Archivio per la tag 'politica'

Video della settimana: Yes We Can (Barack Obama Music Video)



Provate ad immaginare la versione italiana con Berlusconi accompagnato da Apicella o Veltroni sulla musica di Fossati. Anche se mi sforzo io proprio non ci riesco…

Guarda tutti gli altri Video della Settimana


YouBama: YouTube+Digg+Obama, campagna elettorale generata dal basso

youbama



YouBama è uno dei tanti esempi di citizen journalism (giornalismo partecipativo) all’americana.

Concepito da due studenti della Stanford University, è un sito che permette ai sostenitori del popolare candidato democratico Barak Obama di caricare video in cui spiegano perché sostenerlo. Essi possono essere votati in stile Digg.

Si tratta dunque di una video campagna elettorale generata dal basso.

In sostanza YouBama aggrega filmati già presenti nei servizi di video sharing. Molti sono di personaggi famosi dello star system statunitense, molti altri di gente comune, persino di bambini.



Rappresenta fedelmente la YouTube generation americana e non a caso Obama ha molti sostenitori tra le giovani generazioni.

Mi chiedo, è possibile trasportare un modello simile anche in Italia? Valutando il fenomeno Grillo parrebbe di sì.

Ma come si potrebbero chiamare i canali dei politici italiani? Qui nasce il problema: Veltrube, Tuberlu, ProTube, FinTube, MasTube, CasiTube…

Credo che con l’aria che si respira nel Bel Paese in questi giorni avrebbero il loro bel da fare nel moderare gli insulti…

Non so se esiste anche un BlackTube, ma RedTube è sicuramente un canale luci rosse!

Sbizzarrite la vostra fantasia, inventatevi un nome decente, si accettano volentieri segnalazioni.

Via | TechCrunch


La scuola violenta raccontata in un blog

Scuola Violenta



Scuola Violenta è un blog dove sono raccolti gli episodi di aggressioni, gli insulti, le violenze di ogni tipo che molti insegnanti purtroppo subiscono durante il loro lavoro.

L’autore è Gianluca Lovreglio, professore di lettere a Taranto nelle scuole medie e superiori. Il blog descritto con le sue parole:

Fare l’insegnante, in Italia, sta diventando sempre più un lavoro a rischio.

Questo blog raccoglie le notizie relative alle aggressioni, insulti, violenze di ogni tipo che gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado subiscono ogni giorno in tutta la Penisola, dal Nord al Sud.

Le fonti delle notizie sono tratte per lo più da Internet. Questo taglia fuori tutta una serie di quotidiani a tiratura locale, e fa supporre con buona ragionevolezza che il fenomeno, già di per sé spaventoso scorrendo questo blog, sia in realtà ancora più diffuso.

Nessun altro lavoro nell’ambito pubblico, oggi in Italia è più pericoloso dell’insegnamento. Il contatto diretto con le persone e la mancanza di qualunque tutela, sia in termini di sicurezza degli edifici, sia in termini legislativi, aggiunto alla immeritata scarsa considerazione sociale della categoria, fanno sì che fior di professionisti, laureati e specializzati, siano costretti a subire ogni giorno uno stillicidio di violenza a livelli così alti che minerebbe la salute psichica di un Giobbe.

Le categorie principali sono:

  • Alunni contro professori,
  • Alunni contro scuole,
  • Genitori contro professori,
  • Stato contro professori,
  • Violenza in genere.

E’ possibile consultare la mappa della violenza divisa per regioni italiane e la mappa della violenza divisa per ordini di scuola (elementare, media, superiore).

Un campionario sconcertante di atrocità in un quadro avvilente dove i docenti sono sempre più abbandonati a se stessi e in cui tristemente risalta lo scadimento del ruolo sociale della nostra importante professione.


Domini gratis per i giovani Spagnoli

dominio.es



Da gennaio i cittadini spagnoli con meno di 30 anni potranno registrare gratuitamente un dominio.es e potranno anche disporre dei mezzi per creare e gestire il proprio sito internet.

E’ una misura voluta dal governo per dare impulso alla conoscenza e lo sviluppo delle tecnologie dell’informazione.

Il progetto si chiamerà “Jóvenes en Red”, la promozione durerà fino a fine giugno 2008 ed è parte delle iniziative di Red.es

Tutto questo mentre in Italia si fa poco o nulla per i giovani, piuttosto si discute continuamente della “pericolosità” e delle “insidie” della rete e dove Splinder intende bloccare la registrazione dei suoi blog ai minori.

Questo dà la misura di quanto il nostro Paese si ormai lontano persino dall’idea dello sviluppo tecnologico ed informatico, la cui visione politica del momento verso le nuove generazioni è quella di fornire alle scuole computer dismessi da altre amministrazioni…

Via | Incubaweb 2.0


Un calendario che celebra il 60° anniversario della Dichiarazione dei diritti umani

Riferimenti



Riferimenti promuove un bel calendario per celebrare il 60° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, firmata a Parigi il 10 dicembre del 1948.

Si può scaricare gratuitamente a questo link (pdf, 1.93 mb).

Oppure sostenere l’iniziativa acquistandolo qui.


GlobalVoices: progetto mondiale anti censura

GlobalVoices



Global Voices Advocacy è un blog di denuncia che si occupa della censura in Internet.

Contiene informazioni di vario genere, immagini, video e articoli aggiornati dei casi di censura dell’ultim’ora e supporta la rete sociale dei movimenti per contrastare questa deprecabile pratica.

Fornisce anche due strumenti interessanti: 403 Checher, un programma sviluppato da un blogger tunisino che consente di controllare le pagine bloccate dalla censura nelle varie nazioni e MapAccessDenied, una mappa interattiva che monitora nel planisfero gli ultimi casi di censura e i movimenti degli attivisti nel mondo.

Interessante anche la guida per bloggare in forma anonima con WordPress.

Da supportare senza remore anche attraverso un bottone da inserire in un blog.

Global Voices Advocacy




Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: