Archivio per la tag 'password'

Le 10 password da non usare mai in internet

password

Sapevate qual’è la password più usata in Inyernet? 123456… Niente di più insicuro, debole e pericoloso. Ecco la lista delle 10 password da non usare mai in internet.

  • 123456
  • 12345
  • 123456789
  • password
  • iloveyou
  • princess
  • il nome del sito web
  • 1234567
  • 12345678
  • abc123

Con il minimo sforzo, un hacker anche non troppo bravo può avere accesso ad un account ogni secondo, ossia crackarne 1000 in meno di 17 minuti.

Visto il dilagare dei social network, dello shopping online e dei servizi web, sembra davvero incredibile che ci sia gente che ancora usa combinazioni così stupide senza cognizioni di causa.

Lo stesso dicasi per le chiavi di protezione delle reti wi-fi.

Non mettete in pericolo la vostra privacy e la vostra sicurezza personale, evitate le password troppo semplici e facili da ricordare. Non usate date o nomi di persona per esempio.

Le password della lista sopra provengono da un analisi statistica inglese, ma possono benissimo essere prese come esempio per qualsiasi altra lingua.

Via | bbc

Sbloccare i PDF protetti con FreeMyPDF

freemypdf

FreeMyPDF è un’applicazione web che permette di sbloccare i PDF protetti.

Capita spesso infatti di dover lavorare con documenti PDF di cui non si può copiare, editare e stampare i contenuti e questo strumento può tornare utile.

Basta caricare un PDF non più grande di sette mb e non protetto da password e procedere alla rimozione delle restrizioni.

FreeMyPDF è un servizio gratuito che non richiede registrazione.

Invece per sbloccare i PDF protetti da password consiglio di provare PDF Pirate e DF Unlock Online.

Sbloccare i file PDF protetti con PDFpirate

pdfpirate

PDFpirate è un cosiddetto removal tool, ossia un’applicazione web che permette di rimuovere le protezioni dai documenti PDF.

Il servizio, è bene specificarlo, non è in grado di rimuovere la password (per questo c’è già PDF Unlock) ma toglie tutte quelle forme di criptazione e di restrizione che spesso si trovano in questo genere di documenti.

Per procedere basta selezionare e caricare il PDF dal nostro computer, attendere un po’ per ottenerlo sbloccato.

PDFpirate è un servizio gratuito che non richiede registrazione.

QuickBigFile: inviare e condividere file grandi fino a 2.5 GB

quickbigfile

QuickBigFile è un nuovo servizio di filesharing che consente di inviare via email e di condividere file grandi fino a 2.5 GB.

Il sevizio supporta ogni formato di file ma consiglia di caricare principalmente archivi compressi (ZIP).

Si carica un file e QuickBigFile verificherà la presenza di virus. Dopodiché sarà possibile proteggerlo tramite una password che assegneremo.

Aggiungendo il nostro indirizzo email ci sarà spedita una notifica quando il file sarà scaricato.

Esso potrà essere condiviso tramite un link apposito oppure inviato inserendo l’indirizzo di posta elettronica dei destinatari.

Se non sarà scaricato entro un mese sarà rimosso dal server e non sarà più disponibile online.

Lo storage dei file avviene tramite l’ottimo Amazon S3, uno dei più affidabili del web.

Il servizio è gratuito e non richiede registrazione.

Via | feedmyapp

PDF Unlock Online: sbloccare i PDF protetti da password

PDF_ Crack

PDF Unlock Online è un unlocker di documenti PDF basato sul web.

Può capitare, infatti, di dover aprire file protetti da password e, sebbene esistano software in grado di aiutarci, con PDF Crack non dovremo nemmeno installare nulla sul nostro computer.

E’ sufficiente caricare il file PDF (massimo 5 mb) e procedere. La versione sbloccata del documento sarà aperta in una finestra del browser e potremo salvarla nel nostro hard disk.

Il crack PDF è uno strumento gratuito che non richiede registrazione.

Via | makeuseof

FreeMyFeed: autenticare un feed RSS


freemyfeed

FreeMyFeed è un servizio web che risolve il problema degli indirizzi feed che richiedono di essere autenticati dagli utenti.

Anche se di rado, può capitare che un feed reader come Google Reader o Bloglines non possa accedere a un feed perché richiede una password.

Stessa cosa accade quando il feed non possiede un certificato valido. FreeMyFeed bypassa tale problema.

Per autenticare l’indirizzo basta introdurre la nostra URL e indicare un nome utente e una password. FreeMyFeed genera un indirizzo alternativo libero da usare nei principali news reader.

Via | go2web20



Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: