Archivio per la tag 'inglese'

MyAbodo: costruire una casa online e imparare a rispettare l’ambiente



My Abodo è un sito web inteattivo dove si può costruire una casa e migliorarla con alcune modifiche, evitando gli elementi dannosi per l’ambiente.

E’ un gioco educativo dove s’impara a migliorare il clima del pianeta e ad evitate l’inquinamento. Le opzioni sono molte ed è necessario conoscere un po’ d’inglese per capire a fondo il meccanismo per stabilire quali sono le soluzioni migliori per rispettare l’ambiente.

Terminata la nostra dimora, essa sarà collocata in un isolato e potrà essere visitata e vista da tutti. Addirittura può essere inserita in un sito web (come ho fatto io sopra) attraverso un codice embed e condivisa in rete.

My Abodo è gradevolissimo, divertente, dispone di una grafica eccellente e il suo aspetto educativo aiuta a rendersi di conto come le nostre decisioni possono influire nell’ambiente in cui viviamo.

Ideale per bambini ed adolescenti, perfetto da usare anche a scuola poiché possiamo sfruttarlo per far apprendere le nuove tecnologie di internet, per educare al rispetto della natura e per approfondire la conoscenza della lingua inglese.

Questa è l’occasione ideale per segnalare anche Electrocity, un altro semplice gioco online dove addirittura si può costruire una metropoli dal nulla.

Anch’esso ben disegnato e coinvolgente, ricco di suoni e relativamente facile da usare il cui obiettivo è la costruzione di una città ideale e prendere coscienza del costo dell’energia e del suo impatto con l’ambiente.

Il concetto è quello del famoso gioco per consolle e computer Simcity, di cui segnalo una versione classica giocabile online.


soZiety: imparare le lingue tramite Skype



Un lettore, Mario, in un commento sul mio post su Itaki, mi segnala lo strumento per l’apprendimento delle lingue soZiety.

soZiety, è facile da usare e, basandosi su Skype, non si ha nemmeno bisogno di installare alcun software, basta indicare i requisiti della persona con cui si vuol parlare, lingua madre e lingua da apprendere.

Col la registrazione andiamo a far parte del nutrito database di soZiety. Mario sostiene che è divertente e che ha ricevuto aiuto nell’usarlo, ovviamente è necessario disporre di un account con Skype. Mi pare proprio un’idea intelligente.

Oltre il già citato Italki, fioriscono applicazioni web simili per l’apprendimento delle lingue straniere.

Segnalo anche Babilonic, per le lingue principali e place4langs, un’applicazione in stile web 2.0 in cui cercare persone per praticare scambi linguistici online con studenti o professori, scegliendo non solo l’idioma da praticare ma anche la città di residenza del nostro interlocutore.


AlphaLearnr: imparare l’alfabeto inglese con le foto




AlphaLearnr è un mashup che aiuta i bambini (e non solo..) ad imparare l’alfabeto inglese e alcune facili parole attraverso le foto ospitate su Flickr.

Si clicca su una lettera (per esempio la B) e alla parola inglese (butterfly, farfalla) saranno associate alcune foto che la rappresentano.


Italki: impara le lingue con un partner online




Se non si conosce le lingue ormai si perdono molte opportunità. Pensiamo alla stessa Rete, per navigare senza ostacoli è indispensabile conoscere almeno un po’ d’inglese.

Approfittando proprio di internet si può sfruttare le reti sociali che ci mettono in contatto con altre persone in giro per il mondo che avvertono la stessa necessità e stabilire un patto per aiutarsi reciprocamente ad apprendere il tanto desiderato idioma.

Italki serve proprio a questo. Si indica la nostra lingua madre e, attraverso uno strumento apposito, si cerca un partner per la lingua che desideriamo praticare. Nulla di più immediato e spontaneo.

C’è tutta una serie di preferenze da stabilire: età del nostro collaboratore, sesso, livello di apprendimento. Si possono trovare anche utenti con il profilo di professori che dovranno essere pagati per il loro servizio.

Ogni utente dispone di un proprio profilo personale dove indicherà tutte le informazioni sul proprio conto e sulla modalità in cui desidera apprendere la lingua.

Da qui può gestire vari sestemi di messageria (Skype, Yahoo e MSN Messenger) ed un sistema personale chiamato Talkbox (solo per Windows) con cui potrà stabilire conversazioni testuali, vocali e tramite video.

Uno sistema completo, non solo come modello di apprendimento ma anche come rete sociale di contatti tra persone.

Personalmente, in base alla mia esperienza di ex studente universitario di Lingue Straniere, consiglio sempre di andare ad impararle sul campo, recandosi direttamnete nel Paese straniero desiderato e magari frequentando un corso di studio (bei tempi!).


FriendsAbroad: rete sociale per apprendere le lingue

friendsabroad

“La più grande comunità online del mondo per coloro che imparano le lingue”. Questo è il biglietto da visita di FriensAbroad

Con FriendsAbroad, è possibile incontrare e comunicare con persone nuove in tutto il mondo per migliorare, in modo divertente e piacevole, le competenze linguistiche.

Il servizio è gratuito e consente di inserire un breve profilo informativo personale, cercare nuovi amici, inviare e ricevere saluti ed email, chattare dal vivo. Presto saranno aggiunte altre funzionalità fra cui le chiamate vocali gratuite in rete.

In sostanza se un italiano desidera imparare una lingua, per esempio lo Spagnolo, può trovare madrelingua spagnoli che lo aiuteranno e a sua volta saranno aiutati a migliorare le conoscenze dell’Italiano. Uno scambio linguistico vero e proprio basato sui livelli di competeza linguistici degli utenti.

Un servizio molto interessante non solo per gli studenti.

Tradurre con i pulsanti browser di Google

google translate

Pulsanti Browser Traduzione è un nuovo servizio di Google per agevolare la traduzione di contenuti web.

Basta trascinare un pulsante per la traduzione sulla barra dei segnalibri del browser per tradurre pagine web o estratti di testo con un unico clic. Se, navigando in internet, si trovano estratti di testo da tradurre, è sufficiente selezionare il testo con il mouse e fare clic sull’apposito collegamento del browser. Per tradurre la pagina intera, basta cliccare sul pulsante.

Per ora sono disponibili 20 pulsanti tra cui inglese/italiano e italiano/inglese.

Per chi usa Firefox, tuttavia, è più comodo affidarsi ai plugin motori di ricerca che offrono strumenti più completi ed immediati per le lingua come Logos e Word Reference (a mio avviso il migliore).


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: