Archivio per la tag 'didattica'

Old Maps Online: motore di ricerca di cartine storiche di tutto il mondo

Old Maps Online è un ottimo sito dove trovare facilmente cartine geografiche e mappe storiche di tutto il mondo.

Si presenta come un motore di ricerca dove digitare il nome dello stato o della regione geografica che ci interessa per ottenere una ricca serie di risultati, poiché al progetto partecipano musei ed istituzioni culturali da tutto il mondo che condividono i loro archivi storici.

Il progetto nasce nel 2013 dalla collaborazione tra Klokan Technologies GmbH (Svizzera), specialista della pubblicazione di mappe online, e la Great Britain Historical GIS Project (Portsmouth, UK) sfruttando un potente software di loro creazione.

La ricerca può essere effettuata in anche modo visuale selezionando la regione interessata sulla carta geografica.

Una risorsa educativa e culturale da non perdere.

Vedi anche: Mappe, planimetrie e cartine geografiche storiche di libero utilizzo

Mappe, planimetrie e cartine geografiche storiche di libero utilizzo

Il Florida’s Educational Technology Clearinghouse fornisce qualcosa come più di 5,000 mappe storiche, gratuite e di libero utilizzo per studenti ed insegnanti.

La raccolta è organizzata per continenti e stati. Ovviamente si privilegiano le mappe degli Stati Uniti ma ci sono anche più di 100 cartine storiche dell’Italia, per rendere l’idea della completezza della collezione.

Ci sono anche molte planimetrie di monumenti importanti.

Insomma una risorsa educativa e culturale da non lasciarsi sfuggire.

Data Gif Maker: strumento di Google che trasforma dati in animazioni

Google ha lanciato Data Gif Maker, uno strumento in grado di trasformare dati in animazioni Gif.

Si inseriscono due termini da paragonare, uno a sinistra e uno a destra, con la possibilità di mostrare una percentuale,  un numero o altri valori separati da una virgola. Si può inserire anche una breve descrizione non più lunga di 30 caratteri.

E’ possibile paragonare fino a cinque serie di dati, scegliere i colori e lanciare l’animazione che si presenta come una vera e propria presentazione in una nuova pagina web oppure scaricare la relativa Gif animata, sia in alta che in bassa risoluzione.

Si tratta di un’applicazione minimalista ma molto efficace ed accattivante.

Si può prestare a vari usi: nelle pubblicazioni web per mostrare tendenze, per ottenere immagini da inserire in modo attrattivo nelle slide di una presentazione,  in uno studio statistico e molto altro ancora.

Potrebbe risultare utile agli insegnanti per preparare una lezione, per mostrare i dati di una relazione e agli studenti per le loro ricerche di studio.

Zeetings: presentazioni, sondaggi, questionari, lezioni interattive in forma collaborativa

Zeetings è un’applicazione web che permette di condividere presentazioni, sondaggi, questionari interattivi dove è possibile collaborare in tempo reale tra utenti, per esempio tra insegnanti e studenti, tramite una chat di gruppo o in presenza proiettando la presentazione su uno schermo.

Gli interventi possono essere richiesti anche attraverso la partecipazione a sondaggi e questionari, ovvero tramite vere e proprie verifiche online.

Durante la visualizzazione di una serie di slide in Powerpoint o in PDF si può commentare, fare domande, spiegare, partecipare ad una lezione interattiva a distanza.

Con Zeetings la didattica digitale a distanza rompe il tradizionale canale comunicativo monodirezionale tra professore e studenti e la comunicazione avviene in forma multidirezionale,  collaborativa appunto.

Al termine dello zeeting avremo a disposizione tutte le informazioni della lezione o dell’attività svolta in modo da estrarre i risultati ed assegnare punteggi.

Le sedute possono essere salvate per essere analizzate e discusse in un secondo momento.

Si può accedere a Zeetings con qualsiasi dispositivo, in pieno spirito BYOD, senza la necessità di essere registrati ma semplicemente condividendo un apposito link o tramite la scansione di un codice QR.

L’insegnate, per esempio, può inviare il link agli allievi o mostrare il QR sulla LIM di classe e gli allievi potranno accedere alla lezione direttamente con il proprio tablet o smartphone.

Vedi il video tutorial di App per Prof.

Animagraffs: brevi animazioni video che insegnano come funzionano le cose

Aimagraffs è un sito davvero interessante con una forte impronta didattica ed educativa che offre brevi animazioni video che insegnano come funzionano le cose.

Si tratta di vere e proprie infografiche animate che riguardano tanti oggetti di uso quotidiano, prevalentemente meccanismi, tecnologia e fenomeni naturali.

Di solito troviamo il classico “come fare” (how to) in forma scritta e con illustrazioni fotorafiche o disegni, Animagraffs va oltre inserendo brevi animazioni davvero ben fatte, semplici ed immediate da interpretare.

Alle animazioni sono inclusi punti su cui cliccare per ottenere ulteriori spiegazioni.

Di un soggetto sono disponibili varie infografiche 3D a 360 gradi.

Le immagini sono bellissime, realizzate in maniera professionale e possono essere zoomate e roteate.

Le spiegazioni sono in Inglese ma l’aspetto visuale delle risorse pubblicate fa superare facilmente l’eventuale ostacolo della lingua.

Animagraffs si basa su lavori richiesti da utenti e clienti ed è un sito altamente consigliato a tutti ed in particolare al mondo della scuola.

TES Tech with Blendspace: realizzare e condividere lezioni multimediali facilmente

 

Blendspace, ora TES Tech with Blendspace, è una risorsa online utile a realizzare e condividere lezioni multimediali facilmente in una o più classi.
 
In modo davvero intuitivo si possono caricare ed organizzare in forma didattica immagini, video, testi scritti e file.
 
La registrazione di docenti e studenti è gratuita e si può effettuare anche tramite un Google account.
 
Oltre ai vari tool dove inserire contenuti semplicemente trascinandoli all’interno del pannello di controllo, Blendspace permette di ricercare ulteriori contenuti da altri social, come Youtube, Flickr, ecc., e di aggiungerli al volo alla lezione.
 
Naturalmente si possono anche caricare file dal proprio computer o dai servizi cloud come Google Drive o Dropbox.
 
La lezione finita può essere condivisa con un link nei social, in Google Classroom, tramite codice QR per smartphone e inserita in una pagina web e gli allievi vi possono accedere anche se non sono registrati.
 
Tuttavia all’interno di Blendspace è possibile creare e gestire classi virtuali ma in questo caso gli alunni dovranno registrarsi alla piattaforma come studenti.
 
Video tutorial di Prof Digitale.

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: