da una finestra o un’applicazione attiva all’altra senza dover ricorre ad un mouse esterno”.

Il netbook di Asus fornisce anche un adattatore VGA a scomparsa per collegare il computer ad un monitor esterno.

C’è anche chi si è divertito in uno spot a usarlo come grimaldello mettendo in risalto la sua particolare sottigliezza…

L’Asus Eee Pc 1008HA Seashell (conchiglia) è attualmente venduto ad un prezzo di 399 euro.

Se volete una recensione più accurata vi rimando a quella di notebookitalia.

Tv LCD LG 42LH5000

LG_42LH5000

42LH5000 è la sigla del nuovo Tv LCD di LG che ho provato.

Montarlo è proprio semplicissimo nonostante le dimensioni e, appena acceso, si avvia in automatico una procedura guidata per le impostazioni di base.

Si tratta di una televisione a 42 pollici di ultima generazione che unisce ad un design elegante elevate prestazioni video ed audio.

Il Tv è un Full HD con risoluzione 1920×1080 dotato di ottima connettività multimediale: 4 prese HDMI, 3 AV (2 scart), connessioni PC e RGB, presa USB 2.0 in grado di riprodurre file JPEG, MP3 e DivX HD.

LG_42LH5000

L’LH5000 ha lo schermo profilato di azzurro ed è caratterizzato dalla tecnologia TruMotion 200Hz. E’ in grado di offrire un tempo di risposta pari a 2ms e di ridurre al minimo le distorsioni e lo sfarfallio delle immagini in movimento, in modo da renderle più naturali e quindi simili alla realtà.

Ha un contrasto dinamico pari a 80.000:1 e dispone di un tuner DVB-T HD per ricevere i canali in alta definizione del digitale terrestre.

Una delle caratteristiche che mi hanno colpito maggiormente è la possibilità di impostare facilmente varie modalità di visualizzazione: gioco, cinema, sport e così via. Vale a dire che il tv è in grado di ottimizzare la visione in base alla tipologia del programma che guardiamo e alle attività che svolgiamo.

Ho provato per esempio l’opzione “gioco” con un una Nintendo Wii con risultati ottimi. Dipendendo anche e soprattutto dalla sorgente, il massimo della qualità, ovviamente, si ottiene collegando il TV ad un box HD per la visualizzazione delle trasmissioni via satellite.

In ogni caso ho provato il classico test dell’HD impostando il TV al massimo della risoluzione per vedere fino a che distanza si vedono bene i dettagli. Anche se non sono un vero esperto mi è sembrato che la qualità non sia venuta meno a diverse distanze.

Attraverso il Picture Wizard è anche possibile configurare facilmente una modalità video personalizzata in base alle proprie esigenze e ai propri gusti calibrando contrasto, luminosità e colore.

LG ha pensato anche al risparmio energetico con la funzione Smart Energy Saving Plus che consente di impostare il TV in modo da ridurre il consumo di corrente elettrica del televisore. L’impostazione può essere sia manuale, sia automatica.

Ciò è possibile perché un apposito sensore riesce a regolare luminosità e colore in relazione all’ambiente in cui è collocato il televisore, ottimizzando la visione e permettendo una riduzione dei consumi di energia elettrica fino al 75%.

Anche l’audio è buono. Gli altoparlanti (potenza 2x10W), dotati di sistema Surround SRS, sono invisibili essendo inseriti direttamente nella cornice e riproducono un suono a 360°. Per ripulire il suono è disponibile la funzione Voce Chiara II con tutte le impostazioni specifiche per ogni tipologia di trasmissione, enfatizzando di volta in volta le voci, i suoni di sottofondo, gli effetti sonori.

Concludendo semplicità d’uso ed eleganza sono le principali peculiarità di questo LCD che, unite ad un prezzo concorrenziale (al momento intorno ai 1.000 euro), lo rendono un prodotto davvero appetibile al grande pubblico dei consumatori.

Nel dubbio, ti amo


Nel dubbio, ti amo

Nel dubbio, ti amo è il titolo di un libro-DVD con 100 video profili edito da Rcs che mi è stato gentilmente regalato.

Vi si racconta con molta leggerezza l’amore e i sentimenti nell’era delle chat e dei social network, attraverso i segreti e i retroscena del programma TV cult The Club.

The Club è soltanto la parte visibile di un progetto molto più ampio: dietro a quella trasmissione esiste, infatti, una community composta da ben 300.000 iscritti.

Ho letto recensioni di vario tipo riguardo “Nel dubbio, ti amo”. Alcune compiaciute, altre molto negative, addirittura devastanti.

Personalmente l’ho letto con distacco, nel senso che non mi piacciono i moralismi e ho cercato di capire cosa ci può essere dietro a un fenomeno così di successo.

Certo, non è normale trovare “Amicizia, Amore e Sesso in Chat”, ma è quello che fanno molti ragazzi di oggi.

Il fatto è che il libro è diretto ad un target ben preciso, quello della “Badoo generation”, di chi fa provini per Big Brother e per diventare velina.

Nel libro si trovano consigli su come avere successo e di come incontrare in The Club. Un manualetto dunque, molto leggero, forse troppo quando si leggono e si ascoltano le domande e le risposte dei ragazzi.

Personalmente ho altri gusti e le mie letture preferite sono altre.

“Nel dubbio, ti amo”, ripeto, è diretto ai ragazzi che frequentano questo tipo di comunità virtuale, a chi vuol conoscere le loro opinioni e i loro segreti.

Se queste reti sociali hanno centinaia di migliaia di uteti, a volte milioni, ci sarà pure un motivo d’interesse.

Prendiamone atto.


LG KF750 Secret: lo stile fatto cellulare


lg_kf750_secret

Daniele di LG Blog mi ha offerto la possibilità di venire in possesso dell’LG KF750, il telefonino meglio conosciuto come Secret.

Non scriverò una vera e propria recensione perché di schede tecniche se ne trovano già in abbondanza in rete, mi limiterò a suggerire le mie impressioni personali.

Dico subito che si tratta di un gran bel cellulare. L’eleganza si nota già dalla confezione, compatta, che contiene laccio, batteria da 800 Mah, carica batteria, auricolari di qualità di tipo in-ear in due sezioni e tasto per la risposta, cavo dati USB, mini cd rom con il software, mini guida e ricco manuale in Italiano.

E’ davvero piacevole tenerlo in mano, lo slide di apertura funziona che è una meraviglia e, grazie allo spessore ridotto, lo si può comodamente tenere anche in tasca.

Il colore predominante è il nero. I materiali sono di ottima qualità. Soprattutto lo schermo di vetro infrangibile touch screen e la scocca posteriore in carbonio. L’impressione è di grande solidità e si può sopportare anche il peso. Il Secret, infatti, non è leggerissimo.

Altre caratteristiche di rilievo sono la doppia cam, la fotocamera da 5 megapixel, connettività HSDPA e la possibilità di espandere la memoria a 4 giga con MicroSD card.

La tastiera numerica e buona. Nella parte bassa del display ci sono 6 tasti multimediali con un tasto centrale fisico. Avendo le dita grosse ho avuto qualche problema con i tasti digitali piuttosto sensibili, ma dopo un paio di giorni di utilizzo mi ci sono abituato anche perché molte funzioni sono richiamabili dalla tastiera.

Per quanto riguarda la funzionalità il cellulare è molto completo, non manca proprio nulla. L’aspetto più interessante è sicuramente la multimedialità.

Il Secret realizza foto e video di alta qualità. Le immagini (e i video) possono essere modificate attraverso un media editor integrato e vi si può aggiungere cornici ed effetti speciali. La videocamera gira filmati 640×480 davvero validi in Divx.

Video, foto e pagine del browser si girano in automatico ruotando in cellulare in quanto l’LG KF750 è dotato di accelerometro, riprendendo una delle funzioni più di successo dell’iPhone.

L’accelerometro consente anche di maneggiare con facilità anche i contenuti in Flash e i temi animati che possono essere inseriti anche come sfondo del display.

Il browser è veloce ma alcune applicazioni che uso spessissimo come Google Maps, Reader e Gmail, a causa del sistema operativo proprietario, sono solo in Java e questo mi ha creato qualche problema di navigazione. Lo spostamento del cursore attraverso i tasti digitali tende a slittare.

L’aspetto più cool del Secret è comunque il touch media che si avvia da un tasto laterale e da cui gestire i contenuti e le applicazioni multimediali: musica, foto, giochi, radio fm e documenti.

Il lettore mp3 ha una qualità audio alta, le gallerie fotografiche sono piacevoli da visualizzare e i giochi in Flash sono davvero particolari e divertenti, da usare con i movimenti del polso come nella Nintendo Wii.

Ho apprezzato particolarmente, oltre all’eleganza dell’attrezzo e all’aspetto multimediale, alcune funzioni che ho scoperto con l’uso. In particolare la ricerca rapida della rubrica, l’auto regolazione automatica della luminosità del display, il convertitore di misure e valute.

Non ho gradito il fatto che è impossibile personalizzare il tasto destro del display digitale che rimanda inesorabilmente al 1254 (si tratta infatti di un telefono brandizzato Tim), la mancanza di GPS e di connessione wi-fi.

In definitiva posso affermare con cognizione di causa che si tratta di un telefono molto valido, bello esteticamente, funzionale.

A mio avviso è consigliabile a chi non ne fa un uso da ufficio spinto e nemmeno a chi è abituato a usare Symbian OS o Windows Mobile. E’ destinato soprattutto a un pubblico consumer, a quanti richiedono a un cellulare ricchezza di prestazioni e una multimedialità completa.

L’LG Secret è un gingillo decisamente alla moda, che fa la sua bella figura e che è molto piacevole da tenere in mano.


SoundUnwound: enciclopedia musicale


soundunwound

SoundUnwound è una enciclopedia musicale, una sorta di Wikipedia dedicata esclusivamente alla musica.

Il sito è davvero ricco di informazioni ed è strutturato come rete sociale.

Fornisce un motore comodo di ricerca interno.

Ad ogni artista è associato un profilo bibliografico e la discografia. Ad ogni album la recensione presa da Amazon, la lista dei brani e le produzioni similari.

SoundUnwound è ricco di immagini, video da YouTube, linee del tempo, informazioni su eventi e concerti.

Via | makeuseof


AppVee: recensioni video di applicazioni per iPhone


appvee

AppVee è un bel sito di recensioni di applicazioni per iPhone.

Le applicazioni sono suddivise per categorie, c’è la classifica delle prime 10, la tag cloud delle più discusse, le novità e via dicendo.

Gli utenti possono votare e commentare le applicazioni.

Ma l’aspetto più interessante è che ad ogni applicazione corrisponde una ottima recensione recensione video in modo da vedere i vari strumenti in azione sull’iPhone.

Ovviamente AppVee ha un suo canale video su YouTube.

Via | techcrunch



Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: