Archivio per la tag 'generatore'

Remove Image Background: eliminare lo sfondo dalle foto di un ritratto in pochi secondi

Remove Image Background è una fantastica applicazione web che permette di eliminare lo sfondo dalle foto di un ritratto o da altri tipi di immagine in pochi secondi nel vero senso della parola.

Si tratta di un’eccellente servizio gratuito basato sul web che permetterà di rimuovere il background con un semplice click.

Per fare questo, basta selezionare un’immagine da caricare attraverso un apposito pulsante o incollando  l’URL se si tratta di una foto disponibile su Internet.

remove.bg provvederà automaticamente in un baleno ad analizzarla e ad eliminare lo sfondo. Il tempo di elaborazione dipende dal peso dell’immagine che viene caricata e il servizio supporta una dimensione massima di 8 MB.

Funziona tutto perfettamente a patto che le persone siano in primo piano e meno bene se proviamo con oggetti di vario tipo.

È possibile rimuovere lo sfondo delle foto in meno di cinque secondi. Le immagini risultanti sono disponibili per il download in formato PNG.

La sagoma ottenuta a questo punto può essere usata in atri contesti ed inserita in altri sfondi a piacere.

Remove Image Background fornisce anche un’API per chi lo volesse integrare in applicazioni o pagine web.

Se non siete grafici professionisti o non avete tempo da perdere dimenticate Photoshop e provate questo strumento.

Schetch2Code: applicazione che trasforma uno schizzo o un disegno fatto a mano con testi scritti in codice HTML

Schetch2Code è un progetto interessante di Microsoft AI, sebbene ancora a livello sperimentale, in grado di utilizzare l’intelligenza artificiale per realizzare progetti da pubblicare via internet.

Si tratta di un’applicazione web che trasforma uno schizzo o un disegno fatto a mano con testi scritti in codice HTML.

Il sistema è un grado di scannerizzare la bozza di un qualsiasi design e fornire il codice per pubblicare il relativo frame in un sito web tale e quale come è stato realizzato lo schizzo.

In pratica lo strumento viene in soccorso alla stragrande maggioranza di persone che gestiscono siti web ma che non hanno una profonda conoscenza dei linguaggi di programmazione ed in particolare dell’HTML.

La procedura è molto semplice, si carica la bozza di un progetto o lo si fotografa con la webcam e il sistema elabora il codice HTML da scaricare e utilizzare per pubblicarlo in una pagina web.

È possibile anche verificare nel dettaglio il funzionamento dell’algoritmo di rielaborazione come si può vedere da queste immagini:

Si tratta dunque di uno strumento utile per blogger, webmaster e web designer in erba e che potrebbe tornare utile  a tutti coloro i quali gestiscono siti web ed hanno bisogno di grafiche particolari da pubblicare, insegnanti inclusi.

Picular: il Google dei colori

Picular ama definire se stesso il “Google dei colori”.

Si tratta infatti di una specie di motore di ricerca di colori che si basa proprio sugli algoritmi di Google.

Notoriamente se effettuiamo una ricerca su Google e selezioniamo il tab immagini avremo una serie di figure e di foto come risultato. Picular non fa altro che rendere la palette dei colori di tali immagini con i rispettivi codici esadecimali attraverso un’esperienza utente davvero grandiosa.

Ecco un’esempio con la parola “acqua”:

E un altro esempio con la parola “bosco”:

Passando il mouse sopra l’icona in basso a destra di ciascun riquadro colorato possiamo vedere la corrispondente immagine originale da cui è stato ricavato.

Picular è gratuito e accetta ricerche in tutte le lingue dal momento che non fa altro che elaborare i risultati forniti da Google in forma visuale.

Si tratta quindi di un’ottima applicazione web, utile non solamente per webmaster, designer e appassionati di grafica digitale, ma anche in campo didattico educativo.

Si può per esempio utilizzare come suggestione per disegnare astrazioni a partire da un preciso tema utilizzando i colori ottenuti con una ricerca o utilizzarlo per spiegare come si formano i colori in campo informatico-digitale e i relativi codici che li contraddistinguono.

Screely: migliorare immagini e schermate online con un click

Screely è un’applicazione web di uso super facile che permette di  migliorare immagini e schermate del computer (screenshot) online con un click.

Senza dover usare complicati software di image editing alla Photoshop, Screely, caricando un file con un semplice drag&drop, aggiunge un riquadro, un colore di sfondo e un’ombreggiatura al volo per rendere l’immagine pronta da scaricare più accattivante e dall’aspetto decisamente più professionale.

La procedura, oltre ad essere semplicissima, è realmente molto rapida rapida.

Screely è uno strumento gratuito che non richiede registrazione e che presto offrirà nuove interessanti caratteristiche come per esempio il caricamento di file in serie e molte altre funzioni di modifica della grafica dei file.

Song Maker: un’applicazione Google per creare musica

Chrome Music Lab Song Maker è un’applicazione Google per creare musica.

Il Music Lab fornisce una serie esperimenti creativi lanciati da Google nel 2016.

L’applicazione funziona tramite browser web dove è possibile programmare sequenze di suoni usando vari strumenti musicali.

Può essere usata con le dita su tablet e smartphone ma anche con mouse e tastiera da computer o aggiungendo una tastiera MIDI (vedi video sopra).

In pratica si “disegna” una sequenza di note che può essere riprodotta da vari strumenti (piano, chitarra, clarinetto, synth, marimba), si può stabilire il tempo delle battute, registrare la voce o altri suoni tramite un microfono e infine salvare la canzone creata.

Ad ogni lavoro corrisponderà un link da condividere nei social o dovunque si voglia, e un codice embed per inserire la canzone in una pagina web. Vedi sotto il mio esperimento minimalista:

Oltre ad essere un classico sequencer, Song Maker è un divertente progetto creativo che consente di giocare con la musica e i suoni e di apprendere alcuni concetti basilari della composizione come la melodia e il ritmo.

Lo strumento è gratuito e non richiede alcuna registrazione.

 

Applicazione web per unire file immagine JPG, PNG, GIF e BMP facilmente

Vi capita per i vostri progetti professionali, di svago o per le vostre attività didattiche di dover combinare due o più immagini o foto in una sola?

Bene, a questo link https://www.ofoct.com/merge-jpg-files possiamo accedere ad una applicazione web che consente di unire file immagine JPG, PNG, GIF e BMP facilmente direttamente via web, senza dover usare complicati programmi di grafica digitale alla Photoshop.

Lo strumento di Bear File Converter permette di unire in modo veloce ed intuitivo tutte le immagini che vogliamo, anche più di due.

È necessario trascinare i file immagine da unire nell’apposito spazio (o indicandone l’URL se sono già residenti online), decidere il tipo di allineamento (verticale o orizzontale) e il formato di output e procedere al download del mosaico ottenuto, cliccando prima sul pulsante merge, e poi sulla scritta click to download it.

Se non siamo soddisfatti del lavoro ottenuto è anche possibile aprire un comodo editor grafico (https://www.ofoct.com/image-editor/bear-image-editor-online.html) per modificare le immagini cliccando sulla scritta View & Edit It.

Lo strumento in questione, chiamato Merge JPG Files,  è del tutto gratuito, non richiede registrazione e ha l’unico limite di far caricare file fino a 50 mb in totale.

Ecco un esempio di quello che si può ottenere:

Il sito madre, Bear File Converter https://www.ofoct.com/, offre un sacco di altri strumenti gratuiti per modificare immagini, video, file, documenti, PDF, eBook direttamente online.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: