Archivio per la tag 'mappe concettuali'

Mural.ly: lavagna interattiva, strumento di brainstorming collaborativo, applicazione per mappe mentali

Mural.ly è uno strumento ibrido davvero interessante da usare come lavagna interattiva, come strumento di brainstorming collaborativo con cui creare mappe mentali e veri e propri murales digitali via web.

Per usare il servizio è necessario registrarsi gratuitamente o accedere con Twitter o Facebook.

Si possono inserire contenuti dal web con un semplice drag&drop o un copia e incolla: video da YouTube e Vimeo, foto dal computer, da Flickr, Pinterest e Instagram, contenuti di Twitter, LinkedIN e Facebook, le mappe gi Google, documenti da Google Drive, PDF, presentazioni PPT, fogli di calcolo XLS e tanto altro ancora.

In pratica, tutto quanto abbia un link: basta copiare e incollare nel murally.

Si può scrivere, disegnare, inserire forme, linee, frecce, note in stile post-it, figure, clipart, simboli, griglie, reticoli, sfondi di vario genere, fumetti…

Quello che sorprende è la facilità d’uso e la possibilità di spostare, ingrandire, ridurre, aggiustare il tutto con pochi click del mouse.

Il lavoro può essere fatto in forma collaborativa invitando persone tramite un semplice link condiviso, può essere salvato come immagine, pubblicato e condiviso nelle reti sociali, reso pubblico o mantenuto privato.

Insomma Murally è una proposta intelligente, flessibile, funzionale e pratica da tenere in seria considerazione sia per un uso di tipo professionale (gruppi di lavoro, insegnanti, studenti, creativi), sia per un uso più leggero e divertente.

Nuovi media e web 2.0, un libro di Luca Paolini

Nuovi-Media

Nuovi media e web 2.0 (Coletti, 16.50 euro)è il libro pubblicato dal collega Luca Paolini di Religione 2.0.

Ho conosciuto Luca a un convegno per insegnanti qualche anno fa a Montecatini Terme. Forse allora, parlando da appassionati, in qualche modo lo suggestionai sul blogging e sull’uso di WordPress come piattaforma di pubblicazione.

Da allora Luca ne ha fatta di strada e la pubblicazione di questo libro rappresenta una tappa del suo lungo percorso di educatore e di esperto di social media.

Quello che mi ha colpito di Nuovi media e web 2.0 è la sua immediatezza, l’arrivare direttamente al punto senza troppe elucubrazioni spiegando i concetti in modo semplice ma altrettanto completo.

Gli argomenti trattati sono molteplici. Si va dall’uso degli smartphone nella didattica al blog, dalle timeline interattive ai calendari interattivi, dalle tag cloud e le mappe concettuali alla realtà aumentata, dai fumetti digitali al social networking e molto ancora, sempre con un occhio attento alla didattica.

Ogni capitolo, infatti, si conclude con un paragrafo intitolato possibili usi a scuola e nei gruppi.

Insomma una guida consigliata non solo agli insegnanti e agli operatori del mondo della scuola che vogliono progettare un percorso didattico con le nuove tecnologie, ma anche a tutti gli appassionati che desiderano scoprire e iniziare ad usare le applicazioni web 2.0 più diffuse.

LovelyCharts: applicazione per disegnare grafici e diagrammi online


lovelycharts

LovelyCharts è l’ultimma arrivata tra le applicazioni web che permettono di creare grafici e diagrammi online.

Si tratta di uno strumento gratuito, intuitivo e facile da usare con cui disegnare grafici secondo la nostra fantasia e i nostri bisogni: digrammi di flusso, sitemap, schemi, planimetrie, mappe concettuali e via dicendo.

Funziona attraverso la tecnica del drag&drop con cui trascinare i vari elementi disponibili nell’area di lavoro, inserire simboli, icone, grafiche, disegnare. Purtroppo non è ancora possibile inserire ed importare immagini ed oggetti personali.

Lovely Charts funziona davvero molto bene ed è da poco accessibile a tutti previa registrazione.

Disponibile anche una versione professionale a pagamento.

LovelyCharts è uno strumento creato dall’esperienza dell’architetto Jérôme Cordiez.

Via | techcrunch


Xmind: software gratuito per creare mappe mentali


xmind

Ho dedicato decine di post agli strumenti web per creare mappe mentali e uno dei miei primissimi articoli come blogger ai software per il mindmapping.

Di programmi gratuiti ne esistono molti. Ne cito alcuni dei più conosciuti: Cmap Tools, FreeMind, Thinkgraph.

Si dovrà aggiungere alla lista dei programmi freeware anche Xmind, un software che è sempre stato a pagamento (e ancora lo è nella versione pro) ma che ora rilascia anche alcune versioni gratuite per Windows, Mac, Linux e portabile.

Ho dato un’occhiata proprio a quest’ultima distribuzione che non richiede installazione e l’ho trovata molto ricca e completa sotto tutti i punti di vista.

Oltre alle classiche caratteristiche comuni ai software per il mindmapping è da apprezzare il fatto che le mappe possono essere esportate tnei formati di testo, HTML e immagine e che è possibile importare i formati tipici di MindManager e FreeMind.

Insomma Xmind si presenta anche come un nuova applicazione opensource e multi piattaforma. Ricordo che la versione a pagamento costava 299 dollari.

Via | killerstartups


MeadMap: mappe mentali basate sul web


meadmap

MeadMap è il servizio ultimo arrivato per creare mappe mentali.

Si tratta di un servizio collaborativo basato in Flash, ottimo da usare in campo educativo.

MeadMap consente a studenti ed insegnanti e non solo di organizzare i propri progetti online.

Basato totalmente sul web non richiede il download e l’installazione di alcun software.

La collaborazione può avvenire addirittura tra 20 utenti contemporaneamente. Offre anche un software per poterlo usare offlline e piena compatibilità con Microsoft Word.

Al momento è possibile provarlo gratuitamente per 30 giorni. Mashable e eHub stanno offrendo inviti per testare l’applicazione.

Pronto al lancio anche un altro servizio per il mindmapping online: Spinscape.


WiseMapping e Mappio: due strumenti per le mappe mentali

wise mapping



WiseMapping è l’ultimo strumento per il mind mapping online con il quale creare facilmente mappe mentali e concettuali.

L’applicazione non offre nulla di nuovo rispetto agli strumenti già disponibili nel web ma è comunque ben fatto.

I diagrammi risultanti sono chiari, ci sono molte opzioni tra cui spicca la possibilità di trascinare e lasciare gli elementi.

Ci sono anche efficaci strumenti di editing: colori e fonts di tutti i tipi e ombreggiature. Purtroppo manca la funzione dell’inserimento delle immagini e delle icone.

Le mappe possono essere etichettate, salvate ed inserite in una pagina web. Si possono invitare persone a collaborare proprio come accade in Mind42 e Mindmeister.

Il servizio, al momento è in fase beta ad invito.

Segnalo anche Mappio, un sistema alla YouTube dove creare una mappa da un testo, condividere e pubblicare mappe mentali.

Ben fatto, vi si possono inserire immagini, icone e links. Si distingue per il pieno controllo delle opzioni di editing e per la flessibilità d’uso. C’è anche una guida articolata su come procedere alla creazione passo per passo.

Ad ogni mappa corrisponde una pagina con link diretto all’immagine e codice HTML per inserirla in una pagina web in vari formati.

Un servizio davvero ottimo (un esempio sotto).

mappio



A proposito di mindmapping, colgo l’occasione per segnalare anche WikiMindMap, un efficace sistema di ricerca per Wikipedia capace di visualizzare i risultati della ricerca attraverso una mappa mentale.

Il punto sui principali strumenti per la costruzione di mappe mentali online:

Mayomi, una delle prime proposte di questo genere, è ormai offline.



Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: