Archivio per la tag 'internet'

Web Links n° 16

web links



Sedicesimo appuntamento con Web Links, rubrica del blog dove segnalo le notizie e i siti più interessanti di cui vengo a conoscenza che non riesco (o non voglio) segnalare in un post.

Chi è interessato a tutti i miei links può consultarli sul mio del.icio.us e magari sottoscriverli.

  • QlipBoard, applicazione per creare video da foto e screenshot
  • Graspr, condividere idee saltiste
  • Yoomba, comunicare con le mail
  • Free DCE, editor fotografico minimalista
  • FlickIM, aggregatore di chat
  • meTracks, audio player basato sul web
  • Onetruemedia, montaggi video
  • Spotmob, una sorta di Twitter per video
  • app2you, generatore di applicazioni personalizzate
  • FriendFeed, aggregatore di reti sociali
  • Brightqube, motore di ricerca per immagini
  • Lulu, pubblicare libri gratuitamente
  • Nourish, inviare feeds tramite email
  • DownLovers, scaricare musica gratis legalmente
  • Wirenode, creazioni siti per cellulari
  • Mevu, aggregatore di identità virtuali
  • Joost, programme per guardale la tv via web
  • Tringme, servizio click to call per blog
  • fav.or.it, lettore feed che vede anche i commenti
  • friiSMS, inviare SMS gratis (non dall’Italia purtroppo)


  • Firmiamo.it: piattaforma per petizioni e raccolta firme online

    firmiamo



    Firmiamo è una piattaforma dove creare una petizione e raccogliere firme in tutti i linguaggi del mondo.

    Si tratta di un progetto multilingua e multidominio. Nei prossimi mesi infatti è prevista l’uscita in molte nuove lingue a cui saranno collegati i relativi territori.

    Di cosa si occupa questo sito? Con le loro parole:

    Una petizione è una richiesta ad un’autorità – generalmente governativa – o ad un ente pubblico. Nel linguaggio colloquiale, una raccolta di firme è un documento indirizzato a un soggetto pubblico o privato e sottoscritto da numerosi individui. Può essere orale, scritta o trasmessa attraverso internet.

    Per una Petizione non è necessaria l’autentica di firma con la registrazione degli estremi di un documento d’identità. Per questo, le raccolte di firme su Internet hanno lo stesso valore legale anche quando non utilizzano meccanismi di autenticazione dell’utente come la firma digitale.

    La legge italiana prevede che per depositare un disegno di legge in Parlamento siano necessarie 50.000 firme, mentre la soglia è di 500.000 per indire un referendum abrogativo. Le firma devono essere prima validate dalla Corte di Cassazione. Per finalità di sensibilizzazione non esiste invece un valore-soglia da superare.

    In buona sostanza Firmiamo (in inglese LivePetitions), consente di creare, condividere e sottoscrivere petizioni e di raccogliere firme su tematiche di varia natura: Ambiente, Intrattenimento & Media, Politica & Governo, Religione, Tecnologia & Affari.

    Se lo avessero avuto prima i sostenitori dei referendum…

    Maggiori informazioni da Marco Camisani Calzolari


    Jango: internet radio dal volto umano

    web links



    Jango è una internet radio dal volto sociale.

    Basta scrivere il nome degli artisti che si vogliono ascoltare e Jango comincia a suonare la musica desiderata e quella simile scelta da altri utenti, senza smettere mai!

    Le stazioni possono essere personalizzate spuntando il nome degli artisti proposti e ne possiamo inventare quante se ne vuole senza limite.

    Si possono fare amicizie, vedere chi sta ascoltando la nostra musica, condividere playlist e comunicare con gli altri utenti.

    Una gran bella risorsa per gli amanti della musica.

    Jango è ancora in fase beta ad invito. Se ne volete uno lasciate un commento, lo invierò alle prime 3 persone che me lo richiederanno.

    Via | Go2Web2.net


    Web Links n° 15

    web links



    Quindicesimo appuntamento con Web Links, rubrica del blog dove segnalo le notizie e i siti più interessanti di cui vengo a conoscenza che non riesco (o non voglio) segnalare in un post.

    Chi è interessato a tutti i miei links può consultarli sul mio del.icio.us e magari sottoscriverli.



    Manifesto per l’abolizione del PageRank

    Page Rank



    Il PageRank di Google non viene aggiornato dallo scorso aprile. Di solito è attualizzato ogni tre mesi e quindi c’è un grande ritardo.

    Forse Google ha deciso di eliminare il Page Rank? Magari!

    Penso infatti che molti blogger e webmaster sarebbero a favore della sua abolizione, poiché ormai la classifica che esso genera è del tutto adulterata e visto che lo stesso Google ha contribuito nell’irrefrenabile opera di degrado del suo famoso indice di popolarità.

    Se originariamente il PageRank intendeva valorizzare un sito internet in base a i link ricevuti, ora, a causa della deprecabile pratica dello scambio di link per interessi commerciali, la sua efficacia è fasulla, non corrisponde alla realtà.

    Non mi riferisco tanto allo scambio di link tra blogger che hanno interessi comuni più o meno vaghi (anche se qualcuno mostra di esagerare), quanto alle opinabili strategie che spingono al mercantaggio dello scambio di link o, addirittura, alla compravendita.

    Tutto ciò ha prodotto in Rete un panorama adulterato e confuso. Google in passato ha provato a limitare questa pratica generalizzata, in modo anche traumatico cancellando l’indicizzazione di alcuni siti web.

    Il Page Rank è stato per Google la classica zappata nei piedi, l’ingresso in un vicolo cieco.

    Spero che il ritardo del suo aggiornamento sia dovuto alla decisione di eliminarlo o perlomeno alla volontà di di trovare una strategia più pulita e trasparente per valutare il “rango” di una pagina web.

    Una delle figure responsabili di Google, Matt Cutts, non lascia ben sperare parlando soltanto di un ritardo.

    Questo blog, nel momento in cui scrivo, è l’unico dei primi cento nella classifica di BlogBabel con PR 4. Non che m’interessi particolarmente scalare posizioni, ma, in considerazione del valore assegnato a questo indice, penso sia un mezzo miracolo.

    Se il Page Rank continuerà ad essere usato da Google così come è strutturato continuerà a proliferare anche l’usanza dello scambio e della compravendita di link: è un fatto fisiologico e naturale.


    Web Links n° 14

    web links



    Quattordicesimo appuntamento con Web Links, rubrica del blog dove segnalo le notizie e i siti più interessanti di cui vengo a conoscenza che non riesco (o non voglio) segnalare in un post.

    Chi è interessato a tutti i miei links può consultarli sul mio del.icio.us e magari sottoscriverli.

    • Hugin, software opensource per foto panoramiche (Windows e Linux)
    • FuelMybBog, community blogger alla MyBloLog
    • Jaycut, strumento per creare video
    • LazyLibrary, motore di ricerca per libri
    • Spruz, siti web al volo
    • Jott, web 2.0 per cellulare
    • Pi.xie, alloggiamento e condivisione foto online da 500 mb al mese
    • Digpiz, tutte le foto di digg
    • XmgImage, hosting immagini ed editor
    • AjaxWindows, ottimo webOS
    • Pixizer, ridimensionamento immagini online
    • Plotbot, generatore di trame teatrali e copioni collaborativo
    • SlideRocket, ottimo strumento per presentazioni in flash
    • Jimdo, creazione siti web al volo
    • MakeCloud, generatore di tag cloud
    • GreatDB, tutta l’informazione su un sito in una pagina
    • Glowday, sondaggi embeddabili
    • Xinha, editor WYSIWYG da integrare a Firefox
    • SpawEditor, editor WYSIWYG da integrare a WordPress
    • Confirmeo, strumento per ricevere conferma della ricezione delle email inviate




Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: