Archivio per la tag 'informatica'

Le professioni più retribuite del settore informatico

Il mondo dell’informatica è ormai la chiave di volta di tutte le nostre attività: il lavoro, le relazioni sociali, il commercio si svolgono tutte, in gran parte, attraverso Internet e quindi il settore informatico. Se da una parte l’informatizzazione ha diminuito in diversi ambiti il numero dei posti di lavoro dal momento che molte funzioni vengono svolte attraverso un computer, dall’altro lato si è creato tutto un nuovo filone di professioni legate proprio al mondo della tecnologia e dell’informatica. Basti guardare a quanti esperti di computer, creatori di siti web e programmatori – per nominarne solo alcuni – sono oggi presenti.

Come in qualsiasi altro settore lavorativo, più una determinata professione è richiesta dal mercato, e maggiore è la sua remunerazione, soprattutto se la scelta in relazione ai professionisti non è molto ampia e la concorrenza non porta al ribasso i compensi. Un esempio è quello dei programmatori: anche chi non è un grande esperto di informatica può intuire l’importanza di questo ruolo. Basti pensare che senza di loro, il computer servirebbe a ben poco. Sul sito Aulab.it puoi trovare una panoramica completa su quale sia il compenso medio per chi svolge questa professione, anche in base alle diverse qualifiche (ad esempio se junior, senior o full stack).

Qual è il percorso per iniziare a lavorare nell’informatica? La strada tradizionale (che però non è sempre quella più seguita) è quella di conseguire una laurea in informatica. Da lì poi sono diverse le specializzazioni che possono essere aggiunte. Tuttavia molti professionisti che lavorano nel settore tecnologico non hanno seguito un percorso di studi ad hoc il più delle volte: la passione, unita alla possibilità di imparare da autodidatta grazie ai materiali formativi che si trovano su Internet o attraverso dei corsi, possono sostituire in gran parte un percorso universitario specifico.

I lavori più richiesti nel mondo del digitale

Man mano che la tecnologia è stata applicata ai diversi settori della nostra quotidianità, sono emerse professioni sempre più specializzate: un esempio su tutti è quello dell’e-commerce. Se all’inizio chi voleva offrire i propri servizi o aprire un negozio online si accontentava di un sito web, oggi c’è tutto un comparto legato al commercio online che si focalizza sulla promozione digitale delle attività. Esperti SEO e SEM sono ormai delle figure immancabili per il marketing digitale, e quindi per il successo stesso di un e-commerce.

 Il settore più remunerativo rimane quello relativo alla sicurezza informatica, e non è difficile capire il perché. Aziende piccole e grandi, ma anche governi e associazioni sanno quanto siano importanti le informazioni contenute nei loro sistemi informatici. Trovare degli esperti in grado di proteggere tali dati è di importanza cruciale, ed è proprio la delicatezza e la complessità della materia a rendere gli esperti di sicurezza informatica difficili da trovare. Lo stipendio medio negli Stati Uniti per chi si occupa di questo settore si aggira sugli 80.000 USD l’anno, una cifra che ripaga bene delle lunghe ore di lavoro spesso richieste quando si scoprono delle falle che devono essere riparate al più presto.

Un’altra figura che riceve una remunerazione di tutto rispetto è il Chief Digital Officer, ovvero colui che si occupa di tutto il settore digitale di un’azienda, supervisionando le varie divisioni più specifiche e coordinandole tra loro. Un altro dei ruoli emergenti degli ultimi anni, e ben retribuito, è quello del Digital Media Planner ovvero colui che si occupa di gestire l’attività di un’azienda attraverso i vari canali dei media, in primis ovviamente i social media.

Uno degli aspetti positivi del mondo dell’informatica è proprio la sua continua evoluzione: professioni che fino pochissimi anni fa erano impensabili, oggi sono tra le più richieste, e anche tra le più remunerative.

Post a cura di Aluab.it

U-Convert: formattare, correggere le maiuscole, sostituire parole, rimuovere spazi e convertire testi scritti online

U-Convert è un’applicazione web che permette di formattare, correggere le maiuscole, sostituire parole, rimuovere spazi e linee, convertire testi scritti direttamente online senza l’uso di alcun software con pochi click del mouse.

I moderni editor di testo forniti con i pacchetti software Office, gratuiti o a pagamento che siano, forniscono funzioni similari ma U-Convert è veloce, intuitivo, facilisssimo da usare e, soprattutto, sempre a disposizione in internet attraverso un semplice browser.

Il suo funzionamento è molto semplice: basta digitare un testo o semplicemente incollarlo nella finestra superiore dell’app e scegliere le funzioni di formattazione desiderate. Otterremo così il testo formattato e corretto da recuperare nella finestra sottostante.

Se lo vogliamo ulteriormente correggere lo copieremo, lo incolleremo di nuovo nella finestra soprastante e sceglieremo un’altra opzione di formattazione.

U-convert consente ai più esperti anche di lavorare e ripulire codice HTML e di riaggiustare i dati di un foglio CSV.

Uno strumento utile e immediato, da salvare nell’elenco dei nostri siti preferiti.

iPad3: possibile il lancio all’inizio del 2012

Come in ogni buona campagna marketing, il “fattore rumors” è una delle componenti più importanti nella fase di pre-lancio di un prodotto. Figuriamoci se, nella fattispecie, stiamo parlando di un marchio e un prodotto che ha registrato vendite e guadagni da capogiro negli ultimi mesi. Stiamo parlando dell’ iPad e in maniera più specifica del lancio dell’ iPad3.

Sono trapelati, in queste settimane, diversi rumors che affermano che l’ iPad3 sarà lanciato sul mercato il prossimo gennaio 2012. C’è chi si sbilancia e azzarda conclusioni affrettate e chi invece è più cauto.. un solo filo lega tutti gli utenti e fan di Apple: l’eccitazione che cresce in modo esponenziale.

Secondo un rapporto proveniente da una fonte asiatica che si dice sia affidabile, le fabbriche in Cina si stanno tutte attrezzando per produrre l’iPad 3 entro la fine del gennaio 2012.

Supponendo che la fonte sia affidabile: insieme allo stesso rumors arriva la notizia che il nuovo iPad includa un connettore dock completamente ridisegnato che offre lo stesso numero di pin, ma in una forma più piccola rispetto all’ iPad attuale. Se questa informazione fosse vera, il nuovo connettore potrebbe rappresentare un serio problema di compatibilità con i prodotti esistenti.

Questa fonte, che non precisa nemmeno dettagli sulla risoluzione e sullo schermo del nuovo prodotto, non è la prima pervenuta in Europa. A questa si uniscono molte altre fonti e rumors pervenute nei mesi scorsi. Alcune voci affermano che l’ iPad3 prenderà il nome di mini-iPad e punterà tutto sulle dimensioni, mantenendo caratteristiche e qualità dell’ iPad2.

Per quanto riguarda la data di lancio sembra molto più realistico orientarsi verso marzo 2012, in considerazione del fatto che Apple ha presentato l’iPad nel mese di aprile 2010 e l’iPad 2 nel marzo del 2011. Tuttavia, se la voce che afferma che la Apple stia investendo sull’utilizzo del processore A6 è fondata, il lancio potrebbe slittare di qualche mese… magari fino al giugno 2012 o in estate.

Guest post a cura di Fabio Nicolosi: http://informatica.cerkalo.it/

Metti al sicuro i tuoi dati! Affidati ad buon software

Ormai, i computer sono parte integrante della nostra vita. Sono utilizzati in ogni frangente, e, naturalmente, svolgono un ruolo importante nelle aziende. In effetti, il buon funzionamento delle piccole, medie e grandi imprese dipende fortemente dai computer.
E qual è la paura più grande di un professionista che imposta tutto il suo lavoro su pc? Perdere i Dati salvati.

Questo significherebbe, infatti, la perdita di settimane o mesi di duro lavoro nel giro di pochi istanti.
Se non vi è sistema di recupero adeguato che dia sicurezza al professionista e al suo lavoro, ogni giorno l’attività è sempre in pericolo.

Proprio per questo motivo è consigliabile avere installato sul proprio computer un trovare software di data recovery. Questo tipo di software è in grado di recuperare i file cancellati e i file persi, così come formattati, danneggiati o corrotti.

In giro per la rete c’è ne sono tantissimi ma con piccoli consigli e accorgimenti è facile scegliere quello adatto alle proprie esigenze.
Per utilizzare un software di recupero dati non serve essere un esperto di sistemi informatici, quindi la caratteristica principale che deve avere è la semplicità. Un design intuitivo e funzionalità efficenti per il recupero dati.
Ecco qui sotto elencate le caratteristiche principali e i pregi che un buon software di recupero dati deve avere:

  1. Scegli sempre il programma che offre anche la compatibilità multi-file-system. I migliori software di recupero dati sono dotati di strumenti in grado di recuperare preziose informazioni perse da più di una sorgente e di fornire supporto per i drive e dispositivi di archiviazione. È preferibile optare per un programma che permette di recuperare i dati cancellati dal Cestino, dall’ hard disk o anche quei dati persi a causa di incidenti, come tagli di potenza.
  2. Scegli il software nel quale tutte le istruzioni sono chiaramente davanti agli occhi. Devi solo selezionare l’opzione desiderata e lasciare che il programma faccia il resto.
  3. Cerca il software di recupero di dati che non è solo facile da usare ma pure efficace. Dopo tutto, quello che veramente ti serve è recuperare i dati persi.
  4. Opta per un software che ti permette di cercare i dati in vari modi, per esempio, ordinandoli per nome, data, dimensione o parola chiave.
  5. È necessario selezionare il software che risponda a tutte le vostre domande e che abbia, nella sezione aiuto o FAQ, una grande varietà di risposte e chiarimenti.

Ultimo consiglio, ma certamente non meno importante: affidati ad un società rinomata, della quale ti fidi. Questo ti garantirà sicurezza e assistenza. Segui questi piccoli consigli e vedrai che i tuoi dati e il tuo lavoro saranno probabilmente molto più al sicuro.

Guest post a cura di Fabio Nicolosi: http://informatica.cerkalo.it/

DoveConviene: offerte e sottocosto dei volantini cartacei direttamente online

doveconviene

DoveConviene è un sito che aggrega le offerte e i sottocosto dei volantini cartacei direttamente online.

Si tratta di un servizio che aiuta ad acquistare i prodotti in promozione e quelli più convenienti ai prezzi più bassi paragonando le varie offerte aggiornate.

Di solito i volantini pubblicitari arrivano direttamente nella cassetta della posta, ma non tutti, in particolare mancano quelli delle città vicine alla nostra zona di residenza.

Doveconviene.it aggrega i volantini di Mediaworld, Trony, Decathlon, Ikea, Mercatone Uno e tanti altri, rendendoli sfogliabili e confrontabili comodamente online.

Gli utenti devono solo indicare dove si trovano e il sito visualizzerà volantini e prodotti in offerta vicini a casa, in modo da essere informati e confrontare i prezzi prima di fare acquisti.

Inoltre, grazie al servizio di alert email attivabile dal sito, gli utenti possono ricevere tempestivamente una notifica appena c’è un nuovo volantino nella loro zona.

Le categorie attualmente trattate includono elettronica, supermercati, discount, bricolage, arredamento, abbigliamento e viaggi. Ogni settimana sono inserite nuove catene.

Per ogni catena vengono visualizzate le filiali su mappa, con orari e riferimenti.

Doveconviene.it vuole avere anche un impatto ambientale: il volantinaggio cartaceo è una delle maggiori fonti di spreco di carta, ogni anno ne vengono impiegate 500.000 tonnellate per stamparli. Dove Conviene è una alternativa ecologica e pulita.

Apple, Google e Microsoft, i tre colossi dell’informatica in un’immagine infografica

microsoft_google_apple

I conflitti tra Apple, Google e Microsoft, i tre colossi dell’informatica sono ben rappresentati in questa immagine infografica

Non c’è bisogno di spiegazioni meglio guardare.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: