Archivio per la tag 'persone'

To post or not to post? [infografica]

Source: onlineclasses.org via Alberto on Pinterest

To Post or Not to Post è un’interessante infografica in inglese che induce alla riflessione.

Nell’era dei social network tutti possono controllare la vita digitale delle persone, quello che pubblicano nelle reti sociali e giudicare di conseguenza il comportamento degli individui.

Allora è importante chiedersi: è meglio pubblicare o no? Una foto, un video, uno status…

Uso di Internet nel mondo [infografica]

Source: makeuseof.com via Alberto on Pinterest

World Wide Web è un’interessante infografica in inglese dedicata all’uso di internet nel mondo.

Ci sono alcuni curiosi dati che fanno riflettere. Soltanto 271 persone su 1.000 sono utenti internet di cui 57 sono cinesi, 35 americani, 11 brasiliani, 9 indiani, 6 nigeriani, 3 indonesiani e 2 australiani. Nessun altro paese raggiunge la quota di 1 su 271.

Gli uenti internet sono duplicati dal 2005 al 2010.

La maggior parte della gente usa internet per accedere ai social network, per giocare, per scrivere email.

Come le persone passano il tempo online [infografica]

Source: go-gulf.com via Alberto on Pinterest

How People Spend Their Time Online è un’interessantissima infografica in inglese che mostra come le persone passano il tempo in internet.

Ci sono dati di carattere generale in base alla popolazione mondiale e dati più specifici che indicano che la maggior parte della gente ama soprattutto i social network.

La fanno da padrone ovviamente Google e FaceBook. Sono in crescita i servizi di geolocalizzazione e in calo quelli dei video.

Siamo ormai 7 miliardi di persone e tu che numero sei?

bbc_stat

La popolazione mondiale raggiungerà i 7.000.000.000 di persone fra poche settimane e la BBC ha pubblicato un interessante strumento di analisi statistica intitolato 7 billion people and you: What’s your number?.

Per scoprire che numero è una persona basta inserire la data di nascita e procedere. Io, per esempio, sono la persona numero 3.160.908.299.

Lo strumento, inserendo altri semplici parametri, offre dati riguardo la popolazione mondiale e su una singola nazione (tasso di crescita, immigrazione, aspettative di vita secondo il sesso, ecc.).

Curioso ed interessante.

Social Friend Adder: trova persone a cui chiedere l’amicizia su Facebook o da seguire su Twitter

friendadder

Negli ultimi 10 anni abbiamo assistito a una vera e propria rivoluzione sociale e culturale. Un fenomeno così potente e coinvolgente a cui, possiamo ormai affermarlo, ha preso parte tutta l’umanità. Sto parlando di qualche cosa molto vicino a tutti noi, ovvero di internet. Diciamolo chiaro, non passa giorno che non effettuiamo almeno un paio di accessi alla rete, e ormai grazie agli smarthphone l’accesso è garantito anche in mobilità quando si è fuori casa.

Nell’era dell’interconnessione totale tutto viaggia più velocemente e così anche le nostre vite, le abitudini cambiano e si evolvono in qualche cosa di a volte inaspettato o innimmaginabile fino a pochi anni fa. Il tempo che passiamo online aumenta sempre di più e ruba tempo ad altre attitività della nostra vita quotiana. Quasi tutti le persone che si connettono ad internet hanno ormai anche un profilo su facebook e molto probabilmente anche su twitter.

Tra facebook e twitter però c’è una differenza che è subito visibile, solitamente su facebook seguiamo gli amici (REALI) ovvero quelle persone con cui siamo in contatto anche nella vita di tutti giorni quando non siamo collegati. Twitter invece è diverso, forse a causa della sua limitazione nello scrivere gli stati e la facilità nell’iniziare a seguire i discorsi pubblicati dalle persone.

Su twitter raramente si seguono gli amici, ma si va in cerca di persone che hanno i nostri stessi interessi, associazioni , giornali. Chiunque abbia qualche cosa da dire può in poco tempo raggiungere migliaia di persone per esprimere le sue opinioni anche a perfetti sconosciuti.

Esistono ormai da tempo siti online che permettono di trovare nuove persone ad aggiungere nella propria rete sociale ovvero permettono di trovare persone a cui chiedere l’amicizia su Facebook e persone da seguire su Twitter. Entrambi i due social network dispongono già inoltre di strumenti di ricerca che facilitano questo compito. Il sito che voglio presentarvi oggi è un mashup che sfrutta le API (Application Programming Interface) dei due famosi social network per fare proprio questo, ovvero trovare delle persone da seguire online, a cui chiedere l’amicizia, il suo nome è Social Friend Adder.

La sua particolarità rispetto ad altri siti è che vi permette di effettura la ricerca di nuovi amici basandosi su una località, potrete quindi trovare persone che abitano in un luogo qualsiasi della terra o che in qualche modo hanno a che fare con quel luogo, ad esempio l’hanno citato in un loro post. L’interfaccia d’uso è semplice ed intuitiva, una volta digitato l’indirizzo
http://www.localstreamer.com/friendadder.html vi sarà presentata una maschera di ricerca su cui è possibile effettuare delle scelte per configurare come la ricerca deve essere effettuata.

  1. prima di tutto scegliete se effettuare la ricerca su Facebook o Twitter
  2. connettetevi al social network selezionato (cliccando sul bottone in alto a destra)
  3. se scegliete Twitter potrete filtrare le persone anche in base alla lingua, se scegliete Facebook il sistema proprone di filtrare i risultati tra Maschi e Femmine
  4. dopo aver impostato quindi il filtro che si desidera, scrivete il nome della città nell’apposita casella di testo e premete il tasto Invio oppure l’icona della lente di ingrandimento presente accanto al campo di ricerca.

Se avete seguito tutti i passi precedenti dopo qualche secondo il sistema vi presenterà a video i risultati della ricerca, se avete scelto Twitter potrete aggiungere tutte le persone cliccando sui bottoni con la scritta “Follow”, se avete scelto Facebook dovrete cliccare sul bottone con il simbolo di più (+) per chiedere l’amicizia. La cosa interessante è che nel caso dei risulati di Facebook potrete guardare sul profilo della persona cliccando sul suo nome, oppure decidere di inviarle un messaggio prima ancora di richiedere la sua amicizia. Il sistema ricerca tutte e solo le persone che hanno impostato nei livelli di privacy il loro profilo e la loro bacheca come pubblica.

Qualcuno potrebbe pensare che questo sia l’ennessimo software che serve solo agli spammer per trovare nuove vittime, a noi piace pensare invece che “Social Friend Adder” è un modo semplice e veloce per estendere la propria rete di amicizie online. Non vi rimane che provarlo e consigliarlo ai vostri amici.

Guest post a cura di Orfeo Morello, programmatore e creatore di Localstreamer.

Color: creare e condividere album fotografici di un luogo o un evento collettivamente

Secondo molti autorevoli osservatori Color ha tutte le carte in regola per essere una rete sociale rivoluzionaria e per ottenere un successo paragonabile a quello che in passato fu di Twitter.

Si tratta di un’applicazione gratuita per iPhone e Android che permette di condividere album fotografici di un luogo o un evento collettivamente.

Bill Nguyen, il suo fondatore, ha ottenuto un’investimento di 41 milioni di dollari per la startup ed è anche il fautore di Lala, il servizio di musica in streaming recentemente comprato da Apple.

In buona sostanza Color è un social network che consente di associare ad un posto tutte le fotografie scattate nelle sue vicinanze. Esse saranno a disposizione automaticamente ed immediatamente per tutti gli utenti che si troveranno localizzati nei paraggi.

Pensate ad un concerto, un meeting, una conferenza, un posto di lavoro o di studio, un evento pubblico e sociale come un matrimonio o una qualsiasi altra ricorrenza. I partecipanti, tramite smartphone, potranno realizzarne in tempo reale l’album fotografico e scaricare le foto sul proprio tablet e telefono cellulare.

Si scatta una foto tramite l’applicazione, si carica online ed essa sarà disponibile per il download di tutti i partecipanti geolocalizzati all’istante e in futuro. L’immagine infatti, sarà associata indissolubilmente ad un luogo specifico. Non manca ovviamente l’integrazione nelle reti sociali e la totale libertà di condivizione (vedi video demo).

Sembra una cosa semplice ed intuitiva ma è proprio grazie alla semplicità che si riesce ad ottenere successo.

Color sfrutta quella che sarà la parola d’ordine delle nuove reti sociali: la prossimità. Non più soltanto amicizia, spesso fittizia, e geolocalizzazione ma la vicinanza delle persone che condividono immagini.

In più Color.com offre quel senso di ignoto e di morboso tipico di servizi come Chatroulette in grado di alimentare la curiosità e che risponde alla domanda: quali immagini troverò?

Quando si “colora un posto” le sue immagini saranno ad esso per sempre associate e rimarranno on the cloud per tutti i viaggiatori che lo visiteranno. Le persone che arriveranno lì, anche mesi ed anni dopo, potranno vederle, scaricarle, rintracciarle tramite tag come in un gioco basato sul concetto di realtà aumentata.

Quando si partecipa ad un gruppo potremo condividere i profili degli altri utenti ed allargare la sfera sociale, non in base all’amicizia ma grazie alla prossimità del luogo in questione.

Immaginiamo pertanto di usare una specie di Instagram che funzioni un po’ come FourSquare e che consenta, oltre alla localizzazione, di condividere foto di luoghi ed eventi e di stabilire relazioni con il gruppo partecipativo.

Credo proprio che funzionerà. Da non Perdere.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: