Archivio per la tag 'mondo'

Now: il mondo adesso

now

Now è un mosaico di widget che mostra in forma visuale ciò che sta accadendo nel mondo nel momento in cui lo stiamo guardando.

Now si basa su statistiche riguardanti tutta una serie di informazioni (ne cito soltanto alcune) come il numero delle nascite, le case costruite, il denaro speso online, il consumo di energia, il numero di telefonate, le foreste distrutte, le automobili e le biciclette prodotte, le email inviate, i video visti in YouTube, la musica ascoltata, le principali ricerche in Google, i postit, le uova e i bicchieri di plastica prodotti e chi più ne ha più ne metta.

Ci sono anche webcam che mostrano alcuni importanti luoghi di interesse turistico e possaimo anche consentire l’accesso alla nostra cam.

Non mancano le curiosità e gli strumenti utili come l’Internet Buzz Meter che consente di stabilire la maggiore popolarità tra due ricerche in Google.

Tutti i widget sono attivabili al passaggio del mouse o cliccandoci sopra.

Il murale può essere condiviso nelle reti sociali o inserito in una pagina web tramite codice.

Un esperimento davvero curioso ed interessante fornito dalla compagnia telefonica mobile Sprint.

Via | quicktips

CheckFaceBook: le statistiche di FaceBook

checkfacebook

CheckFaceBook e un sito che monitora le statistiche di FaceBook, la sua diffusione e la sua popolarità nel mondo.

Ci sono le prime 10 nazioni per numero di utenti, quelle in maggior crescita nell’ultima settimana, le notizie riguardanti la celeberrima rete sociale dai principali siti di informazione del web.

Ad ogni paese corrispondono tutta una serie di dati visualizzati anche attraverso due grafici a torta: numero di persone iscritte, percentuale di maschi e femmine, distribuzione in base alle fasce d’età.

Per accedere basta cliccare sullo stato nella mappa geografica del planisfero.

In questo preciso momento per esempio in Italia ci sono 9.535.980 utenti corrispondenti al 4.97% dell’audience totale.

I maschi sono il 52.7%. Il 32.6% dell’utenza totale italiana riguarda le persone tra i 25 e 34 anni di età, il 28.8% i giovani tra i 18 e i 24 anni.

Via | techcrunch

Kidlandia: sito dove i bambini possono creare una mappa geografica immaginaria

kidlandia

Kidlandia è un curioso sito dove i bambini e i loro genitori possono creare una mappa geografica immaginaria.

E’ necessario registrarsi gratuitamente e procedere. Si possono scegliere vari tipi di cartine di vari colori, decidere un titolo e aggiungere i nomi di parenti ed amici.

Ad ognuno corrisponderà un luogo specifico della mappa: il nome di una città, di un fiume, di un monte, di un mare, di un’isola o di un qualsiasi altro elemento del paesaggio.

Si può inventare insomma un vero e proprio mondo immaginario come quello dei romanzi fantastici di avventura ispirato alla sfera dei rapporti affettivi dei bambini.

Conclusa l’opera di creazione il servizio provvede a generare la mappa che può essere condivisa con un link specifico, visualizzata a schermo intero, stampata.

Kidlandia fornisce a pagamento stampe professionali della nostra cartina da appendere alla parete di varie dimensioni proprio come le vere cartine geografiche scolastiche

Vedi esempio.

Le foto di Barak Obama in Flickr

barak_obama

Nell’album ufficiale della Casa Bianca in Flickr si possono ammirare le foto dei primi 100 giorni di Barak Obama come Presidente degli Stati Uniti.

Le immagini sono state scattate dal fotografo-giornalista Pete Souza e mostrano Obama in vari momenti, anche non ufficiali, della sua vita quotidiana.

Il Presidente, del resto, ha sfruttato i social media come mezzo per ottenere un chiaro successo di immagine. Super noti sono i suoi account in Twitter, YouTube e Facebook.

Mappe per monitorare la diffusione della febbre suina nel mondo

febbre_suina

Qualche giorno fa ho segnalato la mappa del Dr. Henry Niman nel post La febbre suina in Google Maps.

Nel web ce ne sono altre altrettanto interessanti. Simile alla precedente c’è infatti anche questa mappa molto ben fatta.

Quella proposta da HealthMap è molto ben strutturata. Per accedervi spuntate soltanto la casella relativa a virus Swine Flu H1N1 sulla barra laterale in Diseases, last 30 days.

C’è poi anche la mappa funzionale proposta da Ushahidi.

Tutte le cartine si basano sulle API di Google Maps.

Via | google-latlong

La febbre suina in Google Maps

febbre_suina

La febbre suina purtroppo sta monopolizzando le pagine di cronaca dei media tradizionali. Il timore della pandemia cresce sempre di più anche in Europa.

H1N1 Swine Flu è il nome scientifico in Inglese del virus ed è anche quello di una mappa di Google che monitora lla diffusione del virus ed informa riguardo i casi noti nel mondo localizzandoli nella carta geografica.

Gli indicatori rosa segnalano i casi sospetti, i viola quelli accertati, i gialli i falsi allarmi.

Come in ogni mappa di Google è possibile sottoscrivere il feed per rimanere costantemente aggiornati, inserirla in un sito web tramite codice, linkarla, visualizzarla in Google Earth attraverso un file KML.

La mappa è gestita da Niman, Biomedical Research Pittsburgh, USA.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: