Archivio per la tag 'productivity'

Come spiegare Google Docs alla mamma



Stavolta è direttamente Google dal suo canale video su YouTube, sebbene sempre tramite Common Craft, a spiegarci il funzionamento di Google Docs e più in generale dell’office online.

Il breve video tutorial è in un Inglese piuttosto semplice e comprensibile. C’è un importante il dettaglio: si cita già “presentation” ossia l’applicazione web di Google destinata alla creazione di presentazioni online, una sorta di PowerPoint via web lanciata proprio in queste ore in rete in rete.

Il video, infatti, è usato proprio per accompagnare il lancio di Presentation.

Molto ben fatto, è realizzato con l’uso di foglietti di carta con disegni e ritagli di schermate.

Vedi anche:



Scriblink: lavagna digitale per condividere idee in tempo reale

angel



Scriblink è una lavagna digitale che può essere condivisa da un gruppo di persone. Con essa si possono mostrare le nostre idee e in tempo reale con altri utenti (massimo cinque, da invitare per posta elettronica).

L’applicazione contiene strumenti di disegno e di scrittura basilari, addirittura scarni (linee, cerchi, rettangoli, griglie, un selettore del colore e della dimensione del pennello, un secchiello). La sua forza, tuttavia, sta nella possibilità della condivisione a distanza.

Con essa, per esempio, si potrebbe elaborare una bozza, un progetto con un gruppo di colleghi di lavoro, oppure utilizzarla per una spiegazione o a corredo di una lezione.

Ci si può avvalere anche di una chat, collocata sulla barra laterale, dove stabilire anche una conversazione. Le bozze possono essere salvate e riaperte all’occorrenza.

In Scriblink l’apparenza inganna, la sue estrema semplicità infatti potrebbe essere il motivo del suo successo.

Nei link di corredo al post sono recensiti altri strumenti di questo tipo.


SlideRocket: eleganti presentazioni via web



In attesa dell’imminente uscita del sistema per presentazioni di Google mi sono fatto un giretto su SlideRocket (visto che mi hanno mandato un invito).

Le funzioni sono quelle tipiche delle applicazioni da desktop alla PowerPoint o Keynote di Apple.

Le presentazioni realizzate con questo strumento si possono importare (vedi sopra) in una pagina web tramite codice HTML embed e condividere per posta elettronica.

Le transizioni e gli effetti sono accattivanti, come pure la grafica.

In ogni diapositiva si possono aggiungere elementi multimediali: video, foto (tramite upload, dalla biblioteca interna ma anche da Flickr) e animazioni in Flash.

Una gran bella proposta.


Più di 5000 risorse per fare tutto online

5000 risorse



Finalmente Mashable si è deciso ad aggregare in un listone gli strumenti e le risorse che segnala ormai da 3 mesi per aiutarci ad essere più produttivi nel web.

Si tratta di una mega lista che include tutte le precedenti e che contiene più di 5000 riferimenti a links per fare praticamente tutto online.

Da tempo sto facendo la stessa cosa, aggiornando la mia “lista delle liste“, tradotta in italiano e suddivisa per argomenti con migliaia di links per tutti gusti. Ormai siamo intorno a 110 link.

La mia suddivisione è diversa da quella presentata dal mio “datore di lavoro”… In effetti mi auguro da un lato che Mashable concluda per ora la pubblicazione delle sue ottime liste perché stento a stargli dietro, tanta è stata la loro frequenza.

Penso che il mio listone sia un utile complemento al mastodontico elenco originale poiché ha il vantaggio di essere riportato interamente in italiano.

Link al post | Le cassette degli attrezzi di Mashable (la lista delle liste).


Pikifx: editor immagini online semplice e completo

web links



Di editor fotografici online ne esce uno alla settimana e quindi ho smesso di postarli, ma per Pikifx è il caso di fare un’eccezione.

Ci sono le caratteristiche tipiche di questo genere di servizio: caricamento delle immagini da locale e da URL, ritaglio, modifica della qualità, ridimensionamento, aggiunta bordi, effetti e aggiunta testo.

Le caratteristiche migliori sono proprio queste ultime, in particolare la ricchezza degli effetti speciali, dei filtri e delle cornici che sono davvero variegate.

Pikifx, inoltre, è molto veloce e non pretende noiose registrazioni come utente.

Per tutti questi motivi spicca tra le offere di questo genere come ottimo esempio di produttività.


Sendago: ottimo servizio per spedire grandi file via web



Ieri ho inviato ad amici a Bologna e a Firenze alcune foto fatte in vacanza, due archivi zip da 60 e 70 mb. Ovviamente non potevo spedirli come allegato di posta elettronica.

Ho usato due servizi diversi: YouSendIt e Divshare. Ho testato il primo, mentre il secondo è una mia vecchia conoscenza.

YouSendIt è pensato specificamente per questo tipo di bisogno ed è uno dei più conosciuti e funzionali, mentre Divshare è più un servizio di hosting online che all’occorrenza può essere usato anche per il file sharing. Tutti è due molto buoni, hanno svolto bene il loro lavoro.

Sfortunatamente ho scoperto soltanto dopo Sendago. Si tratta di un’applicazione mista basata sul web ma che è gestita tramite un piccolo software (3 mb) da scaricare ed installare sul proprio computer.

Fatto ciò è necessario configurarlo inserendo i dati che abbiamo digitato al momento della registrazione, vale a dire email e password (da tools->options->account).

A questo punto Sendago è pronto per essere utilizzato. Si possono caricare file ed inviarli comodamente quando si vuole perché essi rimarranno online e si dispone nientemeno di uno spazio di 10 giga!

Si possono spedire al volo, cercandoli nel nostro hard disk e cliccandoci sopra con il tasto destro del mouse, nel nenù contestuale apparirà l’opzione specifica.

Si può gestire un link diretto al downoad ed inviarlo ai destinatari (sotto la finestra che appare a chi riceve il file) i qualli non devono installare nessun programma.



Dopo una settimana il link smette di funzionare per gli account gratuiti.

Sendago è perfettamente integrato con Outlook ma può essere usato anche con i servizi di posta elettronica basati sul web come Gmail.

Il desktop manager gestisce e tiene traccia dei file caricati e spediti, con chiarezza e facilità (vedi immagine in alto), cosi che lo stesso file può essere inviato anche a distanza di tempo più volte. Essi sono ben visualizzati tramite icone e thumbnail che ne identificano il tipo.

Tutti queste opzioni si possono gestire via software senza accedere al sito.

Sendago può essere usato anche come servizio di storage e lo spazio di 10 giga offerto è completamente gratuito. Non c’è restrizione alla dimensione dei files da condividere.

Sendago mi ha colpito molto favorevolmente. Nella giungla dei servizi di invio e condivisione di files via web che ho finora usato mi è sembrato decisamente il il migliore.

Killer StartUp!

Via | Digital Inspiration



Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: