Archivio per la tag 'maps'

Splendide immagini satellitari della Terra

Sopra una tempesta di sabbia sul Mediterraneo (clicca per ingrandire)



Gli appassionati di mappe geografiche e delle immagini satellitari del nostro pianeta non potranno fare a meno di visitare MODIS Rapid Response system, un progetto fondato dalla NASA Earth Observatory che contiene un campionario di immagini magnifico.

Per fare solo alcuni esempi il sito contiene la mappa globale degli incendi, l’osservatorio delle potenziali catastrofi naturali in corso d’opera, una galleria con una stupefacente serie di foto satellitari (tempeste di sabbia nel deserto, uragani, banchine di ghiaccio… ).

Molto ineressante anche la sezione delle foto satellitari aggiornatisssime della terra. Un sito non soltanto per gli appassionati.


World Wind Central, il Google Earth della Nasa e altri 2 strumenti per il mapping

nasa

Segnalo World Wind Central, un software opensource simile a Google Earth supportato da una ricca Wiki. Più orientato verso gli aspetti orografici e geologici del territorio è sicuramente da sperimentare in campo educativo e didattico, visto che contiene anche una sezione specifica (education) con laboratori di classe.

La wiki contiene tantissime altre nteressanti risorse, e fornisce, oltre a una ricca documentazione, strumenti, addons e plugins ausiliari. Da provare.

Sul terreno del mapping (ogni giorno nuove applicazioni), segnalo anche TinyMap, un mashup che consente di creare al volo mappe personalizzate con segnali e scritte alle quali viene poi assegnata una URL, e Atlas, uno strumento che permette anch’esso di creare mappe di qualità del tutto editabili da inserire in blogs e siti web e consenre addirittura agli utenti di contribuire con segnali ed ulteriori commenti (clicca su contribute su this map per provare).

Mi è venuta una mezza idea di usarla per una pagina del tipo, “la geolocalizzazione dei bloggers che mi leggono”…

Mappe per siti web al volo

Tra le numerosissime mashup di Google Maps mi ha colpito QuikMaps. L’applicazione consente di creare al volo una mappa personalizzata, nelle dimensioni, nei segnali, i simboli e le bandirine da inserire (ci sono sets di icone molto variegate). Si può inserire linee tra più località, intitolarla e descrivere i simboli.

Finora ho usato un plugin per WordPress, ma QuikMaps è uno strumento molto più immediato e flessibile, valido per tutte le piattaforme blogging.

Calcolatore di distanze geografiche tramite Google Maps

map

Se volete conoscere la distanza in linea d’aria tra due località (e la distranza intermedia) affidatevi a Google Maps Distance Calculator, uno dei tanti mashup nati da mamma Google Maps.

In un attimo saprete per esempio che la distanza tra Roma e Milano è di circa 471 km.

SoundTransit: suoni da tutto il mondo

Con SoundTransit è davvero possibile intraprendere un autentico viaggio con l’immaginazione.

Persone provenienti da tutto il mondo registrano in mp3 i più diversi ed originali suoni e rumori delle città e dei luoghi dove si trovano e li caricano nel sito mettendoli a disposizione di tutti.

Una sorta di geolocalizzazione e di condivisione di suoni. Eravamo abituati con le foto, ma è la prima volta che mi capita di vederlo con l’audio.

Si possono ascoltare le esperienze più disparate: una manifestazione a Montevideo, il rumore di una camminata sul ghiaccio di Helsinky, i bambini che giocano in una scuola di Delhi, una passeggiata su una spiaggia tempestosa della Sardegna…

Insomma un’esperienza emozionante, cui partecipare non solo da ascoltatori.

Panoramio: condivisione gratuita e mappatura di foto in Google Maps

panoramio

Panoramio è un servizio studiato da due giovani spagnoli (Joaquín Cuenca e Eduardo Manchón) che permette di localizzare foto esattamente nel punto in cui sono state scattate.

Leggo nella pagina informativa:

“Ogni foto è collegata con il luogo in cui è stata scattata, sia fisicamente che nella memoria. Panoramio aiuta a collegare foto e luoghi.

Puoi memorizzare fino a 2 Gb, circa 2000 foto con una macchina fotografica da 4 Megapixel. Le tue foto sono memorizzate nella tua area personale (per esempio. Eduardo’s photos) conservando la loro dimensione e qualità originali.

Opzionalmente puoi localizzare le tue foto nel luogo in cui sono state scattate, così non dimenticherai il nome e il luogo che hai visitato. Non c’è più bisogno di spiegare ai tuoi amici il tuo percorso, o dove hai scattato le foto.”

Panoramio è un’ottimo mashup, una sorta di comunità virtuale che integra Google Maps e il portale Google Earth, che rende possibile la visualizzazione delle immagini dal stellite in 3 dimensioni.

La pubblicazione delle foto sfrutta la tecnologia Ajax e permette di caricare un numero illimitato di foto senza bisogno di scaricare alcun software.

Molto divertente la ricerca delle immagini che consente la visione di foto anche bellissime di luoghi magnifici.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: