Archivio per la tag 'internet'

Puoi stare un giorno senza computer? Partecipa (o no) all’esperimento planetario

shutdown day


Ovviamente la vita per la gente ormai sarebbe estremamente difficile senza computer, forse impossibile.
Se scomparissero per un giorno intero, poremo resistere? Sii parte di uno degli esperimenti globali più grandi della Rete.
L’idea che sta dietro all’esperimento e scoprire quante persone possono rimanere senza computer un giorno intero e cosa succederà se molti partecipano.
Spegni il tuo compuiter in questo giorno e scoprilo! Puoi sopravvivere 24 ore?


Questo è lo slogan della campagna Shutdown Day, il giono dello shutdown. Da oggi manca circa un mese, il giono deputato è il 24 marzo.

Io ho deciso di non partecipare… Sotto un video (divertente?) sugli usi alternativi del portatile…

Falso sito porno per denunciare sfruttamento sessuale

Idea intelligente e decisamente forte di questa ragazza, Sofia, che attraverso un falso sito porno usato come specchio, denuncia lo sfruttamento sessuale e la cruda realtà nascosta dietro il mondo della prostituzione.

Cliccando su un link qualsiasi si ottengono informazioni (in spagnolo) sulle violenze che soffrono le ragazze come Sofia, donna e prostituta che non ha un supporto legale e sociale per uscire dalla situazione in cui si è trovata.

Mi ha offerto un profondo spunto di meditazione.

La vita senza ADSL

Per chi, come me, è abituato a passare molte ore al computer, è solito pubblicare contenuti nel proprio blog con frequenza e regolarità, non riesce a lavorare senza la posta elettronica, è un vero trauma rimanere un mese senza collegamento internet.

E’ come smettere improvvisamente di fumare, i primi giorni sono i peggiori. Ci si avventa su qualsiasi computer utilizzabile: amici, locali pubblici, posto di lavoro… La situazione è davvero frustrante. Poi, con riluttanza, ci si rassegna gradualmente e ci si accorge che, forse, era sbagliato l’eccesso di vita virtuale precedente.

Si ritorna a compiere azioni trascurate: lavare la macchina, sistemare la libreria… e se proprio non si può fare a meno di accendere il pc, si approfitta per sistemarlo, ripulirlo delle applicazioni e i files inutili, ottimizzare il registro, deframmentare gli hard disks, scansionarlo con le utilities che servono a questo scopo, masterizzare quei cd e dvd che da una vita si voleva creare. Semplicemente inappagante: momenti di introspezione simili all’onanismo…

Tuttavia c’è anche un aspetto positivo. Si ritrova il tempo necessario per gli affetti e la famiglia e ci si dedica agli interessi trascurati. Io mi sono visto un sacco di bei films sdraiato sul divano, ho recuperato sonno e mi sono (fin troppo) rilassato!

Come sarà Internet nel 2015? Guarda!

In questo video si mostra come potrebbe essere la Rete nel 2015, quado Google sarà un colosso ancora più grande di adesso… Si tratta di una visione oscura ed immaginaria di Robin Sloan e Matt Thompson prodotta per un museo storico.

Stesso video con i sottotitoli in spagnolo: link.

Riprendersi l’ADSL: soluzione “all’italiana”

Venerdì scorso, esasperato dall’odissea del cambio provider adsl e dalla lunga mancanza di connessione, ho fatto scattare la soluzione “all’italiana”, sfruttando 2 pilastri dei costumi del nostro Bel Paese: la mamma e la raccomandazione.

Mia madre è una lucidissima siimpatica signora di ottanta anni che conosce tutti. Per 50 anni ha lavorato come negoziante e potrebbe tranquillamente essere assunta come consulente della Digos o perlomeno dell’Ufficio Anagrafe del paese dove vivo.

Le ho chiesto se conosceva qualcuno che lavorasse in Telecom e in un attimo mi ha fornito un paio di nomi. Ho così contattato un tecnico tramite il quale ho sollecitatato la mia nuova adsl. Sarà stato un caso, ma dopo una settimana precisa (ieri) ero di nuovo online…

Questo sant’uomo, gentilissimo, mi ha dato anche alcune dritte su come effettivamente funzionano le cose in materia, che mi serviranno da preziosa esperienza in futuro.

Non mi resta che urlare a gran voce: “Viva la mamma!”

Habemus ADSL!

Nuntio vobis gaudium magnum: habemus ADSL!

Dopo 25 giorni di astinenza forzata, finalmente ho la mia nuova adsl fiammante: Alice Flat a 2 mega.

Ho svolto alcuni test: velocità di download da 1970 a 2047 kbps, upload da 270 a 290 circa. Il che significa che i 2 mega della banda sono saturati alla perfezione. Farò altri test più accurati nei prosssimi giorni.

In sostanza ho acquistato ciò che mi è stato venduto: un ADSL a 2 mega pieni a 19,95 € al mese, contributo di attivazione gratuito (155 €) e 2 mesi di navigazione gratis.

Il rapporto prezzo qualità del servizio mi pare molto buono, forse il migliore in questo momento in commercio. Con la vecchia adsl a 4 mega di Tele 2 (30 € mensili) raggiungevo a malapena queste velocità.

A questo punto sono sempre in tempo a fare un upgrade con Alice, ma ne vale la pena? Perché pagare quasi il doppio (36,95 €) per avere una velocità appena superiore?

Sono contento, da oggi è un altro giorno… 🙂


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: