Archivio per la tag 'query'

Statsgram: analisi statistiche di qualsiasi sito web, HTML info, Whois, ranking e tanto altro

Statsgram è un eccellente servizio web in grado di offrire analisi statistiche di qualsiasi sito web, HTML info, Whois, ranking e tanto altro.

Offre infatti anche le principali search query, pagerank, reputazione nel paese di provenienza, Alexa, indicizzazioni dei motori di ricerca, link in uscita, un elenco dei siti simili, i DNS, il tempo di carica della pagina, il valore stimato eccetera.

Per accedere ai risultati basta incollare un URL e procedere nell’apposito campo.

Statsgram è gratuito e non richiede registrazione.

Monitorare le liste di Twitter con Listiti

listiti

Listiti è un servizio gratuito che permette di monitorare le liste di Twitter.

In pratica possiamo essere informati via email ogni qual volta è postato un tweet riguardo le keyword di nostro interesse e relativo a una lista specifica.

Funziona così. S’inserisce la lista da monitorare, le query che vogliamo controllare e un indirizzo email valido.

A questo punto Listiti provvederà ad inviare un messaggio di posta elettronica ogni volta che le chiavi sono citate in un update dei membri appartenenti alla lista.

Listiti dunque si comporta come Google Alerts ma inviando avvisi specificamente per le liste di Twitter.

Il servizio consente anche di promuovere le nostre link attraverso un’URL del tipo http://listiti.com/nostroaccounttwitter/nomelista.

Come cercare sfondi per il computer con Google Image Search

google_wallpaper_search

Google ha aggiunto una nuova funzione per cercare sfondi per il computer. La funzione non è ancora disponibile nella pagina in Italiano ma niente paura, la procedura è semplicissima. Eccola:

  1. andate su Google e passate alla versione Inglese google.com
  2. selezionate “Images” in alto a sinistra e cliccate su “Advanced Image Search
  3. inserite il termine della vostra ricerca, sempre in Inglese in base alla vostre preferenze, per esempio celebrity oppure abstract
  4. spuntate la casella “photo content” dalla lista
  5. cliccate su “Use my desktop size” in modo da automaticamente trovare le immagini adatte alla risoluzione del vostro schermo
  6. avviate la ricerca
  7. a questo punto potete anche scegliere i colori cliccando su “All Colors” e selezionando quello che volete tra i 12 disponibili
google_wallpaper_search

Ora potrete scaricare i wallpaper che più vi piacciono ed utilizzarli nel vostro computer alla perfezione.

Lo stesso risultato si può ottenere digitando una query del tipo esempio imagesize:1024×768 direttamente su Google Ricerca Immagini, inserendo la vostra parola chiave e la risoluzione in pixel del vostro schermo.

Via | GOS

The Pirate Google

the_pirate_google

Qualche giorno fa avevo recensito un motore di ricerca file torrent basato su Google.

Come ho detto in quella circostanza ciò è avvenuto grazie alla tecnologia per creare searchengine personalizzati Coop CSE messa a disposizione proprio da Google.

In Coop CSE è possibile infatti immettere una query specifica affinché la ricerca ottenuta indicizzi unicamente i file contenuti soltanto nei siti di condivisione di file torrent (Mininova, The Pirate Bay, Isohunt, Torrentz, Btjunkie, Torrentbox e così via).

Ora c’è chi ha pensato di fare la stessa cosa registrando un dominio ed interfacciando il motore in un vero e proprio sito web indipendente. Nasce così The Pirate Google sfruttando il nome del famoso sito P2P alla ribalta delle cronache giudiziarie e la infinita notorietà di Google appunto.

Si tratta anche e soprattutto anche di una forma di ribellione, di un vero e proprio atto di denuncia e di suppoto proprio a The Pirate Bay dimostrando che anche Google, volendo, può essere usato con estrema semplicità come un qualunque sito Bit Torrent di filesharing.

In homepage si legge infatti che il motore è stato creato per sostenere un internet accessibile ed imparziale, neutrale e aperto senza condizionamenti politici e finanziari.

Idea ingegnosa ed originale. Durerà?

Via | bitelia

Google diventa un motore di ricerca file torrent

google_torrent_search

Qualcuno ha trasformato Google in un motore di ricerca torrent sfruttando la tecnologia per creare searchengine personalizzati Coop CSE messa a disposizione proprio da Google.

Ciò è reso possibile dal fatto che in Coop CSE è possibile inserire una query specifica del genere “filetype:torrent” in modo che la ricerca indicizzi unicamente file torrent rastrellando contenuti soltanto dai siti di condivisione di file torrent tipo Mininova, The Pirate Bay, Isohunt, Torrentz, Btjunkie, Torrentbox e via dicendo.

Curioso ed ingegnoso..

Via | blogoscoped

Confrontare la popolarità di due ricerche Google con WebSource


websource

WebSource è una semplicissima applicazione web che consente di confrontare due ricerche di Google indicando la popolarità delle keyword digitate.

Basta inserire le due query megli appositi campi e WebSource genera i risultati.

Credo che sia uno strumento SEO molto immediato per stabilire il comportamento di papà Google allorché un blogger o un webmaster decidano di inserire un titolo, una parola, una frase in un articolo e per capire se c’è qualcosa di sbagliato.

Se il servizio genera un gran numero di risultasti riguardo una delle nostre chiavi di ricerca significa che abbiamo imboccato la giusta strada per essere indicizzati correttamente da Google.

Un’alternativa più immediata a Google Trends.

Via | mashable



Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: