Archivio per la tag 'media'

The Converation Prism: rappresentazione visuale dei social media


The Converation Prism


Blog
| Flickr


TVChannelsFree: più di 3000 canali TV gratuiti da tutto il mondo da guardare via web


tvchannelsfree

TVChannelsFree (oppure Online Video Channels, che dir si voglia) è una ricca directory dove guardare via web più di 3000 televisioni da tutto il mondo, Italia inclusa.

Sono rappresentati addirittura più di 60 paesi.

Si può selezionare il luogo di provenienza e il genere oppure navigare tra le categorie: intrattenimento, musica, news, cartoni animati, educazione, sport, cinema.

C’è una lista delle TV più viste e una delle novità.

Da registrati si può entrare nella community e commentare i canali.

Per la corretta visione in streaming delle televisioni è necessario che il nostro browser sia provvisto dei necessari plugin (Windows Media Player, Quicktime, Flash) da reperire qui.

Via | killerstartups


Come spiegare i social media alla mamma




Altro grandioso video da Common Craft, la Compagnia di Produzione e Consulenza Video che spesso ho citato.

Stavolta si diverte a spiegare, alla sua inconfondibile maniera (in plain english), come far comprendere il fenomeno dei social media in modo facile, usando una sorta di metafora su gelato e gelatai.

In pratica ridefinisce il concetto stesso del web 2.0 inteso come espressione sociale di contenuti generati dal basso, parlando di blogging, podcasting, video sharing, tagging e ratings.

Il breve video tutorial è in un Inglese piuttosto semplice e comprensibile. Molto ben fatto e come sempre ironico e divertente.

Altra novità in Common Craft è la possibilità di scaricare (a pagamento) la versione in alta risoluzione dei filmati.

Versione sottotitolata in Italiano su questa playlist di YouTube.

Vedi anche:


Wimob: inviare contenuti dal web al telefono cellulare


wimob

Wimob è un servizio gratuito che consente di inviare contenuti dal web al telefono cellulare per poterli visualizzare dal dispositivo mobile senza accedere ad internet.

I contenuti multimediali si trasferiscono dal computer al telefonino tramite cavo usb, bluetooh o infrarossi.

E’ necessario scaricare un’applicazione per Windows per far funzionare Wimob. Ce ne sono di due tipi: una dedicata ai normali navigatori in rete e un’altra per blogger e publisher con la quale possono adattare i propri contenuti al processo di trasferimento.

Esso avviene tramite un bottone visualizzato dal browser in un solo click.

Wimob è in grado di adattare automaticamente i contenuti alla tipologia di cellulare usato.

Via | Loogic


PikiWiki: racconta e condividi una storia con foto, audio e video


PasswordBird

PikiWiki è un’applicazione web che consente di raccontare e condividere una storia con contenuti multimediali personali.

In pratica si può creare una pagina web inserendo contenuti testuali, audio, video e immagini personali semplicemente caricandoli dal proprio hard disk o registrando tramite webcam.

Facilissimo da usare, nonostante sia completamente in Inglese, funziona tramite la tecnica del drag & drop: si possono spostare i contenuti, trascinarli da un posto all’altro, ingrandirli, ridimensionarli e rilasciarli.

In buona sostanza si può creare una piccola storia simile a un fumetto o ad un fotoromanzo. Conclusa l’opera è possibile condividerla tramite email con gli amici che possono pure commentarla.

L’editor di PikiWiki può essere provato senza bisogno di registrazione. Disponibile anche come applicazione integrata in Facebook.

Via | feedmyapp


Oosah: media desktop sociale


oosah

Oosah è un servizio che consente di conservare online fino a due giga di foto, video e presentazioni.

Si possono creare cartelle e directory, aggiungere contenuti con la tecnica del drag & drop, creare slideshow, caricare e condividere documenti e file musicali.

L’aspetto sociale di Oosah è molto ben curato, si può interagire nella community con gli altri utenti e appropriarsi dei contenuti tramite codice embed.

Non è dunque il solito servizio di file hosting o di pura e semplice condivisione di immagini.

Oosah è una buona proposta soprattutto per lo spazio gratuito messo a disposizione e per la facilità d’uso della sua piacevole interfaccia

Via | Mashable



Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: