Archivio per la tag 'firefox'

Qunto “pesano” i 100 più importanti siti della blogosfera?


top_blog_size

Ce lo dice Royal Pingdom che ha analizzato i primi cento blog nel ranking di Technorati.

Di ogni sito è stata misurato il peso in kb della homepage in modo di valutare i tempi di caricamento.

Emergono dati molto interessanti: 26 blog sono sotto 0.5 mb, 39 tra 0.5 e 1, 22 tra 1 e 1.5, 6 tra 1.5 e 2 e via dicendo.

Insomma la maggioranza pesa quasi un mb e soltanto uno su 4 meno di 500 kb.

Le immagini contribuiscono per il 61.3%, gli script per 17.2%, il codice HTML per il 15.3%, i CSS per 5.9%.

Il post prende in considerazione altre statistiche più dettagliate corredando i risultati con tanto di grafici (numero delle immagini, script, eccetera).

Royal Pingdom offre anche una serie di consigli per ottimizzare e alleggerire un sito web.

Per valutare il peso della vostra pagina consiglio di usare l’ottimo plugin per Firefox Web Developer che, tra la miriade di informazioni che include, fornisce anche il calcolo delle dimensioni di una pagina web (da Information, View Document Size).

Al momento questo blog pesa 397 kb, di cui 271 di immagini e 51 di script. Non c’è male direi.

maestroalberto_size

Via | Techcrunch


Dividere la finestra di Firefox con Split Browser


Split Browser

Sicuramente c’è chi sosterrà che la stessa cosa può essere fatta a mano senza installare un plugin per Firefox.

Ciò nonostante credo che Split Browser abbia una sua utilità.

Si tratta di un estensione per Firefox appunto che consente di suddividere il browser a piacimento e molto facilmente in varie finestre e di navigare al suo interno in siti diversi.

Si può creare una sorta di sitebar, un header o un footer a seconda delle esigenze individuali.

Si può tenere aperto il proprio FriendFeed o il proprio Twitter in una mini finestra per esempio e vedere gli aggiornamenti in tempo reale senza dover aprire e chiudere di continuo un tab o la relativa URL in una nuova pagina e senza affidarsi ad un apposito client.

Utile anche per confrontare due o più pagine web in una sola schermata del navigatore.

Qui uno screencast del suo funzionamento.

Via | go2web20


Gtwit: client Twitter basato sul web


gtwit

Gtwit è un’interfaccia per Twitter che permette di gestire al meglio via web il celebre servizio microblogging.

Sviluppato con Google App Engine ci si accredita tramite un account Google, oltre ai dati personali del nostro Twitter. Non richiede dunque nessuna installazione e funziona in Firefox, Safari e prossimamente anche in Internet Explorer.

Insomma sembra quasi di twittare in una delle tante applicazioni di Google, a cominciare dall’interfaccia grafica decisamente minimalista ma altrettanto funzionale.

I nostri tweet sono immagazzinati nel servizio e possono essere ricercati attraverso un motore interno specifico o tramite Summize. Allo stesso modo si possono ricercare utenti e tag specifici.

E’ possibile gestire contemporaneamente vari account, dispone di scorciatoie di tastiera e di tutte le tipiche funzioni di Twitter implementandole. Abbrevia per esempio in automatico le URL lunghe twittate e converte i link di tinyURL nell’originale nei tweet ricevuti in modo da vedere chiaramente dove punta il link.

Fornisce un comodo bookmarklet per postare al volo un link. Consente infine update più lunghi dei 140 caratteri dividendoli.

Minimalista ma efficiente.

Via | MoMB


Come Speed Dial, ma molto peggio: 3x3links


3x3links

Gli utenti di Opera conosco alla perfezione Speed Dial ma anche quelli di Firefox che usano il plugin apposito. Io sono tra quelli e non potrei farne certo a meno ormai.

Del resto la stessa logica ha inspirato la pagina d’inizio di Google Chrome.

3x3links si inspira alla stessa filosofia, ma i risultati sono decisamente inferiori.

Si tratta di una startpage con miniature che permette di accedere velocemente ai propri siti preferiti, agevolando e velocizzando la navigazione e il lavoro.

Si possono includere in una griglia di thumbnail soltanto 9 siti. Per richiamarla è necessario comunque aprire l’apposita pagina web.

Gli unici aspetti positivi è che è possibile richiamare i siti inclusi tramite una scorciatoia di tastiera, anzi digitando i numeri da 1 a 9 con il con il tastierino numerico e che ci si accredita con Google Accounts.

Applicazioni simili: InicioLive, Tizmos, SpeedyMarks.

Via | Digital Inspiration


Usare OpenOffice 3.0 online con Ulteo


Ulteo Online Desktop

Il desktop virtuale Ulteo fornisce Ulteo Online Desktop dove usare l’ultimissima versione di OpenOffice, la 3.0, direttamente sul nostro browser.

Non c’è dunque bisogno di scaricare ed installare nulla.

Ulteo Online Desktop è stato programmato dal creatore di Mandriva Linux, Gael Duval ed è completamente gratuito.

Si tratta di una completa suite da ufficio online sullo stile di Google Docs dove editare documenti direttamente via internet.

Il servizio è stato lanciato da tempo ma ha appena aggiunto il supporto a OO 3.0.

Su tratta quindi di una buona occasione per testare l’ultima versione del famoso pacchetto di software opensource: Writer, Calc, Math, Impress, Draw e Base.

Ulteo è un servizio multi piattaforma che funziona in qualsiasi sistema operativo, con Intenet Explorer, Firefox e altri navigatori.

Richiede Java installato, è disponibile in Italiano e fornisce un giga di spazio web remoto gratuito limitando la sessione di lavoro online a 25 minuti.

Via | Digital


RapidShare Tool: ricercare link validi per RapidShare in Firefox


RapidShare Tool

RapidShare Tool è un plugin per Firefox che funziona da motore di ricerca e che è in grado di scovare link validi per il famoso sito di file sharing.

Si piazza sulla barra di stato del browser tramite un’icona. Cliccandoci sopra con il taso destro del mouse si accede al menù opzioni.

Il bottone comincia a luccicare di verde quando trova un link di RapidShare in una pagina web.

I plugin monitora velocemente i link validi, quelli buoni sono contrassegnati di verde, quelli cattivi di rosso.

Le URL valide possono essere così copiate ed usate per scaricare il contenuto, magari tramite un download manager.

L’estensione è in grado di identificare anche il link criptati.

Essendo un plugin sperimentale soltanto gli utenti Mozilla registrati possono scaricarlo.

Via | ghacks



Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: